Non perdiamoci di vista. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Non perdiamoci di vista. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Il glaucoma: la patologia che “ruba” la vista

Cos’è e come si sviluppa questa malattia che può portare alla cecità

Oggi parleremo di glaucoma, una patologia oculare molto importante e grave che se non viene diagnosticata e trattata in tempo porta alla cecità. Secondo l'OMS - Organizzazione mondiale della sanità – è la seconda causa di cecità irreversibile a livello planetario e più di 55 milioni di persone nel mondo ne sono affette; in Italia si stima che colpisca circa un milione di persone, ma la metà di esse non ne sarebbero a conoscenza perché non effettuano controlli visivi costanti.

Il glaucoma è caratterizzato da un aumento della pressione all'interno dell'occhio, e la possibilità di riscontrare il glaucoma sale nei soggetti over 45 anni, soggetti con casi di glaucoma in famiglia, soggetti con la pressione oculare alta (normalmente varia da 8 a 21 millimetri di mercurio, se aumenta troppo, danneggia le fibre del nervo ottico che trasmette le immagini al cervello), soggetti diabetici, miopi elevati, soggetti che usano cortisone o hanno subito traumi oculari.

Negli stadi iniziali il glaucoma non dà sintomi e la visione non ne risente, ma quando il soggetto affetto da glaucoma si accorge di avere un campo visivo ristretto, il nervo ottico è già stato danneggiato in modo irreversibile e la visione periferica è perduta. La diagnosi è quindi complessa e gli esami da svolgere a seconda del quadro clinico sono: tonometria, pachimetria, OCT, HRT e l'esame del campo visivo.

A seconda dell'anamnesi e del quadro clinico, ci sono trattamenti che limitano la progressione del glaucoma tramite la riduzione della pressione oculare, dato che ad oggi non c'è una vera e propria cura. Nel caso in cui le terapie farmacologiche non siano in grado di ridurre i valori della pressione oculare si ricorre al laser.

Oltre a controlli visivi costanti e cadenzati, lo stile di vita sano contribuisce a ridurre il rischio di glaucoma; quindi regolare esercizio fisico, una dieta ricca di vitamine A, C, E, zinco, luteina e cromo e anche mediante la protezione data dalle lenti con filtri che bloccano il passaggio della luce blu.
GlaucomaGlaucoma
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Occhi rossi e doloranti a causa del trucco: cosa fare Occhi rossi e doloranti a causa del trucco: cosa fare Prurito, arrossamento, lacrimazione, fotofobia: le reazioni allergiche al make up
Occhio pigro: occhio e cervello elaborano “male” l'input visivo Occhio pigro: occhio e cervello elaborano “male” l'input visivo L’ambliopia è volgarmente l’occhio pigro: chi e quando colpisce
Miopia e occhiali piccoli: perché? Miopia e occhiali piccoli: perché? Torna il trend anni 90: montature piccole e squadrate perfette per la miopia
A Natale dona i tuoi occhiali usati in beneficenza A Natale dona i tuoi occhiali usati in beneficenza Dopo il grande successo riscosso lo scorso anno, torna la raccolta di Occhiali Usati da donare in beneficenza
Giornata Mondiale del Diabete: l’esame visivo può salvare la vista Giornata Mondiale del Diabete: l’esame visivo può salvare la vista Retinopatia e glaucoma le prime due cause di cecità nel mondo dovute alle complicanze del diabete
Smartworking e i danni alla vista Smartworking e i danni alla vista Questo nuovo modo di svolgere il proprio lavoro può essere dannoso per la vista a causa della postura
Cioccolato: la cura per gli occhi Cioccolato: la cura per gli occhi Il cioccolato fornisce vitamina A, importante per la prevenzione della degenerazione maculare
Ottobre: guarda che è importante Ottobre: guarda che è importante Fare prevenzione visiva con un esame o uno screening all’anno può salvare i nostri occhi
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.