L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa

Quando le immagini risultano poco definite e i contorni non appaiono nitidi è possibile che l’occhio sia astigmatico

Già in passato avevamo trattato questo argomento, ma la maggior parte delle persone non sa a cosa ci si riferisce quando si parla di astigmatismo.

L'astigmatismo è il difetto visivo per il quale si ha difficoltà a vedere chiaramente gli oggetti vicini e lontani, la visione non è mai nitida, definita e contrastata; per esempio durante un esame visivo optometrico, un soggetto astigmatico potrebbe confondere una R per una P, una E per una F, una N con una Z e così via, andando, per l'appunto, a non riconoscere i dettagli dei caratteri alfabetici presentati.

L'astigmatismo è un difetto visivo dovuto alla deformazione della cornea o del cristallino; anziché essere sferica, la cornea degli astigmatici ha spesso una forma allungata e questo causa un errore refrattivo, ossia una distorsione dell'immagine che si forma sulla retina e così la visione appare sfocata e/o distorta (vedi immagine sottostante).

Molto spesso l'astigmatismo si manifesta in concomitanza con la miopia, l'ipermetropia o la presbiopia; un astigmatismo di 0.25/0.50 diottrie è del tutto naturale e molto spesso, specie nei giovani adulti, l'occhio compensa autonomamente, tramite il meccanismo dell'accomodazione del cristallino, questo difetto. Come per miopia e ipermetropia, nella maggior parte dei casi tutte e due gli occhi sono simili sotto il punto di vista del difetto visivo e dell'entità, ma non sono pochi e rari i casi di anisometropia, condizione in cui i due occhi abbiano differenti difetti visivi e di diversa entità.

Questo difetto visivo, in genere è dovuto alla genetica e l'ereditarietà, alcune volte insorge dopo traumi, lesioni e infezioni, altre volte è campanello d'allarme per la possibile insorgenza del cheratocono (come abbiamo visto in uno dei precedenti post dedicati a questa patologia della cornea), per questo è necessario effettuare costanti esami visivi, specie se in famiglia ci sono casi similari, tenere sotto stretta osservazione la decorrenza dell'astigmatismo e della buona salute della cornea.

L'astigmatismo non corretto determina l'insorgenza di disturbi derivanti dal continuo cambio di messa a fuoco (accomodazione), nel tentativo di ottenere un'immagine nitida. Tali sintomi consistono in dolori ai bulbi oculari, all'arcata ciliare, affaticamento oculare, mal di testa, bruciore agli occhi e lacrimazione eccessiva.

L'astigmatismo si corregge semplicemente con lenti oftalmiche da occhiali o lenti a contatto, in caso di astigmatismo elevato si può procedere con interventi chirurgici.
L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testaL’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Ottobre: guarda che è importante Ottobre: guarda che è importante Fare prevenzione visiva con un esame o uno screening all’anno può salvare i nostri occhi
Cattive abitudini: “stropicciarsi” gli occhi Cattive abitudini: “stropicciarsi” gli occhi Sfregare gli occhi quando siamo stanchi ci dà immediato sollievo, ma se ripetuto può comportare gravi patologie
Gli occhiali da “lettura” cosa cambia tra i premontati e quelli su misura? Gli occhiali da “lettura” cosa cambia tra i premontati e quelli su misura? Gli occhiali “già pronti” possono provocare astenopia e fotofobia andrebbero utilizzati solo in caso di emergenza
Vedo le stelle Vedo le stelle San Lorenzo: una notte per guardare il cielo e “misurare” la vista
Lenti a contatto in estate Lenti a contatto in estate Cosa fare quando si decide di iniziare a portare le Lac? Le possono indossare tutti?
Armocromia: forme e colori per i nostri occhi Armocromia: forme e colori per i nostri occhi Gli occhiali non sono più solo un ausilio visivo ma un accessorio: l’armocromia ci aiuta a sentirci più confident
Estate: il vento, il sole e gli occhi rossi Estate: il vento, il sole e gli occhi rossi Iperemia bulbare: i raggi ultravioletti del sole possono causare cheratite attinica o congiuntivite
Gravi i danni provocati dal sole e dagli occhiali contraffatti Gravi i danni provocati dal sole e dagli occhiali contraffatti Guardare direttamente il sole senza protezione o esporsi con lenti da sole non a norma causano gravi e talvolta irrimediabili danni e patologie oculari
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.