Non perdiamoci di vista. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Non perdiamoci di vista. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Il glaucoma: la patologia che “ruba” la vista

Cos’è e come si sviluppa questa malattia che può portare alla cecità

Oggi parleremo di glaucoma, una patologia oculare molto importante e grave che se non viene diagnosticata e trattata in tempo porta alla cecità. Secondo l'OMS - Organizzazione mondiale della sanità – è la seconda causa di cecità irreversibile a livello planetario e più di 55 milioni di persone nel mondo ne sono affette; in Italia si stima che colpisca circa un milione di persone, ma la metà di esse non ne sarebbero a conoscenza perché non effettuano controlli visivi costanti.

Il glaucoma è caratterizzato da un aumento della pressione all'interno dell'occhio, e la possibilità di riscontrare il glaucoma sale nei soggetti over 45 anni, soggetti con casi di glaucoma in famiglia, soggetti con la pressione oculare alta (normalmente varia da 8 a 21 millimetri di mercurio, se aumenta troppo, danneggia le fibre del nervo ottico che trasmette le immagini al cervello), soggetti diabetici, miopi elevati, soggetti che usano cortisone o hanno subito traumi oculari.

Negli stadi iniziali il glaucoma non dà sintomi e la visione non ne risente, ma quando il soggetto affetto da glaucoma si accorge di avere un campo visivo ristretto, il nervo ottico è già stato danneggiato in modo irreversibile e la visione periferica è perduta. La diagnosi è quindi complessa e gli esami da svolgere a seconda del quadro clinico sono: tonometria, pachimetria, OCT, HRT e l'esame del campo visivo.

A seconda dell'anamnesi e del quadro clinico, ci sono trattamenti che limitano la progressione del glaucoma tramite la riduzione della pressione oculare, dato che ad oggi non c'è una vera e propria cura. Nel caso in cui le terapie farmacologiche non siano in grado di ridurre i valori della pressione oculare si ricorre al laser.

Oltre a controlli visivi costanti e cadenzati, lo stile di vita sano contribuisce a ridurre il rischio di glaucoma; quindi regolare esercizio fisico, una dieta ricca di vitamine A, C, E, zinco, luteina e cromo e anche mediante la protezione data dalle lenti con filtri che bloccano il passaggio della luce blu.
GlaucomaGlaucoma
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Estate 2019: gli occhiali must have Estate 2019: gli occhiali must have In passerella i nuovi trend per l’accessorio che caratterizza il look e protegge gli occhi dai raggi UV
Perché non vedo bene con gli “occhiali da vicino”? Perché non vedo bene con gli “occhiali da vicino”? Quando insorge la presbiopia un paio di occhiali non basta più
Quando “vedere” i dieci decimi non basta più Quando “vedere” i dieci decimi non basta più Raggiungere la massima acuità visiva che l’occhio può esprimere, può aiutarci a cogliere prima i segnali di una patologia
Illusioni ottiche: com’è che si genera l’inganno Illusioni ottiche: com’è che si genera l’inganno Le illusioni ottiche riescono a trarre in inganno l’apparato visivo a “causa” del cervello
Come vedono i cani? Come vedono i cani? Cani e gatti non vedono in bianco e nero come spesso si pensa ma hanno una visione diversa dei colori
Teniamo d’occhio i festeggiamenti Teniamo d’occhio i festeggiamenti Tra Natale e Capodanno i traumi oculari si triplicano, tappi e fuochi d’artificio le cause principali
Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Oggi 13 dicembre si festeggia la Santa Patrona dei professionisti della visione e protettrice della vista
Cosa sono i residui intorno agli occhi? Cosa sono i residui intorno agli occhi? Svegliarsi con gli occhi “incollati”: secrezione oculare, quando preoccuparsi
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.