Cosa sono i residui intorno agli occhi?. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
Cosa sono i residui intorno agli occhi?. Foto Riccardo Di Pietro
Non perdiamoci di vista

Cosa sono i residui intorno agli occhi?

Svegliarsi con gli occhi “incollati”: secrezione oculare, quando preoccuparsi

Nello scorso post abbiamo risposto ad alcune domande che mi vengono rivolte molto spesso, oggi risponderemo ad un'altra domanda: è normale al risveglio ritrovarsi con gli occhi "incollati"?

Ritrovarsi al mattino con gli occhi leggermente appiccicati e/o con piccole secrezioni nell'angolo interno o nei pressi della congiuntiva è del tutto normale. In linea di massima, al risveglio gli occhi devono essere puliti o possono al massimo presentare qualche crosticina dovuta al seccarsi della secrezione lacrimale durante la notte. Gli occhi come tutto l'organismo, producono fluidi e scarti; durante la notte l'occhio produce il muco: quando vengono riaperti gli occhi dopo tante ore, l'occhio espelle dei residui per eliminare gli agenti esterni e smaltire cellule morte e i "rifiuti" organici. Una piccola quantità di secrezione oculare, quindi, è innocua, ma nel caso in cui si dovessero notare cambiamenti del colore, della frequenza, della consistenza e della quantità di liquidi che fuoriescono dall'occhio o si accumulano alla sua base, potrebbe essere necessario consultare il medico oculista.

Si parla, quindi, di secrezione oculare quando si verificano perdite eccessive dall'occhio, rispetto alla norma, di siero o pus, generalmente composto da muco, sostanze oleose, misti a cellule della pelle e altre scorie. La secrezione oculare, in condizioni normali, ha una funzione protettiva, ma se si nota una differenza di produzione, colore e quantità di liquidi dall'occhio si tratta di un sintomo generalmente associato a infezioni oculari e altre malattie come la congiuntivite virale, batterica o allergica, infezioni del virus Herpes Zoster a livello oculare, cheratite di origine micotica. Alcune delle principali patologie legate a secrezione oculare sono: blefarite, calazio, cheratite, congiuntivite, dermatite seborroica, entropion, herpes zoster oftalmico, orzaiolo, sindrome dell'occhio secco, ulcera corneale. Se ci si sveglia al mattino con gli occhi "appiccicati", tanto che si stenta ad aprirli, è necessario effettuare una visita oculistica, perché questo fenomeno può essere il sintomo di problemi di natura diversa, che necessitano di terapie adeguate.

Nell'eventualità in cui ci si ritrovi al mattino con gli occhi appiccicosi il modo migliore per pulire un occhio appiccicato è utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto di acqua tiepida, successivamente bisognerà contattare lo specialista. La visita oculistica identificherà poi l'irritazione che ha causato l'aumento della secrezione e quindi la formazione di croste durante la notte.
  • Ottica e Optometria
Altri contenuti a tema
Cioccolato: la cura per gli occhi Cioccolato: la cura per gli occhi Il cioccolato fornisce vitamina A, importante per la prevenzione della degenerazione maculare
Ottobre: guarda che è importante Ottobre: guarda che è importante Fare prevenzione visiva con un esame o uno screening all’anno può salvare i nostri occhi
Cattive abitudini: “stropicciarsi” gli occhi Cattive abitudini: “stropicciarsi” gli occhi Sfregare gli occhi quando siamo stanchi ci dà immediato sollievo, ma se ripetuto può comportare gravi patologie
Gli occhiali da “lettura” cosa cambia tra i premontati e quelli su misura? Gli occhiali da “lettura” cosa cambia tra i premontati e quelli su misura? Gli occhiali “già pronti” possono provocare astenopia e fotofobia andrebbero utilizzati solo in caso di emergenza
Vedo le stelle Vedo le stelle San Lorenzo: una notte per guardare il cielo e “misurare” la vista
Lenti a contatto in estate Lenti a contatto in estate Cosa fare quando si decide di iniziare a portare le Lac? Le possono indossare tutti?
Armocromia: forme e colori per i nostri occhi Armocromia: forme e colori per i nostri occhi Gli occhiali non sono più solo un ausilio visivo ma un accessorio: l’armocromia ci aiuta a sentirci più confident
Estate: il vento, il sole e gli occhi rossi Estate: il vento, il sole e gli occhi rossi Iperemia bulbare: i raggi ultravioletti del sole possono causare cheratite attinica o congiuntivite
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.