controlli della Polizia Locale
controlli della Polizia Locale
Vita di città

Controlli Polizia Locale a studi fotografici: botta e risposta tra Associazione professionisti ed Amministrazione comunale

Critiche dei fotografi andriesi su controlli «puntuali e serrati». Amministrazione comunale: «Normali funzioni di Polizia Amministrativa»

I controlli amministrativi avvenuti nei giorni scorsi da parte della Polizia Locale hanno portato gli aderenti all'Associazione Fotografi di Andria a sottoscrivere una nota di rammarico nei confronti dell'Amministrazione comunale. Nell'attesa di comprendere meglio la portata di questa doglianze e sapere chi fossero gli aderenti al sodalizio, ecco giungere anche la replica della Civica Amministrazione su questa vicenda.

«L'Associazione Fotografi Andria -di cui è Presidente il Sig. Alfonso Merafina- rende noto che nelle scorse settimane alcuni studi fotografici della città di Andria sono stati sottoposti a controlli da parte degli agenti della Polizia Municipale di Andria.
A tal riguardo, siamo intervenuti a difesa della nostra categoria e abbiamo provveduto a scrivere alla Sindaca Bruno, all'Assessore Colasuonno ed al Comandante della Polizia Municipale circa le ragioni o motivazioni di tali controlli così attenti e puntuali nei confronti degli studi fotografici.
Ad oggi, nessuna risposta ci è pervenuta.
I fotografi andriesi, sin dall'inizio della pandemia, hanno assunto un comportamento rispettoso e collaborativo, nei confronti della cittadinanza, rispettando le regole.
Oggi siamo stanchi, abbiamo difficoltà economiche importanti e siamo stati abbandonati completamente dalle Istituzioni.
Di contro, siamo sottoposti, senza sapere le ragioni o motivazioni di tutto ciò, a controlli puntuali e serrati. Ora è giunto il momento di dire basta.
A tal proposito, invitiamo tutti i fotografi andriesi a tenere alzate le saracinesche e le luci accese degli studi professionali, come segno tangibile di esistenza da parte di una categoria ormai dimenticata e bistrattata».

«La nota dell'Associazione Fotografi Andria ci ha lasciato sinceramente interdetti» replicano così in una nota congiunta la Sindaca Bruno, l'Assessore Colasuonno e il Comandante della Polizia Municipale Zingaro al comunicato dei fotografi andriesi. «È la prima volta che veniamo accusati per aver fatto il nostro lavoro, ed evidentemente, per averlo fatto bene. I fotografi dicono di aver ricevuto dei controlli da parte della Polizia Municipale e sinceramente non capiamo dove sia la colpa».
«È infatti nelle normali funzioni di Polizia Amministrativa della Polizia Locale controllare le attività economiche della città, tra le quali sono da annoverare anche i fotografi. Normalmente la Polizia Locale effettua, a mezzo della Nucleo della Polizia Annonaria, questo tipo di controlli che in questo frangente hanno riguardato anche quelle attività. Ovviamente non sono né la prima né l'unica categoria ad essere stata accertati, eppure sono la prima ad essersi lamentata per questo».
«Siamo ben consci - come dicono loro nella loro nota - del fatto che la gran parte dei fotografi abbiano assunto un atteggiamento rispettoso e collaborativo nei confronti della cittadinanza, ma appunto per questo non capiamo cosa ci sia di strano nel dimostrare alle forze dell'ordine questo atteggiamento. Le forze dell'ordine lavorano proprio con lo scopo d'individuare i pochissimi professionisti di quella categoria che invece trasgrediscono le regole, danneggiando l'immagine dell'intero comparto».
«Sperando di aver chiarito l'eventuale disguido, cogliamo l'occasione per ringraziare i tanti professionisti che dall'inizio della pandemia hanno tenuto un comportamento impeccabile. Presto, se tutto va come dicono, ne saremo fuori, e la stanchezza di controllori e controllati sarà solo un brutto ricorso. Finalmente riavremo la nostra agognata normalità».
  • Comune di Andria
  • polizia municipale andria
  • associazione fotografi andriesi
  • polizia locale
Altri contenuti a tema
Sciame di api su via Don Sturzo: intervento di un apicoltore per rimuoverlo da un esercizio commerciale Sciame di api su via Don Sturzo: intervento di un apicoltore per rimuoverlo da un esercizio commerciale E' accaduto questa mattina. Sul posto la Polizia Locale che ha messo in sicurezza la zona
Tenta il furto di una borsa ma viene bloccato e denunciato Tenta il furto di una borsa ma viene bloccato e denunciato E' accaduto questo pomeriggio in viale Crispi. Sul posto i carabinieri del nucleo radiomobile
Tre computer portatili donati alla Polizia locale dal deputato D’Ambrosio Tre computer portatili donati alla Polizia locale dal deputato D’Ambrosio Durante la cerimonia, svoltasi stamane, sono intervenuti la Sindaca Bruno e l’assessore alla sicurezza Colasuonno
Palazzo di Città illuminato di giallo e del Tricolore per Patrick Zaki Palazzo di Città illuminato di giallo e del Tricolore per Patrick Zaki Prosegue la mobilitazione a sostegno dell'ingiusta detenzione del giovane studente egiziano
1 Da lunedì 10 maggio inizia ad Andria la vaccinazione dei nati del 1951 Da lunedì 10 maggio inizia ad Andria la vaccinazione dei nati del 1951 Le date della programmazione stabilite dalla Asl Bt per le dieci città del territorio
L’assessora al Welfare Barone assieme alla capogruppo del M5S Di Bari incontra ad Andria gli Ambiti territoriali della Bat L’assessora al Welfare Barone assieme alla capogruppo del M5S Di Bari incontra ad Andria gli Ambiti territoriali della Bat A Palazzo di Città presente la Sindaca Giovanna Bruno
Si amplia la zona a traffico limitato su corso Cavour, ora tra via Firenze e viale Roma Si amplia la zona a traffico limitato su corso Cavour, ora tra via Firenze e viale Roma La nuova ordinanza in vigore da sabato 8 maggio nelle giornate di sabato, domeniche e festivi
Vaccinazioni ad Andria e nella Bat: ecco le ultime novità Vaccinazioni ad Andria e nella Bat: ecco le ultime novità Saranno richiamati i nati nel 1950 che hanno una prenotazione per il 16 e il 17 maggio
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.