sexy shop
sexy shop
Vita di città

Un sexy shop in un condominio, si può?.......bè sì!

Uno dei tanti quesiti su cui devono cimentarsi gli amministratori di condominio

Nell'ambito dell'attività di formazione e di aggiornamento che l'Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari -ANACI- della provincia Bat ha posto in essere a favore dei suoi iscritti, vi è anche una interessante e costante informazione giuridica su questioni e temi di stretta attualità.

Abbiamo quindi pensato di pubblicare una di queste problematiche, particolarmente "curiosa", trattata nel corso dell'attività svolta dagli Amministratori di Condominio.

"Può aprirsi un sexy shop in un condominio?"

La legge tutela l'iniziativa economica privata. Questo significa che, *se non ci sono particolari restrizioni* poste dalla legge, *ciascuno è libero di aprire il negozio che preferisce* all'interno dell'immobile acquistato o preso in fitto. Se lo Stato non può intervenire a dettare limiti, tantomeno può farlo il condominio, a meno che sia previsto diversamente nel regolamento approvato all'unanimità. *Solo il consenso di tutti i condomini può infatti interferire nel diritto di ciascuno dei proprietari di decidere cosa fare all'interno delle proprie quattro mura*. Il divieto, peraltro, deve essere specifico.
Ad esempio, dal divieto di svolgere attività rumorose non si può argomentare il divieto di aprire un bed and breakfast o un negozio; dal divieto di non aprire locali commerciali che possano pregiudicare la sicurezza dei condomini non si può desumere il divieto di aprire un sexy shop.
Come infatti ha chiarito, con tre diverse e interessanti sentenze, il tribunale di Bergamo, l'utilizzazione di un immobile quale sexy shop sito nel cortile interno di un condominio non comporta di per sé una destinazione suscettibile di arrecare molestie o fastidi pregiudizievoli per il condominio o per i singoli condomini, né un uso tale da comportare una lesione al decoro e alla tranquillità dell'edificio.

Quindi, solo un regolamento condominiale approvato all'unanimità potrebbe vietare l'apertura di un sexy shop.
L'unanimità può essere raggiunta in due modi:

- con votazione in assemblea di tutti i condomini (cosiddetto «regolamento assembleare»);
- con approvazione del regolamento di condominio all'atto dell'acquisto dell'appartamento, dinanzi al notaio, eseguita da tutti i condomini anche se in momenti diversi (cosiddetto «regolamento contrattuale»).
In assenza del divieto, bisognerebbe invece dimostrare concretamente come l'apertura del sexy shop possa recare molestie, disturbo o degrado.

Tribunale di Bergamo 13/06/1997 – 13/09/1995 – 13/01/1995

A tal proposito il TAR Lombardia con sentenza del 7 maggio 2014, n. 480 ha accolto, il ricorso di una società che gestisce sexy-shop, considerando troppo rigide le norme adottate dal consiglio comunale per regolamentare il settore della distribuzione. l giudice amministrativo ha considerato eccessivo il limite imposto dal Comune all'apertura del pornoshop, nel centro storico, rendendo illegittimo il no alla Scia presentata dal negozio.
  • ANACI
Altri contenuti a tema
ANACI Bat: "Posti auto assegnati con delibera assembleare e incidenza sui diritti di proprietà del condominio" ANACI Bat: "Posti auto assegnati con delibera assembleare e incidenza sui diritti di proprietà del condominio" Importante decisione della Corte di Cassazione con sentenza n. 8014/18, depositata lo scorso 30 marzo
Nuovo incontro ANACI sulla "Gestione del Cantiere" Nuovo incontro ANACI sulla "Gestione del Cantiere" Appuntamento venerdì 9 febbraio, a Barletta in via Vanvitelli n. 4
Corso di formazione periodica per amministratori di condominio Corso di formazione periodica per amministratori di condominio L’evento si svolgerà a Barletta in Via Vanvitelli n. 4 presso il Centro Polifunzionale D&D
Nuovo corso di aggiornamento per Amministratori di Condominio Nuovo corso di aggiornamento per Amministratori di Condominio Proseguono le iniziative dell’ANACI di Barletta-Andria-Trani
3 Garantirsi il posto auto con sedie e carrelli è vietato? Garantirsi il posto auto con sedie e carrelli è vietato? Si tratta di occupazione suolo pubblico e quindi sanzionato con una multa per violazione del C.d.S.
ANACI Bat, per gli amministratori arriva il sesto e ultimo corso di aggiornamento ANACI Bat, per gli amministratori arriva il sesto e ultimo corso di aggiornamento Interverranno gli avvocati Roberto Riccio e Antonio Mele
Formazione e aggiornamento amministratori di condominio: decreto non ammette deroghe Formazione e aggiornamento amministratori di condominio: decreto non ammette deroghe L'ANACI conferisce apposita Certificazione attestante la formazione conseguita
Incontro ANACI-Bat: "L’amministratore e il recupero crediti" Incontro ANACI-Bat: "L’amministratore e il recupero crediti" L’evento si svolgerà presso l’Hotel Ottagono in Via Barletta 218 ad Andria
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.