Stadio Degli Ulivi ingresso
Stadio Degli Ulivi ingresso
Calcio

Impianto d'illuminazione non a norma: il "Degli Ulivi" rischia di chiudere

Acquaviva: «Deroga entro il 31 marzo, poi costretti ad emigrare»

La vittoria nel derby contro il Foggia ha riacceso un grande entusiasmo attorno alla Fidelis Andria di Luca D'Angelo che con gli ultimi risultati conquistati si avvicina sempre più alla salvezza. Ragion per cui la società capitanata dal patron Paolo Montemurro sta già pensando alla prossima stagione tra i professionisti, non prima però di aver risolto un grave problema che potrebbe rovinare il finale di stagione degli azzurri e creare diversi grattacapi per l'iscrizione al prossimo campionato.

Si tratta dell'impianto di illuminazione dello stadio "Degli Ulivi" che non rispetta le norme vigenti in Lega Pro. L'intervento, che dovrebbe essere perpetuato dal Comune di Andria proprietario dell'impianto, riguarda il potenziamento del sistema di illuminazione aumentando i lux. La Lega Pro ha concesso, ad inizio stagione, una deroga alla società azzurra che scade il prossimo 31 marzo e se entro tale data non verranno effettuati i lavori di manutenzione il "Degli Ulivi" non potrà più ospitare gare di Lega Pro.

«Ad oggi - afferma il vicepresidente della Fidelis Sebastiano Acquaviva - nonostante tutti gli sforzi che la nostra società ha fatto e i mezzi che abbiamo messo a disposizione del Comune per risolvere la problematica, siamo sicuri che non è stato fatto niente. Quindi rischiamo seriamente di finire il campionato fuori casa e cosa più grave non sarà possibile iscrivere la squadra al prossimo campionato. Entro il 31 marzo - conclude Acquaviva - bisogna consegnare in Lega le certificazioni sul potenziamento dei lux e quindi l'idoneità dell'impianto di illuminazione, in caso contrario il "Degli Ulivi" non potrà più ospitare la Fidelis».
  • Stadio Degli Ulivi
  • Fidelis Andria
Altri contenuti a tema
Fidelis-Foggia, mister Catalano chiede la svolta: «Serve una prestazione gagliarda» Fidelis-Foggia, mister Catalano chiede la svolta: «Serve una prestazione gagliarda» Si preannuncia un derby intenso anche sugli spalti: attesi circa 200 tifosi ospiti
Comincia male l'avventura di Catalano: Fidelis sconfitta 1-0 a Gravina Comincia male l'avventura di Catalano: Fidelis sconfitta 1-0 a Gravina Decide la rete di Santoro in contropiede nel primo tempo. Quarta sconfitta consecutiva per i biancazzurri
La Fidelis Andria è pronta a ripartire: presentati mister Catalano e il DS Moscelli La Fidelis Andria è pronta a ripartire: presentati mister Catalano e il DS Moscelli Il nuovo tecnico: «Sono contento, voglio ripagare la fiducia della società»
La Fidelis cambia pelle: Catalano nuovo allenatore, ritorna Moscelli come DS La Fidelis cambia pelle: Catalano nuovo allenatore, ritorna Moscelli come DS Il nuovo tecnico, classe '74, guiderà il primo allenamento con la squadra già nella giornata di oggi
Scossa Fidelis: via il tecnico Favarin e il Direttore Sportivo De Santis Scossa Fidelis: via il tecnico Favarin e il Direttore Sportivo De Santis La decisione al termine dell'incontro di questo pomeriggio tra i soci
Fidelis Andria, un altro disastro: il Nardò sbanca 0-1 il "Degli Ulivi" Fidelis Andria, un altro disastro: il Nardò sbanca 0-1 il "Degli Ulivi" Decide il tap-in vincente di Camara nel secondo tempo. Pesante contestazione dello stadio
La Fidelis torna al "Degli Ulivi": caccia alla vittoria contro il Nardò per allontanare la crisi La Fidelis torna al "Degli Ulivi": caccia alla vittoria contro il Nardò per allontanare la crisi Giancarlo Favarin nel pre-gara: «Importante il confronto in settimana. Ci aspetta un derby delicato»
Fidelis Andria 2018 – Nardò: chiusura strade stadio il 3 novembre Fidelis Andria 2018 – Nardò: chiusura strade stadio il 3 novembre L'ordinanza comunale avrà inizio dalle ore 12.00
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.