Il diabete inficia anche sulla vista?. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Il diabete inficia anche sulla vista?. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Il diabete inficia anche sulla vista?

Molte delle patologie oculari sono causate dal diabete e dagli elevati livelli di glucosio nel sangue

La retinopatia diabetica è una grave complicanza del diabete: colpisce la retina ed è la prima causa di ipovisione e cecità nei Paesi sviluppati, addirittura si calcola che venga diagnosticata una retinopatia a circa un terzo dei diabetici. L'OMS Organizzazione mondiale della sanità, stima che i diabetici nel mondo siano 422 milioni, mentre in Italia la prevalenza del diabete è stimata intorno al 5,3% della; colpisce particolarmente gli anziani ossia il 16,5% delle persone over 65. Se generalmente il diabete di tipo 1 (il più grave) è diagnosticato dopo i 30 anni, indicativamente la prevalenza di retinopatia diabetica è del 20% dopo 5 anni di malattia, del 40-50% dopo 10 anni e di oltre 90% dopo 20 anni.

La volte la retinopatia diabetica porta ad un calo progressivo della vista fino all'ipovisione e alla cecità, mentre in altri casi rimane priva di sintomi soggettivi (non si avverte alcun disturbo) fino a stadi avanzati della malattia, quando però si manifesta un calo grave ed improvviso dell'acuità visiva, per questo motivo e per le altre patologie oculari silenti si suggerisce almeno un controllo visivo all'anno. In seguito alla diagnosi di diabete è vivamente consigliabile prenotare tempestivamente una visita oculistica, in modo da valutare le condizioni visive e lo stato della retina.

La causa principale della retinopatia diabetica è la presenza di un diabete mal controllato che, nel tempo, porta allo sviluppo di alterazioni dei piccoli vasi sanguigni, fino a creare dei veri e propri sfiancamenti (detti microaneurismi) e la trasudazione della parte liquida del sangue in prossimità della regione maculare – il centro della retina – che, a sua volta, può provocare la maculopatia diabetica (èdema maculare). La malattia progredisce lentamente, provocando danni prima reversibili (curabili), che diventano progressivamente irreversibili (il tessuto nervoso retinico può essere danneggiato irreparabilmente e si può perdere la vista se non ci si cura correttamente).

Fare prevenzione è sempre essenziale in questi casi, innanzitutto controllando periodicamente il livello di zuccheri in circolo: occorre sottoporsi ai classici esami del sangue e, in particolare,della glicemia. Inoltre è essenziale eseguire controlli periodici del fondo oculare e, se necessario, sottoporsi ad esami specifici (come fluorangiografia e OCT) per valutare l'eventuale presenza della malattia e la sua gravità. Quest'ultima dipende, in massima parte, dal grado di scompenso del diabete: ciò che conta non è solo il valore della glicemia, ma pesano anche le sue variazioni quotidiane. Un test attendibile è l'emoglobina glicata (HbA1c): si misura con un semplice prelievo sanguigno e dà una misura dell'andamento della glicemia degli ultimi mesi.

Per la diagnosi della retinopatia diabetica, invece, l'osservazione del fondo oculare è un momento essenziale nella visita della vista della persona con diabete mellito. Altre metodiche che permettono di studiare il microcircolo e scoprire le alterazioni dei vasi retinici sono: retinografia (utile quando si debbano effettuare confronti nel tempo delle condizioni del fondo oculare) e fluorangiografia (la digitalizzazione di tale metodica permette di elaborare le immagini in modo da evidenziare con grande nitidezza le più piccole alterazioni della rete capillare e fornisce informazioni utili per un eventuale trattamento laser). Invece l'OCT è un esame diagnostico retinico non invasivo che consente di valutare l'eventuale presenza di liquido nei tessuti della retina (edema maculare diabetico) e la sua evoluzione nel tempo.
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Cosa succede ai nostri occhi quando notiamo delle macchioline o mosche volanti? Cosa succede ai nostri occhi quando notiamo delle macchioline o mosche volanti? Le miodesopsie sono dovute alla presenza di addensamenti nel liquido che riempie il bulbo oculare
L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa L’astigmatismo non corretto può provocare stanchezza e mal di testa Quando le immagini risultano poco definite e i contorni non appaiono nitidi è possibile che l’occhio sia astigmatico
Cheratocono: quando la diagnosi precoce salva la vista Cheratocono: quando la diagnosi precoce salva la vista Una delle patologie più pericolose per la nostra vista e per la salute dell’occhio
Il makeup interferisce sullo stato di salute degli occhi? Il makeup interferisce sullo stato di salute degli occhi? Il rito di truccare gli occhi parte da Cleopatra e arriva ai giorni nostri, cosa c’è da sapere
Donare occhiali usati: un gesto di altruismo Donare occhiali usati: un gesto di altruismo Domenica 22 dicembre, una grande festa per la raccolta straordinaria di occhiali usati
Google sostituisce l’esame visivo? Google sostituisce l’esame visivo? Ricercare i sintomi del proprio malessere sul web viene prima del consulto medico, vale anche per la vista
Perché le lenti da occhiali costano tanto, ed altre troppo poco? Perché le lenti da occhiali costano tanto, ed altre troppo poco? Quando si acquista un occhiale con lenti da vista è sempre importante farsi consegnare la certificazione e le “bustine”
Visione velata e opaca: la cataratta Visione velata e opaca: la cataratta Quando il cristallino si opacizza diventando cataratta, la visione appare sbiadita, ingiallita e annebbiata
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.