Procuratore dr. Antonino Di Maio
Procuratore dr. Antonino Di Maio
Attualità

Procuratore di Trani: il Consiglio di Stato dà ragione al giudice Nitti

Il giudice amministrativo d'appello sconfessa nuovamente il CSM. Di Maio resta comunque al 2° piano di piazza Duomo

Nuovo colpo di scena circa la nomina di Antonino Di Maio a Procuratore della Repubblica di Trani. Il Consiglio di Stato, con la sentenza pubblicata ieri ha nuovamente sconfessato il Consiglio Superiore della Magistratura per la designazione di Di Maio a responsabile dell'Ufficio della Procura di Trani.

Il collegio romano ha ritenuto nulla la deliberazione con la quale, il 13 febbraio scorso, il plenum del Csm aveva ribadito la nomina di Di Maio, originario di Catania, al vertice della Procura tranese, quale successore di Carlo Maria Capristo. Di Maio aveva ottenuto la maggioranza dei voti, prevalendo sul collega concorrente Renato Nitti, pubblico ministero a Bari, che si era già rivolto ai giudici amministrativi impugnando la prima decisione del Csm risalente all'aprile 2017. Nitti l'aveva impugnata al Tar che però a gennaio 2018 rigettò il suo ricorso. In secondo grado, il 3 ottobre 2018, il Consiglio di Stato aveva accolto parzialmente il ricorso del pm barese avverso la sentenza del Tar, ritenendo che il provvedimento di nomina da parte del Csm fosse affetto da un vizio di legittimità. In pratica il giudici di Palazzo Spada avevano ritenuto che Di Maio non avesse titoli sufficienti per diventare procuratore.

La questione, così, ripassò al Csm che lo scorso febbraio, a maggioranza, ritenne che i 2 candidati potessero essere considerati equivalenti. Il curriculum di Nitti "per quanto apprezzabile non può portare ad un giudizio di prevalenza" - spiegava il Plenum - perchè Di Maio poteva vantare una "esperienza più ricca" avendo lavorato in un maggior numero di uffici di Procura. Alla fine aveva pesato anche il fatto che il magistrato siciliano era più anziano di ruolo di quasi 4 anni del collega barese. A questa decisione Nitti si era opposto nuovamente ed, ora, la quinta sezione del Consiglio di Stato (in sede giurisdizionale) ha accolto il suo ricorso, dichiarando la nullità della deliberazione del CSM dello scorso 13 febbraio.

Nel secondo ricorso al Consiglio di Stato Nitti ha sostenuto, tra l'altro, che il Csm avrebbe disatteso gli indicatori richiamati nella sentenza dei giudici amministrativi dell'ottobre 2018. Dunque, la questione dovrà tornare ancora una volta al Consiglio Superiore della Magistratura. Con la sentenza di ieri il Csm ha escluso la necessità della nomina di un commissario ad acta "per la corretta esecuzione del giudicato". In attesa di una nuova decisone del Csm, Antonino Di Maio resta al vertice della Procura della Repubblica di Trani.
  • procura della repubblica trani
  • antonino di maio
Altri contenuti a tema
1 Magistrati arrestati: la Cassazione annulla l'ordinanza di custodia cautelare per Nardi Magistrati arrestati: la Cassazione annulla l'ordinanza di custodia cautelare per Nardi Era stato arrestato con l'ex pm di Trani Savasta per giustizia svenduta
Ad Andria conferenza sul tema: "Giovani, sicurezza e legalità" Ad Andria conferenza sul tema: "Giovani, sicurezza e legalità" In programma martedì 3 dicembre, alle ore 11, presso l'IISS "Riccardo Lotti - Umberto I", in via Cinzio Violante n. 1
Violenza sulle donne: confronto a più voci sulla legge del "Codice Rosso" Violenza sulle donne: confronto a più voci sulla legge del "Codice Rosso" Con il sottosegretario Ferraresi ne hanno discusso in un convegno magistrati, avvocati e politici
Violenza sulle donne: il sottosegretario Ferraresi ne discute con magistrati, avvocati e politici Violenza sulle donne: il sottosegretario Ferraresi ne discute con magistrati, avvocati e politici Un convegno cui parteciperanno tra gli altri con la sen. Piarulli, i magistrati De Luce e Di Maio con il prof. Losappio
Resterà in carcere il 29enne autore del pestaggio della fidanzatina Resterà in carcere il 29enne autore del pestaggio della fidanzatina E' stato convalidato l'arresto dal Gip che ha confermato la custodia cautelare in carcere
Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria I poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno arrestato l'uomo all'alba
Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Tre gli indagati. Ipotesi di reato, disastro colposo e lesioni personali
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.