Di cosa parliamo quando parliamo di miopia. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Di cosa parliamo quando parliamo di miopia. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Di cosa parliamo quando parliamo di miopia

Da questa settimana impareremo a conoscere le ametropie dell'occhio

Da questa settimana diamo inizio a una serie di post che spiegheranno le varie ametropie dell'occhio, quali: miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia.

Oggi parliamo di miopia, che è quel difetto visivo per cui gli oggetti distanti appaiono sfocati mentre gli oggetti vicini sono nitidi. Si tratta di un disturbo piuttosto comune che non sempre viene riconosciuto dai soggetti miopi, in quanto nella lettura di un libro, per esempio, non si hanno difficoltà, e in caso di miopia lieve, si riescono a discriminare anche gli oggetti posti nella distanza prossimale/intermedia.

Il termine "miopia" deriva dal greco myōpía e significa "socchiudere gli occhi", proprio il gesto compiuto dai soggetti miopi per cercare di vedere meglio e mettere a fuoco l'immagine.

Tecnicamente nell'occhio "normale" (occhio emmetrope) i raggi luminosi che provengono dagli oggetti distanti vanno a fuoco sulla retina, mentre nell'occhio miope, questi raggi cadono davanti alla retina e poi divergono formando sulla superficie retinica un'immagine sfocata (vedi immagine sottostante). Per questo generalmente i miopi strizzano gli occhi socchiudendo le palpebre, nel tentativo di riportare a fuoco gli oggetti lontani.

In genere la miopia si manifesta in età scolare (bambini che non vedono bene la lavagna, è un indizio per esempio), aumenta nel periodo dello sviluppo e tende a stabilizzarsi prima dei 30 anni. La miopia viene classificata, in base dell'entità: lieve (entro le 3 diottrie), media (da 3 a 6 diottrie), elevata (oltre le 6 diottrie). Molto spesso le ametropie sferiche, quindi miopia e ipermetropia si manifestano in concomitanza con l'astigmatismo, che è un difetto visivo che vedremo più avanti.

La miopia si corregge con le lenti oftalmiche negative, quindi sia occhiali che lenti a contatto; in base all'entità della miopia e al singolo caso si possono intraprendere diversi percorsi, partire dal semplice occhiale, a trattamenti ortocheratologici (una tipologia di lenti a contatto notturne che vedremo nei prossimi articoli) a interventi chirurgici.

Negli ultimi anni sono stati condotti alcuni studi secondo i quali la miopia si può prevenire, anche se solo in misura limitata. Stando a una ricerca pubblicata nel 2011 dall'Università di Cambridge, si è studiato che per i bambini il rischio di avere la miopia, si riduce del 2% per ogni ora in più trascorsa all'aperto ogni settimana. Inoltre, per quanto riguarda l'importanza di uno stile di vita sano secondo ricerche condotte in Australia, i bambini che vivono molto tempo all'aria aperta e al sole tendono a sviluppare più difficilmente la miopia. Ricordiamo che comunque esiste anche una componente non legata allo stile di vita, ma ereditaria: se uno o entrambi i genitori sono miopi è più probabile che lo siano anche i figli.
Di cosa parliamo quando parliamo di miopiaDi cosa parliamo quando parliamo di miopia
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Settembre: occhio ricomincia la scuola Settembre: occhio ricomincia la scuola Spesso lo scarso rendimento scolastico è influenzato da difetti visivi non corretti
Occhi al cielo Occhi al cielo Esprimere un desiderio e “misurare la vista” nella notte delle stelle cadenti
Ciak si gira: occhiali da film Ciak si gira: occhiali da film Gli occhiali iconici che sono diventati famosi grazie ad attori, cantanti ed artisti
Estate tempo di lenti a contatto Estate tempo di lenti a contatto Improvvisarsi portatori di lenti a contatto può essere molto rischioso: cosa fare quando si decide di iniziare a portare le Lac
La donazione delle cornee per ridare la vista La donazione delle cornee per ridare la vista Donare le cornee è una grande opportunità: sono estremamente limitati i casi di esclusione dalla donazione
Occhio all’estate Occhio all’estate Alimentazione, occhiali da sole e il nostro olio EVO: i grandi alleati della salute dei nostri occhi
Occhiali da “lettura” premontati: fanno male? Occhiali da “lettura” premontati: fanno male? Gli occhiali “già pronti”, da utilizzare solo in caso di emergenza, possono provocare astenopia e fotofobia
Gravidanza: si vede dagli occhi Gravidanza: si vede dagli occhi Durante la gravidanza ci sono diversi cambiamenti nel fisico della donna: cosa accade agli occhi in gravidanza?
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.