volanti della Polizia di Stato
volanti della Polizia di Stato
Cronaca

Ad Andria acquistava oro rubato, denunciato dipendente infedele: è di Bitonto

I preziosi, sottratti in un appartamento di Trani, sono stati recuperati. Fondamentale la collaborazione dei cittadini

Comprava monili in oro di provenienza furtiva ed era pronto a rivenderli. È quanto accadeva in un Compro Oro di Andria, secondo la ricostruzione della Polizia di Stato, che ha scoperto il commercio illegale e denunciato l'operatore dell'attività commerciale, un uomo residente a Bitonto.

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Trani, infatti, a seguito di una rapida indagine volta ad individuare gli autori di un furto in un'abitazione della città hanno bloccato un pregiudicato residente a Trani all'interno di un Compro Oro di Andria, ove lo stesso stava rivendendo alcuni monili in oro sottratti una settimana fa nel citato appartamento.

​«L'individuazione definitiva del sospettato, che già era sotto osservazione da parte della Polizia di Stato all'indomani del furto - riferiscono le Forze dell'ordine in una nota - è avvenuta grazie anche alla collaborazione di anonimi concittadini delle vittime del furto che hanno subito indicato agli agenti di Polizia i movimenti del sospettato e la sospetta compravendita presso l'esercizio di Andria».

Gli immediati accertamenti hanno posto in evidenza le responsabilità dell'addetto dell'agenzia di Compro Oro nell'acquisto della merce rubata, avvenuta peraltro senza alcuna cautela e controllo nell'acquisto della stessa ed in violazione di legge. L'operatore del Compro Oro è stato ovviamente denunciato per ricettazione della merce trafugata, che ha poi spontaneamente consegnato agli operatori della volante del Commissariato di P.S. di Bitonto, luogo di residenza dell'impiegato infedele.

I monili, di ingente valore economico, sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Tutti i sospettati, infine, sono stati identificati e denunciati a piede libero per i reati di furto e ricettazione.
  • Polizia di Stato Andria
Altri contenuti a tema
"Giornata nazionale delle Vittime della Strada": la Polizia di Stato si dimentica della Bat "Giornata nazionale delle Vittime della Strada": la Polizia di Stato si dimentica della Bat Tra gli incontri previsti non si registra alcuno svolto nella sesta provincia pugliese
Ad Andria cabina di regia contro furti di olive e per scorte ai carichi di olio Ad Andria cabina di regia contro furti di olive e per scorte ai carichi di olio Richiesta da parte di Coldiretti, dopo denunce alle Forze dell'ordine su questa scottante problematica
Incendiate due auto nella notte: nelle vie D'Azeglio e Accetta. I VIDEO Incendiate due auto nella notte: nelle vie D'Azeglio e Accetta. I VIDEO Sul posto Vigili del Fuoco, Forze dell'ordine e personale degli istituti di vigilanza
Botte alla compagna: arrestato 45enne dalla Polizia di Stato Botte alla compagna: arrestato 45enne dalla Polizia di Stato Ieri in piazza Imbriani l'epilogo di una triste vicenda che si trascinava da alcuni anni
1 Arrestato l'autore dell'aggressione alla fidanzata postata sui social Arrestato l'autore dell'aggressione alla fidanzata postata sui social Il 29enne, dopo essere stato condotto presso il Commissariato di P.S. è stato trasferito presso il carcere di Trani
Due arresti eseguiti nelle ultime 48 ore dalla Polizia di Stato Due arresti eseguiti nelle ultime 48 ore dalla Polizia di Stato Si tratta di episodi estorsivi nei confronti di extracomunitari e di minori
Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria I poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno arrestato l'uomo all'alba
Tentano di rubare in un deposito agricolo: all'arrivo della Polizia speronano la volante Tentano di rubare in un deposito agricolo: all'arrivo della Polizia speronano la volante E' accaduto questa notte intorno alla mezzanotte: contusi due agenti di P.S.
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.