materiale bellico rinvenuto
materiale bellico rinvenuto
Cronaca

Concluso il recupero del materiale bellico: una persona risulta indagata

Intorno alle ore 13 di domenica 14 luglio si sono concluse le operazioni degli artificieri della Polizia di Stato

Si sono concluse solo intorno alle ore 13 di oggi, domenica 14 luglio, le operazioni di recupero del materiale bellico, rinvenuto ieri pomeriggio ad Andria, durante alcune operazioni di pulizia di un ripostiglio in una civile abitazione situata nel centro cittadino.

L' esplosivo ed il munizionamento da guerra rinvenuto, è stato preso in consegna e trasferito dagli artificieri della Polizia di Stato, giunti dalla Questura di Bari.
Alle operazioni hanno collaborato, durante tutta la giornata di ieri personale della Polizia Locale, mentre da ieri sera e per tutta la giornata di stamane, l'intervento è stato compiuto dalla Sezione artificieri della Polizia di Stato di Bari e dal locale personale del Commissariato di P.S. che hanno provveduto a mettere in sicurezza tutta l'area interessata dalle operazioni di rimozione e trasporto.

Al momento una persona è indagata per possesso di materiale e munizionamento da guerra. La sua posizione è adesso al vaglio dell'Autorità giudiziaria. Oltre alle granate anticarro ed ai numerosi proiettili -anche traccianti- per mitragliatrice pesante e leggera, anche calibro 7,62 Nato, è stato rinvenuto un giubbotto antiproiettile ed una maschera antigas perfettamente funzionante.

Il materiale, come dicevamo, era stato trovato durante alcune operazioni di pulizia all'interno di un garage, situato al piano terra di una abitazione cittadina, all'interno di un vecchio baule.

Tutto il materiale bellico, dopo essere stato repertato, sarà portato con l'autorizzazione dell'Autorità giudiziaria, in una cava e sarà fatto esplodere. Resta comunque, che il materiale da guerra rinvenuto, per farlo esplodere, aveva bisogno di essere azionato e pertanto non poteva esplodere se non con una azione volontaria.
materiale bellico rinvenutomateriale bellico rinvenutomateriale bellico rinvenutomateriale bellico rinvenuto
  • questura di bari
  • polizia
  • Polizia di Stato Andria
  • polizia locale
Altri contenuti a tema
Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato L'uomo ha ammesso le proprie responsabilità davanti al Gip del Tribunale di Trani
Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Secondo l'autopsia il 28enne è morto a seguito di un’unica ferita causata da una lama di circa 6 centimetri
Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Venerdì l'indagato Troia potrebbe recarsi con la polizia sul luogo del delitto alla ricerca dell'arma
Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento La sua sfortuna incappare in poliziotti in borghese appena smontati da un servizio antirapina
Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Si tratta di un 34enne già con precedenti di polizia
Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Ancora senza esito le ricerche dell'uomo armato di coltello che avrebbe rubato alcune migliaia di euro
Il calendario della Polizia di Stato 2020 dedicato all'Unicef Italia onlus Il calendario della Polizia di Stato 2020 dedicato all'Unicef Italia onlus Tutti i cittadini potranno prenotare il calendario da parete (costo € 8,00) e il calendario da tavolo (costo € 6,00), entro il prossimo 23 settembre
Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Il Gip non condivide la tesi della legittima difesa del presunto omicida
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.