Antonio Di Gioia
Antonio Di Gioia
Cronaca

Ucciso per mancata precedenza, psicologi: "Non riconosciamo più il limite"

Sui fatti accaduti ieri ad Andria interviene il presidente dell'Ordine degli psicologi, Di Gioia

Uno scontro verbale acceso, poi l'epilogo drammatico: un fendente in pieno petto che ha ucciso un 28enne davanti a moglie e figlio. I fatti avvenuti nel tardo pomeriggio del 12 settembre nella città di Andria hanno sconvolto tutti. "Abbiamo perso il senso del limite, viviamo in una società liquida, aeriforme, priva di identità" commenta Antonio Di Gioia, presidente dell'Ordine degli Psicologi della regione Puglia. "Una situazione determinata da quello che accade al giorno d'oggi: una società abituata a vivere più vite. Il virtuale ha confuso i limiti del reale. Negli ultimi 20 anni ci siamo cibati solo dell'esaltazione dell'Io a discapito del Noi".

"Quando viene meno il concetto di alterità, se l'Io prevale sul Noi, siamo portati a non avere rispetto, a vivere con odio l'altro che ci toglie spazio" continua il presidente Di Gioia. Il gesto che ha decretato la morte del 28enne è arrivato al termine di una lite verbale durata alcuni minuti in seguito ad una mancata precedenza.

"Crediamo di poter controllare tutto, di essere in possesso di capacità e possibilità di controllare il mondo circostante" dice il dott. Ferdinando De Muro, consigliere dell'Ordine degli Psicologi Puglia. "Una società che vuole avere tutto sotto controllo ha determinato l'aumento incalzante dal punto di vista psicopatologico di attacchi di panico, disturbi d'ansia e dal punto di vista comportamentale di azioni violente che sfociano in fatti gravissimi".
"Dobbiamo tornare a parlare di consapevolizzazione e gestione delle emozioni, siano esse a connotazione positiva o negativa", conclude il presidente Di Gioia. "Siamo in una società che non riflette più sul tema del controllo, è bene intervenire con programmi specifici che ci creino le condizioni di una vera appartenenza, dello stare bene insieme, del rispetto dell'alterità e non l' esaltazione dell'Io".
  • Ordine degli psicologi
Altri contenuti a tema
Samara Challenge, gli psicologi: "Il branco contro il singolo per ridere della paura altrui" Samara Challenge, gli psicologi: "Il branco contro il singolo per ridere della paura altrui" Il presidente Di Gioia invita a non dare enfasi a questo "gioco"
Ferie finite, si torna a lavoro. Di Gioia: “Concedetevi più pause e nuovi obiettivi” Ferie finite, si torna a lavoro. Di Gioia: “Concedetevi più pause e nuovi obiettivi” Gli psicologi di Puglia: "Riabituarsi ad una routine persa durante le settimane di pausa può risultare faticoso ma rientrare con il sorriso si può”
Rischio scomparsa psicologi nella sanità pugliese: Emiliano risponde alle critiche Rischio scomparsa psicologi nella sanità pugliese: Emiliano risponde alle critiche "Non ci risulta affatto che la Puglia stia correndo questo rischio. Stiamo procedendo con i concrosi"
Mese del Benessere Psicologico, ad Andria l'importanza del prendersi cura di sè Mese del Benessere Psicologico, ad Andria l'importanza del prendersi cura di sè Il 20 ottobre iniziative in tutta la regione
Ottobre mese del benessere psicologico: l’I.C. Verdi Cafaro aderisce all’iniziativa promossa dall’Ordine degli Psicologi Ottobre mese del benessere psicologico: l’I.C. Verdi Cafaro aderisce all’iniziativa promossa dall’Ordine degli Psicologi Saranno affrontate diverse tematiche attraverso laboratori didattici e situazioni gioco
RSA Madonna della Pace: Giornata studio sulle demenze RSA Madonna della Pace: Giornata studio sulle demenze Saranno messe a confronto esperienze, locali e non, realizzate sul campo
La Psicologia dell'Emergenza: esperienza e modelli di intervento La Psicologia dell'Emergenza: esperienza e modelli di intervento Attestato di encomio per le associazioni intervenute dopo l’incidente del 12 luglio
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.