volanti della Polizia di Stato
volanti della Polizia di Stato
Cronaca

Ad Andria acquistava oro rubato, denunciato dipendente infedele: è di Bitonto

I preziosi, sottratti in un appartamento di Trani, sono stati recuperati. Fondamentale la collaborazione dei cittadini

Comprava monili in oro di provenienza furtiva ed era pronto a rivenderli. È quanto accadeva in un Compro Oro di Andria, secondo la ricostruzione della Polizia di Stato, che ha scoperto il commercio illegale e denunciato l'operatore dell'attività commerciale, un uomo residente a Bitonto.

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Trani, infatti, a seguito di una rapida indagine volta ad individuare gli autori di un furto in un'abitazione della città hanno bloccato un pregiudicato residente a Trani all'interno di un Compro Oro di Andria, ove lo stesso stava rivendendo alcuni monili in oro sottratti una settimana fa nel citato appartamento.

​«L'individuazione definitiva del sospettato, che già era sotto osservazione da parte della Polizia di Stato all'indomani del furto - riferiscono le Forze dell'ordine in una nota - è avvenuta grazie anche alla collaborazione di anonimi concittadini delle vittime del furto che hanno subito indicato agli agenti di Polizia i movimenti del sospettato e la sospetta compravendita presso l'esercizio di Andria».

Gli immediati accertamenti hanno posto in evidenza le responsabilità dell'addetto dell'agenzia di Compro Oro nell'acquisto della merce rubata, avvenuta peraltro senza alcuna cautela e controllo nell'acquisto della stessa ed in violazione di legge. L'operatore del Compro Oro è stato ovviamente denunciato per ricettazione della merce trafugata, che ha poi spontaneamente consegnato agli operatori della volante del Commissariato di P.S. di Bitonto, luogo di residenza dell'impiegato infedele.

I monili, di ingente valore economico, sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Tutti i sospettati, infine, sono stati identificati e denunciati a piede libero per i reati di furto e ricettazione.
  • Polizia di Stato Andria
Altri contenuti a tema
Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato Rapina al centro scommesse: confessa il 34enne fermato dalla Polizia di Stato L'uomo ha ammesso le proprie responsabilità davanti al Gip del Tribunale di Trani
Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Omicidio Di Vito: domani i funerali nella chiesa dello Spirito Santo a Trani Secondo l'autopsia il 28enne è morto a seguito di un’unica ferita causata da una lama di circa 6 centimetri
Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Omicidio Di Vito: eseguita l'autopsia, tra 90 giorni saranno depositate le conclusioni Venerdì l'indagato Troia potrebbe recarsi con la polizia sul luogo del delitto alla ricerca dell'arma
Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: ladro d'auto catturato in flagranza di reato dopo breve inseguimento La sua sfortuna incappare in poliziotti in borghese appena smontati da un servizio antirapina
Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Arrestato nella notte il presunto rapinatore del centro scommesse Si tratta di un 34enne già con precedenti di polizia
Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Rapina ad un centro scommesse di viale Pietro Nenni Ancora senza esito le ricerche dell'uomo armato di coltello che avrebbe rubato alcune migliaia di euro
Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Omicidio Di Vito, tra domani e giovedì l'autopsia del 28enne morto ad Andria Il Gip non condivide la tesi della legittima difesa del presunto omicida
Omicidio del 28enne Di Vito: Troia racconta di non averlo colpito, tuttavia resta in carcere Omicidio del 28enne Di Vito: Troia racconta di non averlo colpito, tuttavia resta in carcere In queste ore la Polizia di Stato sta cercando di recuperare l'arma: un coltello o un cavatappi a spirale
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.