Gazzella nucleo radiomobile carabinieri
Gazzella nucleo radiomobile carabinieri
Cronaca

Cerca di ucciderli sparando dal balcone: arrestato dai Carabinieri di Andria

Sì tratta di un canosino classe '84 resosi responsabile del reato di tentato omicidio

I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Andria hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un pluripregiudicato di Canosa di Puglia, classe 84, resosi responsabile del reato di tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi.
Nello specifico, giorni addietro, due soggetti sporgevano denuncia raccontando che erano stati costretti a fuggire dalla cittadina pugliese, poiché l'arrestato aveva tentato di ucciderli sparandogli.
Immediatamente i Carabinieri di Andria, coadiuvati dal locale Comando Stazione, avviavano tutte le opportune verifiche, sopralluoghi ed escussioni di testi per suffragare i fatti narrati nonché ponevano in essere, coordinati dalla Procura della Repubblica di Trani, un'articolata attività investigativa che non solo acclarava la dinamica dei fatti ma altresì metteva in evidenza la forte personalità delinquenziale dell'autore, soggetto peraltro già ben conosciuto per i suoi trascorsi. La vicenda, secondo la ricostruzione operata dai Carabinieri di Andria, si fonda su motivi legati alla sfera privata dell'autore del fatto e, segnatamente, dalla fine della sua relazione affettiva con altra persona, della quale incolpava i destinatari della condotta illecita. Così, pur essendo sottoposto a detenzione domiciliare, l'uomo si procurava una pistola e con l'inganno faceva avvicinare la coppia fino alla sua abitazione, cercando di ucciderli sparando dal balcone, ma l'azione di fuoco fortunatamente non andava a buon fine.
L'attività dei militari, coordinata dalla Procura della Repubblica di Trani, è stata completata in tempi brevissimi allorquando, durante le indagini, gli stessi hanno cominciato ad assistere ad una escalation di comportamenti negativi dell'autore (che nel frattempo era tornato libero), tesi al rintraccio della donna che lo aveva abbandonato nonché di coloro che secondo lui l'avevano convinta a fare quel gesto che aveva soprattutto minato il suo prestigio criminale. I gravi indizi di colpevolezza raccolti hanno consentito l'emanazione di una ordinanza di custodia cautelare eseguita nel pomeriggio del 16 luglio.
L'operazione, scaturita a seguito di denuncia, rientra in una più ampia attività di controllo del territorio e contrasto ai fenomeni criminosi in genere che la Compagnia di Andria, che ha acquisito Canosa di Puglia da novembre con l'istituzione del Gruppo Carabinieri di Trani, ha posto in essere con grande impegno e che continuerà senza sosta.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Carabinieri e Guardia di Finanza pronti a rendere operativi i loro Comandi provinciali nella Bat Carabinieri e Guardia di Finanza pronti a rendere operativi i loro Comandi provinciali nella Bat Nuovi ufficiali in servizio per le Fiamme Gialle mentre giunge al Gruppo Carabinieri di Trani il Comandante interregionale "Ogaden"
Inaugurazione nuova Questura: in arrivo le prime 16 unità, tra ispettori e agenti di P.S. Inaugurazione nuova Questura: in arrivo le prime 16 unità, tra ispettori e agenti di P.S. Martedì 27 luglio sarà ad Andria il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese. Nella stessa giornata inaugurazione dei Comandi provinciali di CC e GdF
Associazione di tipo mafioso, eseguiti 14 arresti dai Carabinieri di Trani Associazione di tipo mafioso, eseguiti 14 arresti dai Carabinieri di Trani Operavano nel nord barese e appartenevano al gruppo Corda-Lomolino: contestati i reati di estorsione, spaccio e possesso di armi
Un tesoro archeologico torna in Puglia: è il più grande recupero per la nostra regione Un tesoro archeologico torna in Puglia: è il più grande recupero per la nostra regione Dal Belgio quasi 800 pezzi di eccezionale rarità e inestimabile valore sono stati riportati in Italia dai Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale
Operazione "On the road", nuove misure cautelari per 12 indagati di Andria e Corato Operazione "On the road", nuove misure cautelari per 12 indagati di Andria e Corato Sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti d’auto, ricettazione, riciclaggio e rapine a mano armata
Detenzione ai fini di spaccio, arrestato canosino dai Carabinieri di Andria Detenzione ai fini di spaccio, arrestato canosino dai Carabinieri di Andria Ritrovati in casa di un 43enne oltre 1800 euro e ben 65 cipolline di cocaina
Il plauso della Sindaca Bruno alla magistratura e ai blitz dei Carabinieri di Bari Il plauso della Sindaca Bruno alla magistratura e ai blitz dei Carabinieri di Bari “Stanate tante situazioni di malavita grazie alla professionalità investigativa con le quali le Forze dell'Ordine compiono il loro dovere”
Scacco al "re" andriese degli assalti ai portavalori: sequestrati beni per 80mln Scacco al "re" andriese degli assalti ai portavalori: sequestrati beni per 80mln Sono stati sequestrati 119 terreni agricoli, 29 immobili e 6 auto, tra cui una Porsche Panamera
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.