agriturismo
agriturismo
Religioni

"Turismo e sviluppo rurale", la diocesi di Andria celebra la 41.ma Giornata mondiale del Turismo

L'auspicio di Don Sergio Di Nanni, Direttore per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della diocesi

"La 41ma Giornata Mondiale del Turismo ricorre quest'anno nel contesto incerto segnato dagli sviluppi della pandemia Covid-19, di cui ancora non si vede la fine. Ne deriva una drastica riduzione della mobilità umana e del turismo, sia internazionale che nazionale, collocandosi ai minimi storici". Inizia così il messaggio che il Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, il Cardinale Peter Turkson, ha inviato in occasione della Giornata Mondiale del Turismo, che si celebra ogni anno il 27 settembre
A causa della pandemia la situazione è tragica: "La sospensione dei voli internazionali, la chiusura degli aeroporti e dei confini, l'adozione delle severe restrizioni ai viaggi, anche interni, sta causando una crisi senza precedenti in molti settori connessi all'industria turistica - si legge nel messaggio - ne conseguirebbe una perdita enorme di posti di lavoro nell'intero settore turistico".

Ma "tale inquietante scenario, impensabile ancora qualche mese fa, non deve paralizzarci e privarci di una visione positiva del futuro". "Turismo e sviluppo rurale – il tema scelto dall'Organizzazione Mondiale del Turismo prima dell'emergenza Covid-19 per la presente Giornata – indica provvidenzialmente una delle strade verso una possibile ripresa del settore turistico - dice il Prefetto nel messaggio - essa inizia con l'invito a prendere sul serio e mettere in pratica lo sviluppo sostenibile che, nell'ambito del turismo, significa un interesse maggiore rivolto alle mete turistiche extra-urbane, piccoli villaggi, borghi, strade e luoghi poco noti e meno frequentati: quei luoghi più nascosti da scoprire o riscoprire proprio perché più incantevoli e incontaminati".
"Turismo e agricoltura rurale possono così diventare due componenti essenziali di un mondo nuovo che si auspica di costruire. Un turismo realizzato dalle persone e attraverso le persone", questo l'auspicio di Don Sergio Di Nanni, Direttore Ufficio della Diocesi di Andria per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport.
"Il turismo che sa guardare e condividere i doni della terra in ambito rurale diventa anche il modo per imparare nuovi stili di vita, in modo concreto", commenta ancora il Cardinale Turkson nel messaggio.
"Facciamo appello ai governanti e ai responsabili delle politiche economiche nazionali, affinché promuovano e incentivino il turismo responsabile, attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell'ambiente e delle culture. I governanti rivolgano il loro sguardo alle aree marginali, dando a questi territori concrete occasioni di sviluppo, valorizzandone le vocazioni peculiari, la partecipazione delle comunità locali ai processi decisionali, il miglioramento del reddito di chi lavora la terra. Ai vescovi e ai responsabili per la pastorale del turismo chiediamo un impegno corale, perché ciascuno, nel proprio territorio, assuma concrete iniziative di aiuto delle attività turistiche. I fedeli e le parrocchie rispondano con sollecitudine e generosità alle esigenze e ai bisogni dei lavoratori del turismo, oggi in difficoltà, e insieme sviluppino reti di prossimità nelle relazioni e nell'aiuto al sostegno del reddito perso", conclude il messaggio.
  • Diocesi di Andria
  • Turismo
Altri contenuti a tema
1 La Diocesi di Andria sospende le attività catechistiche fino al 24 novembre La Diocesi di Andria sospende le attività catechistiche fino al 24 novembre Lo ha stabilito il vescovo mons. Luigi Mansi in una lettera inviata ai presbiteri e diaconi della diocesi
2 novembre: Commemorazione dei fedeli defunti, le Sante Messe nella Cattedrale di Andria 2 novembre: Commemorazione dei fedeli defunti, le Sante Messe nella Cattedrale di Andria Distanziamento sociale previsto dalle misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Coid-19 
Disposizioni per le Sante Messe nei cimiteri per la commemorazione dei fedeli defunti Disposizioni per le Sante Messe nei cimiteri per la commemorazione dei fedeli defunti La nota di Mons. Luigi Mansi, Vescovo diocesano
Furto al Centro di Prima accoglienza Mamre Furto al Centro di Prima accoglienza Mamre Lo comunica la Caritas Diocesana, le parrocchie della Zona Pastorale Andria 1 ed il Centro Interparrocchiale Mamre
Celebrata in Cattedrale, con una Santa Messa la festa della Madonna di Palestina Celebrata in Cattedrale, con una Santa Messa la festa della Madonna di Palestina Riuniti con il Vescovo Mons. Mansi una parte dei Cavalieri e le Dame dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme di Andria
La Giornata diocesana per la Custodia del Creato in streaming sul canale YouTube La Giornata diocesana per la Custodia del Creato in streaming sul canale YouTube Decisione presa alla luce del nuovo Dpcm
Giornata diocesana per la Custodia del Creato, evento in diretta streaming Giornata diocesana per la Custodia del Creato, evento in diretta streaming Appuntamento il 23 ottobre dalle ore 19,00 sui canali social dell'Ufficio di Pastorale Sociale e della diocesi di Andria
Messe nei cimiteri per la commemorazione dei fedeli defunti, le disposizioni della diocesi di Andria Messe nei cimiteri per la commemorazione dei fedeli defunti, le disposizioni della diocesi di Andria Il 2 novembre e durante tutto l'Ottavario non sarà possibile celebrare le S. Messe nelle cappelle private e/o confraternali
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.