Quarta edizione Premio Megamark
Quarta edizione Premio Megamark
Attualità

Premio Megamark, la vincitrice della quarta edizione è Eleonora Marangoni con il suo romanzo "Lux"

Tra i finalisti del Premio Strega 2019, la giovane scrittrice porta a casa 5 mila euro

È la scrittrice romana Eleonora Marangoni con il romanzo 'Lux' (Ed. Neri Pozza) la vincitrice della 4ª edizione del premio letterario 'Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi', destinato a opere prime di narrativa italiana promosso dalla Fondazione Megamark di Trani.

La cerimonia di premiazione, presentata dall'autrice e conduttrice televisiva Serena Dandini al Palazzo delle Arti Beltrani nell'ambito de "I Dialoghi di Trani", ha, dunque, incoronato Marangoni, che, con 'Lux' ha ottenuto più voti dalla giuria popolare composta da 40 lettori.

La giovane scrittrice di soli 35 anni, tra i 12 finalisti del Premio Strega 2019 con lo stesso romanzo, si è aggiudicata il premio di 5.000 euro messo a disposizione dalla Fondazione Megamark e consegnato dal presidente della Fondazione Megamark Giovanni Pomarico, che ha assegnato un riconoscimento di 2.000 euro ciascuno, anche gli altri finalisti: i marchigiani Fabio Bacà con 'Benevolenza cosmica' (Ed. Adelphi) e Giulia Corsalini con 'La lettrice di Čechov' (Ed. Nottetempo), il torinese Marco Lupo con 'Hamburg. La sabbia del tempo scomparso' (Ed. Il Saggiatore) e il veronese Filippo Tapparelli con 'L'inverno di Giona' (Ed. Mondadori).

Menzione speciale della giuria degli esperti e un premio extra del valore di 1.000 euro alla mantovana Paola Peretti con 'La distanza tra me e il ciliegio' (Ed. Rizzoli) «per la sua capacità di proporre a un pubblico ampio di lettori, anche molto giovani, un messaggio di fiducia nel confronto con le difficoltà della vita».

Nel corso della serata l'attore Ettore Bassi ha letto e interpretato alcuni brani tratti dai romanzi finalisti; gli autori di questi ultimi, inoltre, hanno ricevuto anche un pumo pugliese in ceramica, simbolo del premio e tipico portafortuna per chi inizia o riparte per un nuovo inizio.

«Edizione dopo edizione il "Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi" – ha commentato il presidente della Fondazione Megamark Giovanni Pomarico – si sta affermando nel panorama dei concorsi dedicati ai libri. Sentiamo il dovere quindi di garantire un impegno sempre più forte: il cammino di confronto intrapreso l'anno scorso con il presidente del Premio Calvino, la presenza quest'anno nella giuria degli esperti di un critico letterario, la visibilità di questa iniziativa su L'Indice dei Libri del mese vanno in questa direzione. Auguro ai nostri finalisti e a tutti gli autori di coltivare sempre la passione per la scrittura e spero che Eleonora Marangoni ci regali presto un altro grande successo. Ringrazio I Dialoghi di Trani e le sue instancabili rappresentanti, che ogni anno ospitano il nostro premio letterario. Grazie all'attore Ettore Bassi che con la lettura di alcuni brani ci ha accompagnato nelle pagine di questi romanzi. Un grazie speciale a Serena Dandini che, con la sua grande professionalità, ha dato ulteriore spessore a questa serata. Non mi resta che darvi appuntamento all'anno prossimo».

«Lux – ha spiegato la vincitrice Eleonora Marangoni - è un romanzo su una ricerca del se e di un antidoto a una perenne malinconia; è un po' una ricetta per sopravvivere, pur accarezzando fantasmi rimanendo con loro per resisterli e per resistere. È un ricettacolo di solitudini che si incontrano, si scontrano e si aiutano un po' vicendevolmente».

'Lux' è un romanzo che entra nel dettaglio, al limite dell'impossibile; tutto, dai protagonisti all'ambientazione, ai piccoli elementi di scena è descritto con pazienza certosina. La trama è semplice; alla morte dello zio il protagonista Thomas eredita una proprietà di cui nemmeno sospettava l'esistenza: lo Zelda, hotel che ha visto tempi migliori in una sperduta isoletta del sud Italia. Recatosi sul posto con la sua fidanzata e il figlio di lei) al seguito, scoprirà un vero e proprio universo parallelo che si articola in mille piccole storie secondarie. L'impressione è quella di aggirarsi per i corridoi del vecchio Zelda e aprire una per una le porte delle sue stanze, incontrandone gli abitanti e scoprendone le storie.

La motivazione della giuria degli esperti: "per la sapiente ricostruzione di atmosfere che trapiantano forme narrative di metà novecento in una dimensione tipicamente attuale".
  • Fondazione Megamark
  • gruppo megamark
Altri contenuti a tema
Nasce "Iamme", il marchio di qualità etico che sfida il caporalato Nasce "Iamme", il marchio di qualità etico che sfida il caporalato Il progetto "No Cap" e "Megamark". Comunicazione a cura dell'agenzia "I Monelli"
Masseria San Vittore: avviati i lavori del panificio, per la produzione di pane e focacce Masseria San Vittore: avviati i lavori del panificio, per la produzione di pane e focacce L'iniziativa resa possibile dalla Fondazione Megamark, dal suo presidente Cav. del Lavoro Giovanni Pomarico e suo figlio Francesco
Fondazione Megamark: 295 i progetti che concorrono all’8^ edizione del bando di concorso ‘Orizzonti Solidali’ Fondazione Megamark: 295 i progetti che concorrono all’8^ edizione del bando di concorso ‘Orizzonti Solidali’ L'iniziativa mira a realizzare iniziative sociali, ambientali, culturali e di assistenza sanitaria
"Scappatelle", nei supermercati i biscotti realizzati dai detenuti dei carceri minorili di Bari e Nisida "Scappatelle", nei supermercati i biscotti realizzati dai detenuti dei carceri minorili di Bari e Nisida Presentato il progetto di Made in Carcere e Fondazione Megamark. Lo spot è dell'agenzia coratina "I Monelli"
Oltre 500 famiglie bisognose e tanti senza tetto ricevono cibo recuperato dalla festa di Megamark S.p.A. Oltre 500 famiglie bisognose e tanti senza tetto ricevono cibo recuperato dalla festa di Megamark S.p.A. All'opera i volontari dell'associazione InConTra, che hanno distribuito il cibo nelle giornate di ieri ed oggi
Megamark festeggia 45 anni insieme alla sua "grande famiglia" Megamark festeggia 45 anni insieme alla sua "grande famiglia" Tutti i dipendenti sono stati protagonisti dell'evento in Fiera del Levante il 1° Maggio
Cibo ancora commestibile del pranzo del Gruppo Megamark all'associazione InConTra Cibo ancora commestibile del pranzo del Gruppo Megamark all'associazione InConTra Si tratta di un sodalizio che si occupa dell'assistenza ai senza fissa dimora e alle famiglie indigenti
Supermercati Dok, A&O e Famila del Gruppo Megamark chiusi nel giorno della Festa del Lavoro Supermercati Dok, A&O e Famila del Gruppo Megamark chiusi nel giorno della Festa del Lavoro In Fiera del Levante la ‘SuperMegaFesta’ organizzata per dipendenti e loro famiglie: 6.500 persone festeggeranno i 45 anni di attività del Gruppo
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.