La salute vien mangiando

Il pomodoro: l’imperatore degli ortaggi

Che cucina mediterranea sarebbe senza il pomodoro?

Protagonista indiscusso di insalate e piatti sfiziosi tipicamente mediterranei, il pomodoro (Solanum Lycopersicum) è un vero e proprio concentrato di salute. Ricco di acqua (94%), il pomodoro contiene discreti quantitativi di vitamine e minerali come potassio, ferro e fosforo. Amico delle diete ipocaloriche, l'imperatore degli ortaggi da frutto non costituisce un pericolo per la linea: tanta salute con poche calorie (solo 17 per 100 grammi).

Il pomodoro si distingue dagli altri ortaggi per l'alto contenuto di licopene, uno dei più potenti antiossidanti, efficace nel combattere i radicali liberi responsabili di numerose malattie degenerative. Infatti numerosi studi negli ultimi anni ne hanno messo in evidenza le spiccate proprietà definendolo un pigmento utile nel combattere l'invecchiamento cellulare, le malattie cardiovascolari e nel prevenire alcune forme tumorali quali il cancro alla prostata, al tratto digerente e al pancreas.

Il licopene appartiene al gruppo dei carotenoidi, un insieme di pigmenti di colore giallo-rosso responsabili della colorazione di vari frutti; non può essere sintetizzato dall'organismo ma deve essere assunto con la dieta. Un kg di pomodori maturi ne contiene ben 50 mg concentrato maggiormente nella buccia. La concentrazione del licopene nel pomodoro aumenta con la maturazione; pomodori verdi e acerbi contengono un quantitativo di licopene inferiore rispetto ai pomodori rossi e maturi. Al contrario di molte vitamine e minerali, la biodisponibilità del licopene aumenta all'aumentare della temperatura; quindi è consigliabile cuocere i pomodori quanto basta aggiungendo un po' di olio cosi da aumentarne l'assorbimento, essendo il licopene liposolubile. Una volta assorbito, a livello intestinale il licopene viene depositato nelle ghiandole surrenali, nel fegato, nei testicoli, nella mammella e nella prostata, pronto per essere utilizzato al momento giusto.

Il pomodoro è molto conosciuto per le sue numerose proprietà terapeutiche. Ha una notevole capacità di stimolare la diuresi in modo da depurare e liberare l'organismo dalle scorie in eccesso; è consigliato ai costipati perché, essendo la buccia ricca di fibre, stimola la motilità intestinale, a sfavore di stipsi ed intestino pigro, ai diabetici per la povertà in zuccheri, agli ipertesi per la scarsa quantità di sale. Controindicazione? È sconsigliata a chi soffre di bruciore gastrico poiché abbassa il pH gastrico. Inoltre essendo ricco di istamina è in grado di scatenare reazioni allergiche.

Ora non vi resta che correre in cucina a preparare un gustoso piatto di spaghetti con pomodoro fresco e basilico completato con un filo d' olio extravergine d'oliva. Buon Appetito.
    © 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.