Non perdiamoci di vista (Foto Riccardo Di Pietro)
Non perdiamoci di vista (Foto Riccardo Di Pietro)
Non perdiamoci di vista

Occhiali: croce e delizia (parte 2)

Come scegliere la montatura più adatta alle esigenze visive tenendo sempre d’occhio le tendenze e l’estetica

Riprendiamo il discorso iniziato nello scorso post: oggi andremo a vedere nella pratica come scegliere gli occhiali più adatti al tipo di volto, tenendo conto del colore dell'iride, dell'incarnato, dei capelli e delle sopracciglia.
Come abbiamo già detto, ognuno di noi ha un suo stile e una sua personalità, per customizzare e dare carattere al suo look possiamo scegliere qualsiasi occhiale, ma in questo post cercheremo di scoprire piccoli segreti per trovare gli occhiali che esaltino il nostro viso. I consigli che seguono riguardano sia gli uomini che le donne, ma non dimentichiamo un "piccolo" particolare: la barba. Ebbene sì, come per le donne all'occorrenza arriva in soccorso il make-up ad armonizzare lineamenti troppo duri o per ingrandire otticamente gli occhi, nel caso degli uomini la barba o i baffi vanno a modificare il viso, rendendolo diverso nelle varie fasi di crescita della stessa barba, quindi gli accorgimenti elencati di seguito restano sempre validi ma bisogna tenere in conto questa variabile.

Viso ovale e/o allungato
Il viso ovale è molto regolare, perché rispetta le proporzioni tra fronte, naso e mento e quindi chi ha questo tipo di viso si trova nella situazione ottimale: è facilissimo valorizzarlo e praticamente tutte le montature si adattano. L'unico dettaglio da tener presente è la dimensione che deve essere proporzionale a quella del viso, quindi non più piccola e nemmeno più grande.

Viso tondo
Per il viso tondo la montatura da abbinare deve essere sottile e raffinata, di forma opposta a quella del viso, quindi prediligere design squadrato o rettangolare anche oversize. Da evitare assolutamente occhiali rotondi.

Viso a cuore o diamante
La montatura deve armonizzare questo tipo di viso, andando a smussare e a distogliere l'attenzione dalla spigolosità dei tratti. La scelta migliore è una montatura tonda, ovale o comunque arrotondata con un design più morbido.

Viso squadrato
Il viso squadrato è sottile, con mascelle basse, mento e zigomi evidenti. La montatura deve essere ovale o "a gatta" anche di dimensioni grandi o addirittura oversize. Il concetto è quello di smorzare le linee dure e addolcirle con forme armoniose, da evitare linee decise o troppo nette.

Nel caso di occhi chiari la montatura dovrà accompagnare esaltando lo sguardo, quindi in presenza di occhi verdi l'ideale è una montatura tartarugata o sui toni caldi del marrone, in caso di occhi azzurri si dovrebbe evitare una montatura completamente nera. Oltre a questi piccoli accorgimenti bisogna tener conto dell'incarnato che se troppo chiaro può avere un effetto visivo troppo netto con un occhiale scuro, mentre con la pelle olivastra o scura la scelta del colore è ampia.
I capelli fungono da cornice per il viso e la montatura deve abbinarsi bene con la capigliatura: nel caso di capelli biondi si consiglia una montatura che vada a richiamare i toni caldi o freddi del biondo quindi marroni tartarugati o in abbinamento con gli occhi chiari montature azzurre o blu; in presenza di capelli rossi è consigliabile provare una montatura nei toni del verde smeraldo più o meno acceso oppure una montatura con dettagli metallici; nelle persone con capelli scuri bisogna decidere se rimarcare il volto con una montatura scura o "alleggerire" i tratti con una montatura più sottile e di colore chiaro.
Si consiglia in ogni caso, di tener presente il proprio gusto personale e il comfort della montatura, nella scelta si deve cercare la massima funzionalità del ausilio visivo e poi trovare un compromesso con l'estetica.
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Perché non vedo bene con gli “occhiali da vicino”? Perché non vedo bene con gli “occhiali da vicino”? Quando insorge la presbiopia un paio di occhiali non basta più
Quando “vedere” i dieci decimi non basta più Quando “vedere” i dieci decimi non basta più Raggiungere la massima acuità visiva che l’occhio può esprimere, può aiutarci a cogliere prima i segnali di una patologia
Illusioni ottiche: com’è che si genera l’inganno Illusioni ottiche: com’è che si genera l’inganno Le illusioni ottiche riescono a trarre in inganno l’apparato visivo a “causa” del cervello
Come vedono i cani? Come vedono i cani? Cani e gatti non vedono in bianco e nero come spesso si pensa ma hanno una visione diversa dei colori
Teniamo d’occhio i festeggiamenti Teniamo d’occhio i festeggiamenti Tra Natale e Capodanno i traumi oculari si triplicano, tappi e fuochi d’artificio le cause principali
Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Oggi 13 dicembre si festeggia la Santa Patrona dei professionisti della visione e protettrice della vista
Cosa sono i residui intorno agli occhi? Cosa sono i residui intorno agli occhi? Svegliarsi con gli occhi “incollati”: secrezione oculare, quando preoccuparsi
Le lenti a contatto fanno male? Perché vedo le “mosche volanti”? Le lenti a contatto fanno male? Perché vedo le “mosche volanti”? Rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti sugli occhi
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.