arresto
arresto
Cronaca

Violenza sessuale nei confronti di una bambina di 10 anni: nuovo brutale episodio ad Andria

I poliziotti della squadra "Volanti", agli ordini del vice Questore aggiunto Napoletano, hanno identificato e denunciato un ragazzo di 17 anni

L'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, in collaborazione con la Squadra Mobile di Barletta Andria Trani ha identificato e denunciato alla Procura presso il Tribunale dei Minorenni di Bari un ragazzo di 17 anni, resosi responsabile di violenza sessuale aggravata ai danni di una bambina di 10 anni.
Questi i fatti: nel tardo pomeriggio di qualche settimana fa, la bambina veniva accompagnata presso l'esercizio commerciale della madre da una conoscente di quest'ultima, dicendole che la figlia poco prima aveva subìto molestie, per strada, da un ragazzo a bordo di bici elettrica. La madre, allarmata, con molta insistenza riusciva a vincere la ritrosia della figlia a raccontare cosa fosse successo: il ragazzo in questione l'aveva approcciata chiedendole di "giocare al dottore" con lui. Dopodiché iniziava a toccarle le parti intime.
Solo l'intervento della passante, che notava la scena ed iniziava ad urlare contro il ragazzo, minacciandolo di chiamare le Forze dell'Ordine, lo faceva desistere dalle sue azioni: montava a bordo della bici elettrica e si allontanava. Dopo aver ricevuto la denuncia della madre, i poliziotti della squadra "Volanti", agli ordini de vice Questore aggiunto Bruno Napoletano, si attivavano per risalire all'identità del responsabile del gravissimo comportamento, scoprendo che lo stesso aveva importunato altre donne e ragazze dello stesso quartiere, in più occasioni, con domande a sfondo sessuale.
Si riusciva, alla fine, ad arrivare ad un identikit del ragazzo sulla base delle descrizioni fornite; l'epilogo dell'indagine è consistito nel pieno riconoscimento, da parte di tutte le testimoni oculari, della fotografia dello stesso: un 17enne del posto, che veniva quindi deferito all'Autorità Giudiziaria per violenza sessuale consumata nei confronti di minore infraquattordicenne.
Giova, infine, precisare che la posizione dell'indagato è al vaglio dell'Autorità Giudiziaria e che lo stesso non può considerarsi colpevole sino ad una sentenza di condanna definitiva.
  • Comune di Andria
  • centro antiviolenza riscoprirsi
Altri contenuti a tema
“Rassegna teatrale in vernacolo”: pubblicata la manifestazione di interesse “Rassegna teatrale in vernacolo”: pubblicata la manifestazione di interesse Il Comune di Andria intende raccogliere tutte le manifestazioni di interesse
Ciclovia urbana: conferenza stampa per illustrare il progetto Ciclovia urbana: conferenza stampa per illustrare il progetto In programma oggi, giovedì 22 febbraio presso la sala giunta di Palazzo di Città
UdC Andria: «Il Comune renda nota la possibilità di sottoscrivere alcune iniziative di legge popolare» UdC Andria: «Il Comune renda nota la possibilità di sottoscrivere alcune iniziative di legge popolare» Riguardano lo stop all’indottrinamento gender nelle scuole, il diritto alla libertà di pagamento in contanti e quello all’autoproduzione del cibo
Fratelli d'Italia Andria: "L’area del cantiere dell’interramento continua ad avere livelli molto alti di inquinamento" Fratelli d'Italia Andria: "L’area del cantiere dell’interramento continua ad avere livelli molto alti di inquinamento" Commissario cittadino dott. Sabino Napolitano: "dall’amministrazione Bruno solo parole, parole e parole!"
Il Comune avvia la bonifica di 42 siti sparsi sul territorio cittadino Il Comune avvia la bonifica di 42 siti sparsi sul territorio cittadino Assessore alla Qualità della Vita, Losappio: “Aggravio delle spese pubbliche”
Addario (Pd): "Per il nuovo ospedale di Andria arrivano le prime certezze" Addario (Pd): "Per il nuovo ospedale di Andria arrivano le prime certezze" A giugno nuovo accordo di programma tra Governo e Regione. La Asl Bt entro l’estate indizione gara di esecuzione sul 1° livello di progettazione
Tra centro storico e contrade rurali, Andria ed il suo territorio invasi dai rifiuti Tra centro storico e contrade rurali, Andria ed il suo territorio invasi dai rifiuti Davanti alla chiesa di San Domenico come in contrada Coppe, esempi di degrado che avviliscono l'intera comunità
Il centro Zenith, a proposito delle scritte inneggianti il nazismo nella nostra città Il centro Zenith, a proposito delle scritte inneggianti il nazismo nella nostra città Le parole del responsabile del sodalizio, prof. Antonello Fortunato
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.