vaccino AstraZeneca
vaccino AstraZeneca
Vita di città

Vaccino Astrazeneca, Aifa informa sui rischi di trombocitopenia e disturbi della coagulazione

Ecco la circolare trasmessa agli operatori sanitari

Con la nota n. 12923 di oggi 6 aprile, l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha trasmesso un'informativa del 24 marzo u.s., concordata con l'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) sul rischio di trombocitopenia e disturbi della coagulazione del vaccino Covid-19 AstraZeneca. Ecco di seguito la circolare: "Sulla base di eventi tromboembolici riportati a seguito della somministrazione del vaccino in oggetto, il PRAC (Comitato di valutazione dei rischi per la Farmacovigilanza dell'EMA) ha avviato la procedura di segnale al fine di indagare ulteriormente sulla problematica.

È stata effettuata un'indagine completa con una tempistica accelerata, compresa un'attenta revisione delle segnalazioni dei casi presenti in EudraVigilance di trombi e trombocitopenia in soggetti che hanno ricevuto il vaccino, prestando particolare attenzione alle informazioni su: sesso, età, fattori di rischio, diagnosi di COVID-19 (se disponibile), tempo di insorgenza dei sintomi rispetto alla vaccinazione, esito e la gravità clinica. L'indagine ha incluso anche una revisione della letteratura collegata, un'analisi tra i dati osservati e i dati attesi condotta sulle segnalazioni di EudraVigilance. Il PRAC ha raccomandato un aggiornamento delle informazioni sul prodotto del vaccino COVID-19 AstraZeneca sospensione iniettabile, sulla base di quanto noto al momento su questo problema di sicurezza.

Nel rinviare al contenuto della nota per una completa informazione, si evidenziano i seguenti elementi chiave emersi dalla valutazione:
• i benefici del vaccino COVID-19 AstraZeneca superano i rischi nonostante un possibile collegamento con casi molto rari di trombi associati ad un livello basso di piastrine;
• una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da sanguinamento, è stata osservata molto raramente dopo la vaccinazione con il vaccino COVID-19 di AstraZeneca;
• gli operatori sanitari devono vigilare su segni e sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia;
• i vaccinati devono essere informati della necessità di consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi quali: mancanza di respiro, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione. Inoltre, chiunque abbia sintomi neurologici, inclusi mal di testa grave o persistente e visione offuscata dopo la vaccinazione, o noti lividi cutanei (petecchie) al di fuori del sito di vaccinazione dopo pochi giorni, deve rivolgersi immediatamente ad un medico."

L'AIFA ha, inoltre, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti". ribadito l'importanza della segnalazione, da parte di tutti gli operatori sanitari, delle sospette reazioni avverse associate all'uso del vaccino Covid-19 AstraZeneca, rammentando che le segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaci devono essere inviate al Responsabile di Farmacovigilanza della struttura di appartenenza dell'operatore stesso.
  • campagna vaccinazione
  • vaccinazioni
  • vaccini
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

2017 contenuti
Altri contenuti a tema
Anche i medici odontoiatri saranno parte attiva della campagna vaccinale anti Covid 19 in Puglia Anche i medici odontoiatri saranno parte attiva della campagna vaccinale anti Covid 19 in Puglia Siglato anche nella nostra regione l’accordo che vede i medici odontoiatri tra i soggetti vaccinatori
Covid, nel bollettino odierno della regione 1.141 casi positivi su oltre 12mila tamponi Covid, nel bollettino odierno della regione 1.141 casi positivi su oltre 12mila tamponi Registrati anche 25 decessi, tre dei quali nella provincia Bat
L'annuncio di Emiliano: "Probabile da lunedì Puglia in zona arancione" L'annuncio di Emiliano: "Probabile da lunedì Puglia in zona arancione" "Siamo in zona rossa per i pranzi in famiglia a Pasqua"
Covid, seconda causa di morte dopo i tumori Covid, seconda causa di morte dopo i tumori Lo rileva l'Istat analizzando i numeri dei primi mesi della pandemia
Vaccini, aperte le adesioni per i nati nel 1960 e 1961 Vaccini, aperte le adesioni per i nati nel 1960 e 1961 All'hub di San valentino si prosegue senza intoppi, orario continuato dalle 9 alle 17. Priorità ai prenotati per poi fare spazio ai nati dal 1942 al 1946 dosi permettendo
Calcit Andria: «Bene gli hub dedicati ai malati oncologici. Ora accelerare con i medici di base» Calcit Andria: «Bene gli hub dedicati ai malati oncologici. Ora accelerare con i medici di base» La soddisfazione del Presidente Mariano dopo gli appelli dei giorni scorsi
Puglia prima regione italiana nella capacità di vaccinare rispetto alla quantità di dosi consegnate Puglia prima regione italiana nella capacità di vaccinare rispetto alla quantità di dosi consegnate E nella Asl Bt ad oggi sono 1.731 i vaccini somministrati
Covid, in Puglia su 13.376 tamponi nuovi 1.180 positivi Covid, in Puglia su 13.376 tamponi nuovi 1.180 positivi Ben 216 nella Bat. Il dipartimento al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.