Rigenerazione urbana
Rigenerazione urbana
Bandi e Concorsi

Rigenerazione urbana: la Regione finanzia candidatura del Comune di Andria per 5 mln di euro

La nostra città si è posizionata al 12° posto in graduatoria su 83 proposte

La Regione Puglia ha approvato nei giorni scorsi la graduatoria delle candidature per il Bando Pubblico per la rigenerazione urbana.

Il Comune di Andria aveva partecipato con la proposta di Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) relativa all'Ambito del Centro Storico denominata: RI_Pensiamo il centro Storico.

La proposta progettuale della Città di Andria è risultata vincente, posizionandosi al 12° posto in graduatoria su 83 proposte ritenute ammissibili per un finanziamento complessivo di 5 milioni di euro.

Come evidenzia il Sindaco, Nicola Giorgino, che ha voluto la partecipazione di Andria al Bando, «dopo il progetto Centrare le periferie che è stato finanziato in ambito nazionale, l'attenzione dell'Amministrazione si è concentrata sul Centro Storico con la sua valenza di carattere storico e testimoniale ma anche con le fragilità di carattere fisico e sociale che meritano attenzione, riflessione, studio e partecipazione da parte dei cittadini, ottenendo con la proposta presentata un evidente riconoscimento relativo proprio all'approccio adottato di tipo inclusivo e partecipativo».

La Strategia individuata, ha come obiettivo la rivitalizzazione del nucleo antico, rimuovendo l'abbandono e il degrado di alcune parti di esso, anche attraverso l'insediamento di giovani e nuovi nuclei familiari, attraverso forme nuove di abitare (co‐housing) e di lavorare (co‐working).

Le zone di intervento interesseranno un'ampia area che va da Piazza Duomo, il mercato del pesce, verso Fravina, Largo Giannotti e San Domenico.

L'idea è quella di trasformare il cantiere in una sorta di 'bottega' di tipo rinascimentale – una Scuola Cantiere dove 'arti e mestieri' convivano con l'impegno di creare e diffondere cultura del restauro. Per rendere concreta l'attivazione della Scuola-Cantiere è stata formalizzata un'intesa con i sindacati confederati e di categoria, l'associazione industriali edili, il centro studi dell'ANCE, Cerset, e l'ente di formazione FORMEDIL-BARI, nonché con la Banca di Andria di Credito Cooperativo, per le attività correlate.

Con la Diocesi di Andria è stato formalizzata un'intesa per l'affidamento in gestione di aree per l'inclusione sociale alle Parrocchie di San Nicola e San Francesco e per l'attivazione di un Percorso di Cittadinanza Attiva da parte della Biblioteca Diocesana san Tommaso d'Aquino.

«Evidentemente, - riferisce l'Assessore alla Pianificazione, Rosangela Laera, - la vision del nostro Centro Storico, strettamente correlata con la complessa e articolata realtà urbana di Andria, è risultata vincente. Infatti si è trattato di un approccio innovativo che non prevedeva la tradizionale presentazione di progetti puntuali di opere pubbliche. A questo molti di noi non erano abituati ed il percorso partecipativo è stato animato e molto dibattuto, ma evidentemente lo sguardo al passato (che ha suscitato molte perplessità) è risultato vincente.

Quindi, come già affermato dal Sindaco, ri_pensiamo con serenità ad un Centro Storico non solo luogo di svago ma popolato da giovani dediti ad attività di lavoro innovativo e condiviso, a nuove forme di abitare tese anche ad accogliere le nuove povertà e con l'occasione - conclude Laera - ringraziamo tutti i partner, i cittadini, le categorie professionali e tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante obiettivo».
Rigenerazione urbana logo
  • Comune di Andria
Altri contenuti a tema
Ambiente cittadino, Montepulciano: "I lecci comunali e i 4 lecci di Villa Bonomo" Ambiente cittadino, Montepulciano: "I lecci comunali e i 4 lecci di Villa Bonomo" Dallo storico rappresentante dell'ecologismo del territorio, una attenta riflessione sul verde cittadino
Prime polemiche per una "estate andriese" partita in ritardo e senza il coinvolgimento di associazioni cittadine Prime polemiche per una "estate andriese" partita in ritardo e senza il coinvolgimento di associazioni cittadine Le osservazioni del consigliere regionale Zinni, sulla decisione del Commissario Tufariello e sul costo complessivo degli eventi in programma
Miscioscia (FareAmbiente): "No alle bici elettriche anche nelle aree pedonali di viale Crispi e Regina Margherita" Miscioscia (FareAmbiente): "No alle bici elettriche anche nelle aree pedonali di viale Crispi e Regina Margherita" L'invito rivolto al Commissario straordinario Tufariello: "Detti luoghi presidiati anche dalla Polizia Locale"
Trasferimento uffici comunali: il 16 settembre a piazza Trieste e Trento il Settore Socio Sanitario Trasferimento uffici comunali: il 16 settembre a piazza Trieste e Trento il Settore Socio Sanitario Intanto si è trasferito il settore Ambiente da via Potenza
"Street Art": avviso per artisti under 40 "Street Art": avviso per artisti under 40 La Regione ha individuato tre temi che gli artisti dovranno sviluppare nelle loro opere
Miglioramento della qualità offerta, la nuova mission per la Soc. AndriaMultiservice S.p.A. Miglioramento della qualità offerta, la nuova mission per la Soc. AndriaMultiservice S.p.A. Come opereranno i nuovi vertici aziendali, nella società in house del Comune di Andria che si avvia al suo 20° anno di vita
Il Commissario Tufariello nomina i nuovi vertici dell'AndriaMultiservice. L'ing. Infante è il nuovo amministratore unico Il Commissario Tufariello nomina i nuovi vertici dell'AndriaMultiservice. L'ing. Infante è il nuovo amministratore unico Presidente del Collegio Sindacale la dott.ssa Michelina Leone
Presentazione domande per interventi di rafforzamento locale e di miglioramento sismico Presentazione domande per interventi di rafforzamento locale e di miglioramento sismico Le risorse disponibili per tali interventi sono pari a 560 mila euro. Domande entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 28 agosto p.v.
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.