Gravidanza: si vede dagli occhi. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Gravidanza: si vede dagli occhi. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Gravidanza: si vede dagli occhi

Durante la gravidanza ci sono diversi cambiamenti nel fisico della donna: cosa accade agli occhi in gravidanza?

Tra qualche giorno sarà la festa della mamma e oggi ci occupiamo proprio delle future mamme di come e se cambia la condizione visiva durante la gravidanza, pre e post parto.

Nel corso della gravidanza la futura mamma può avere la sensazione di vederci meno bene rispetto al solito, nella maggior parte dei casi si tratta di un disturbo temporaneo, destinato a scomparire al termine dell'allattamento. Se si hanno difetti visivi e quindi si portano occhiali e/o le lenti a contatto, è bene informare lo specialista. La visita è d'obbligo in caso di diabete (sia gestazionale sia preesistente alla gravidanza) e nel caso in cui la mamma contragga la toxoplasmosi durante i nove mesi, perché sono patologie che possono provocare problemi alla retina.

Questi disturbi sono strettamente legati alla nuova condizione che l'organismo della futura mamma sta vivendo e, in particolare, al nuovo assetto ormonale (soprattutto, all'elevato tasso di progesterone ed estrogeni in circolo nel sangue), legato ai cambiamenti che si verificano durante la gestazione per garantire un corretto sviluppo del feto. Questi cambiamenti spesso coinvolgono anche l'occhio, in alcuni casi addirittura provocando una lieve modificazione della curvatura della cornea (la membrana trasparente situata nella parte anteriore dell'occhio costituente la prima e più importante delle lenti oculari) e del cristallino (la struttura trasparente che consente la messa a fuoco delle immagini) che incide sulla vista. Inoltre, cambia la qualità e la quantità della secrezione lacrimale, modificando lo stato di idratazione della cornea.

Per questi motivi, può verificarsi una difficoltà nella messa a fuoco e, quindi, la futura mamma può avere la sensazione di vedere meno bene. In ogni caso si tratta di una condizione assolutamente temporanea: dopo il parto e, soprattutto, al termine dell'allattamento, quando gli ormoni saranno rientrati nella norma, la vista tornerà quella di prima.

Lo studio condotto da Brendan O'Brien, ci spiega che i cambiamenti ormonali influiscono sul corpo della donna e possono avere conseguenze anche sulla sua vista. Spesso le donne in gravidanza soffrono di ritenzione idrica, perciò, i liquidi in eccesso possono essere trattenuti anche a livello degli occhi, con conseguenze sullo spessore della cornea, questo può comportare una vista offuscata e "distorta".

Nel 30% dei casi non si evidenzia nessun cambiamento della vista, nel 26% si denota un "peggioramento" della miopia, il 19% delle donne in gravidanza soffrono di secchezza oculare, solo l'8% di loro nota la vista "offuscata".

Durante la gravidanza, può accadere di non riuscire a tollerale le lenti a contatto, oppure riuscire a indossarle per periodi molto brevi, questo accade proprio a causa della variazione del film lacrimale che può risultare scarso. In questi casi lo specialista consiglierà alla futura mamma di sospendere l'uso delle lenti a contatto per un certo periodo, oppure di limitarne l'utilizzo a poche ore al giorno, se necessario a cambiare tipologia di lente a contatto preferendone una con un alto indice di idratazione.

Consigliamo caldamente alle future mamme di rivolgersi sempre allo specialista, per scongiurare qualsiasi pericolo per la mamma e il bambino.

Auguri (futura) Mamma!
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Donare occhiali usati: un gesto di altruismo Donare occhiali usati: un gesto di altruismo Domenica 22 dicembre, una grande festa per la raccolta straordinaria di occhiali usati
Google sostituisce l’esame visivo? Google sostituisce l’esame visivo? Ricercare i sintomi del proprio malessere sul web viene prima del consulto medico, vale anche per la vista
Perché le lenti da occhiali costano tanto, ed altre troppo poco? Perché le lenti da occhiali costano tanto, ed altre troppo poco? Quando si acquista un occhiale con lenti da vista è sempre importante farsi consegnare la certificazione e le “bustine”
Visione velata e opaca: la cataratta Visione velata e opaca: la cataratta Quando il cristallino si opacizza diventando cataratta, la visione appare sbiadita, ingiallita e annebbiata
Il bambino è in grado di vedere già nel pancione? Il bambino è in grado di vedere già nel pancione? La vista dei neonati si sviluppa già durante i primi otto mesi di gestazione e durante la ventottesima settimana di gestazione il feto sarà in grado di distinguere la luce dal buio
Ottobre: mese della vista Ottobre: mese della vista La prevenzione visiva e la giornata mondiale della vista
Cheratocono: scoperta tutta italiana per fermare l’avanzamento Cheratocono: scoperta tutta italiana per fermare l’avanzamento Colpisce una persona su 500, con un’incidenza maggiore tra giovani adulti
Settembre: occhio ricomincia la scuola Settembre: occhio ricomincia la scuola Spesso lo scarso rendimento scolastico è influenzato da difetti visivi non corretti
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.