Vittorio Catino
Vittorio Catino
Attualità

Vittorio Catino, il pilota andriese che accarezza il sogno della Formula 1

Dai go-kart alle monoposto in Formula 4: la storia di un giovanissimo fuoriclasse con le corse nel dna

La storia di un talento puro, un fuoriclasse con la corsa nel dna. E' la storia del 14enne andriese Vittorio Catino, pilota di Formula 4 dall'impressionante potenziale di crescita, che nel giro di pochi anni potrebbe portarlo ad accarezzare il sogno della Formula 1. Per inseguire la sua passione per le corse, Vittorio ha viaggiato tantissimo nonostante la sua giovane età, anche per via delle sue origini: nato ad Andria da padre italiano, Antonio, e madre messicana, Vittorio è cresciuto in Messico nella città di Guadalajara, patria del tequila e della musica dei mariachi.

Ed è proprio lì, nell'affascinante Stato centroamericano, che all'età di tre anni emerge per la prima volta la passione per le corse. Tutto nasce nel parcheggio di un supermercato dove c'erano go-kart: Vittorio se ne "innamora" in un colpo guidandone uno. Due anni dopo, li reincontrerà ad una festa per bambini in un parco divertimenti. «Vittorio spese tutti i gettoni del braccialetto sui go-kart. Non è comune che un ragazzo venga fuori con questa indomita passione per le macchine, mentre la maggior parte dei bambini ama il calcio», racconta nella nostra intervista papà Antonio. Vittorio decide che è già il momento di fare sul serio: all'età di sei anni, avviene il passaggio dai go-kart amatoriali a quelli professionali, che potevano raggiungere una velocità di 60 km/h. «Guidarli è stato sorprendente», afferma Vittorio. Da questo momento in poi, il giovanissimo pilota comincia a salire di categoria e vince il suo primo campionato a livello interregionale. E' il preludio al successo più importante: poco tempo dopo, Vittorio trionfa anche al campionato nazionale del Messico nella sua categoria. Una crescita rapida ed esponenziale, che si arricchisce di un altro prestigioso traguardo negli Stati Uniti, dove Vittorio ottiene il titolo di vice-campione in un torneo internazionale svoltosi in Texas, al quale partecipano dagli USA, dall'America Latina e anche dall'Europa. Nel 2015 e 2016 arrivano i due successi consecutivi al Gran Prix International, per poi arrivare in finale a Las Vegas e successivamente aggiudicarsi un'altra vittoria a Dallas.

Dopo i successi in giro per l'America, la famiglia Catino arriva in Europa: qui Vittorio inizia a gareggiare con i campioni del mondo nella sua categoria, arrivando a un solo decimo dal primo classificato; «un'ulteriore conferma del suo immenso talento», afferma con orgoglio papà Antonio. La storia del giovane pilota andriese opera una svolta pochi mesi fa, quando Vittorio decide di lasciare il mondo dei go-kart per salire sulle monoposto: iniziano così i primi test in Formula 4, che hanno dato esito positivo. Papà Antonio ci racconta una parte molto interessante di questa svolta nella carriera di Vittorio: «Ci siamo resi conto che il nostro progetto iniziava a diventare una vera e propria realtà quando Carlos Slim Domit, noto imprenditore mondiale che gestisce oltre 200 aziende, ha notato Vittorio e vorrebbe averlo nella sua scuderia Telmex, il vivaio dei piloti-talenti che porta in Formula 1. Tra questi c'è Sergio "Checo" Perez, 29enne pilota messicano che gareggia in Formula 1. E' un onore per noi far parte della sua squadra, ma abbiamo anche bisogno di qualcuno che creda in noi, che voglia investire nella nostra realtà. Ho investito tanto e continuerò a farlo, ma da solo non ce la faccio. In famiglia siamo convinti che i successi vadano condivisi, e ciò che oggi investi, domani ti sarà restituito e anche di più, come ci insegnano alcuni personaggi di successo». Innumerevoli sono i sacrifici quotidiani della famiglia Catino per sostenere la passione del figlio-pilota in giro per il mondo, ma per il suo indubbio talento ne vale davvero la pena: «Abbiamo creduto dall'inizio nel talento di Vittorio, - dice papà Antonio - il nostro ruolo come genitori è stargli vicino e fargli sapere che non è solo e crediamo in lui, lo aiutiamo a livello morale e psicologico. Rifarei tutto quello che ho fatto perchè credo fortemente nella sua passione».

Vittorio ci racconta infine alcuni segreti del mestiere: «Mi alleno cinque giorni a settimana per due ore e mezza al giorno in palestra: alleno braccia, deltoidi, collo, gambe, insomma un allenamento completo. Bisogna essere costanti nell'allenamento ma soprattutto quando si è in pista: il segreto per compiere un buon giro è andare negli stessi posti, frenare nello stesso punto; in questo modo è possibile effettuare ogni giro con lo stesso tempo. A livello mentale, un pilota deve essere sempre positivo, concentrarsi nei punti giusti di frenata e accelerazione, essere lucido alla partenza e studiare come effettuare i sorpassi. Per tutto questo si ragiona in millesimi di secondo». Dalla Formula 4 comincia la scalata verso il sogno più ambito, la Formula 1; Vittorio ha le idee chiare sui suoi piloti preferiti, che un giorno potrà persino incontrare in pista: «I miei idoli sono Hamilton, Verstappen e Vettel: mi piace come guidano, hanno tecnica e aggressività alla guida oltre alla determinazione di vincere. Il pilota che però ha fatto la storia è Schumacher con 7 titoli mondiali, ma adesso anche Hamilton sta battendo diversi record».

Ecco, caro Vittorio, con un sentito messaggio da tutta la nostra redazione, ti auguriamo di battere tanti record e di arrivare al più presto tra le monoposto di Formula 1. Con l'auspicio che qualcuno possa investire nel talento del fuoriclasse andriese e guidarlo con più facilità in un percorso di crescita che potrà regalare immense soddisfazioni a Vittorio e alla sua famiglia, alla sua amata Andria, a tutta Italia.

Contatti
INSTAGRAM: vittoriocatino1
FACEBOOK: Vittorio Catino
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • Vittorio Catino
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.