violenza sulle donne
violenza sulle donne
Eventi e cultura

Violenza sulle donne, ad Andria flash mob “Sono caduta dalle scale…”

Il 25 novembre iniziativa di sensibilizzazione in Largo Torneo organizzata da Le Amiche per le Amiche, Confcommercio e Ideazione

Da inizio 2021 ogni tre giorni in Italia si è consumato un femminicidio. Sono 103 le donne sono state uccise, i dati del Viminale si riferiscono a quanto accaduto al 14 novembre. In occasione della giornata contro la violenza sulle donne del 25 novembre, ad Andria prende forma il primo flashmob in cui manifesteranno insieme uomini e donne per dire insieme "No alla violenza di genere". La manifestazione si terrà alle ore 18.30 in Largo XXV aprile (Largo Torneo).

L'iniziativa voluta per riflettere e per sensibilizzare sul tema è organizzata da Le Amiche per le Amiche, la delegazione di Andria della Confcommercio e l'associazione sociale e culturale Ideazione. Tutto è nato da un monito lanciato dalla presidente de Le Amiche, l'avvocata Francesco Magliano che nei giorni scorsi sui social invitava gli uomini a manifestare insieme alle donne per prendere tutti insieme posizione contro la violenza di genere: "Uomini dove siete? Ci lascerete ancora sole a manifestare, a protestare, a gridare aiuto per la violenza inaudita che alcuni di voi scatenano contro noi? Per la violenza che subiscono innocenti indifesi dinanzi ai quali massacrate le loro mamme? Per tutte le discriminazioni che viviamo ogni giorno, in ogni campo, frutto di un patriarcato che continua a fare danni?", si chiedeva Magliano.

Ed ecco che la risposta a queste domande è arrivata e Claudio Sinisi, presidente della Confcommercio di Andria e Antonio Di Gregorio, presidente di Ideazione hanno deciso di scendere in campo per essere al fianco delle donne in questa battaglia. "La violenza contro una donna non dovrebbe esistere! Il confronto è il metodo ideale per poter affrontare nel miglior modo possibile qualsiasi 'problema' esistente tra le persone. Bisogna imparare da Papa Francesco e saper chiedere permesso, scusa e pronunciare grazie. Se in una famiglia si dicono queste parole, la famiglia va avanti. Se tutto ciò non dovesse avvenire si potrebbe trasformare in altro. A quel punto bisognerebbe denunciare", sostiene Di Gregorio.

"Sappiamo chiaramente da che parte stare, e sappiamo che questa è una battaglia di civiltà che ci deve vedere tutti schierati sullo stesso fronte. Il fronte comune è quello del credere nella non violenza di genere. È una battaglia culturale da affrontare tutti insieme. E il 25 lo dimostreremo con i fatti coinvolgendo anche le attività commerciali perché tutti prendano posizione insieme a noi e nessuna donna debba essere più costretta a dire 'Sono caduta dalle scale…' per nascondere la verità. L'hashtag che lanciamo è #maipiùsola", conclude Sinisi.

Al fine di sensibilizzare la collettività, le associazioni tutte hanno altresì chiesto a Federfarma Puglia, nella persona del suo presidente, dott. Francesco Fullone, di invitare quasi 1300 sedi farmaceutiche pugliesi ad illuminare le insegne a forma di croce che le individuano di colore rosso, possibilmente inserendo il testo: "Mai più sole. Amore e non violenza sulle donne".
flash mob novembre
  • violenza sulle donne
Altri contenuti a tema
Identificato "falso ginecologo" che terrorizzava le donne con diagnosi di gravi infezioni: almeno 400 le vittime Identificato "falso ginecologo" che terrorizzava le donne con diagnosi di gravi infezioni: almeno 400 le vittime I dati delle donne, sarebbero stati ottenuti dalla consultazione di portali di annunci di compravendite on line
Violenza familiare: 32enne arrestato dopo lunghe vessazioni ed angherie nei confronti della ex compagna Violenza familiare: 32enne arrestato dopo lunghe vessazioni ed angherie nei confronti della ex compagna L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, era divenuto irreperibile, dopo un' ordinanza di carcerazione emessa dalla magistratura tranese
Al CPIA Bat inaugurata ieri una panchina rossa per celebrare la "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne" Al CPIA Bat inaugurata ieri una panchina rossa per celebrare la "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne" Studentesse, insieme ai loro docenti, hanno declamato, a turno e ad alta voce, i diritti delle donne
Cittadini e associazioni andriesi sono scesi in strada per dire “No” alla violenza sulle donne Cittadini e associazioni andriesi sono scesi in strada per dire “No” alla violenza sulle donne Si sono dati appuntamento, ieri sera, a Largo Torneo per ricordare le vittime di femminicidio
"Violenza contro le donne assume diverse forme e sembra non conoscere confini" "Violenza contro le donne assume diverse forme e sembra non conoscere confini" L'amara riflessione di Vincenzo Gesualdo, presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia
Istituzioni, Associazioni e mondo della Scuola uniti per dire NO alla violenza contro le donne Istituzioni, Associazioni e mondo della Scuola uniti per dire NO alla violenza contro le donne "Mai più nelle sue mani": manifestazione questa mattina all’Istituto Colasanto di Andria
Video messaggio del Sindaco Bruno per la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne Video messaggio del Sindaco Bruno per la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne Le iniziative messe in cantiere dall'Amministrazione comunale di Andria in occasione di questa ricorrenza
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, riflessioni di una studentessa: «Su questo tema c’è ancora tanta indifferenza» Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, riflessioni di una studentessa: «Su questo tema c’è ancora tanta indifferenza» Le considerazioni di Antonella Tristano, frequentante il quinto anno del Liceo Classico “Carlo Troya” di Andria
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.