Di cosa parliamo quando parliamo di miopia (Foto Riccardo Di Pietro)
Di cosa parliamo quando parliamo di miopia (Foto Riccardo Di Pietro)
Non perdiamoci di vista

Di cosa parliamo quando parliamo di miopia

Da questa settimana impareremo a conoscere le ametropie dell'occhio

Da questa settimana diamo inizio a una serie di post che spiegheranno le varie ametropie dell'occhio, quali: miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia.

Oggi parliamo di miopia, che è quel difetto visivo per cui gli oggetti distanti appaiono sfocati mentre gli oggetti vicini sono nitidi. Si tratta di un disturbo piuttosto comune che non sempre viene riconosciuto dai soggetti miopi, in quanto nella lettura di un libro, per esempio, non si hanno difficoltà, e in caso di miopia lieve, si riescono a discriminare anche gli oggetti posti nella distanza prossimale/intermedia.

Il termine "miopia" deriva dal greco myōpía e significa "socchiudere gli occhi", proprio il gesto compiuto dai soggetti miopi per cercare di vedere meglio e mettere a fuoco l'immagine.

Tecnicamente nell'occhio "normale" (occhio emmetrope) i raggi luminosi che provengono dagli oggetti distanti vanno a fuoco sulla retina, mentre nell'occhio miope, questi raggi cadono davanti alla retina e poi divergono formando sulla superficie retinica un'immagine sfocata (vedi immagine sottostante). Per questo generalmente i miopi strizzano gli occhi socchiudendo le palpebre, nel tentativo di riportare a fuoco gli oggetti lontani.

In genere la miopia si manifesta in età scolare (bambini che non vedono bene la lavagna, è un indizio per esempio), aumenta nel periodo dello sviluppo e tende a stabilizzarsi prima dei 30 anni. La miopia viene classificata, in base dell'entità: lieve (entro le 3 diottrie), media (da 3 a 6 diottrie), elevata (oltre le 6 diottrie). Molto spesso le ametropie sferiche, quindi miopia e ipermetropia si manifestano in concomitanza con l'astigmatismo, che è un difetto visivo che vedremo più avanti.

La miopia si corregge con le lenti oftalmiche negative, quindi sia occhiali che lenti a contatto; in base all'entità della miopia e al singolo caso si possono intraprendere diversi percorsi, partire dal semplice occhiale, a trattamenti ortocheratologici (una tipologia di lenti a contatto notturne che vedremo nei prossimi articoli) a interventi chirurgici.

Negli ultimi anni sono stati condotti alcuni studi secondo i quali la miopia si può prevenire, anche se solo in misura limitata. Stando a una ricerca pubblicata nel 2011 dall'Università di Cambridge, si è studiato che per i bambini il rischio di avere la miopia, si riduce del 2% per ogni ora in più trascorsa all'aperto ogni settimana. Inoltre, per quanto riguarda l'importanza di uno stile di vita sano secondo ricerche condotte in Australia, i bambini che vivono molto tempo all'aria aperta e al sole tendono a sviluppare più difficilmente la miopia. Ricordiamo che comunque esiste anche una componente non legata allo stile di vita, ma ereditaria: se uno o entrambi i genitori sono miopi è più probabile che lo siano anche i figli.
Di cosa parliamo quando parliamo di miopiaDi cosa parliamo quando parliamo di miopia
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Come vedono i cani? Come vedono i cani? Cani e gatti non vedono in bianco e nero come spesso si pensa ma hanno una visione diversa dei colori
Teniamo d’occhio i festeggiamenti Teniamo d’occhio i festeggiamenti Tra Natale e Capodanno i traumi oculari si triplicano, tappi e fuochi d’artificio le cause principali
Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Santa Lucia: tra tradizione e prevenzione Oggi 13 dicembre si festeggia la Santa Patrona dei professionisti della visione e protettrice della vista
Cosa sono i residui intorno agli occhi? Cosa sono i residui intorno agli occhi? Svegliarsi con gli occhi “incollati”: secrezione oculare, quando preoccuparsi
Le lenti a contatto fanno male? Perché vedo le “mosche volanti”? Le lenti a contatto fanno male? Perché vedo le “mosche volanti”? Rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti sugli occhi
Come vedono i daltonici? Come vedono i daltonici? Una persona su 20 soffre di daltonismo: Pink Floyd, Newton e Dalton per capire cosa è
Lo sport per la vista, la vista per lo sport Lo sport per la vista, la vista per lo sport Bastano 4-5 minuti al giorno di attività fisica, per “proteggere” il nostro sistema visivo
Bambini: quando si fa il primo controllo della vista? Bambini: quando si fa il primo controllo della vista? Ottobre il mese della vista: la prevenzione inizia dai primi giorni di vita
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.