l'autovettura delle operatrici sanitarie
l'autovettura delle operatrici sanitarie
Attualità

Operatrici sanitarie per tamponi a domicilio, vengono derubate di oggetti personali

E' accaduto ieri ad Andria ad una infermiera ed una operatrice socio sanitaria: denuncia alla Polizia di Stato

Brutta avventura per due operatrici sanitarie, in forza presso il Dipartimento di Prevenzione della Asl Bt, sito in viale Trentino, quella accaduta ieri ad Andria. Erano bardate con i dispositivi di protezione personale, con camici e mascherine, con tutti gli strumenti necessari per effettuare i tamponi a domicilio a delle persone sospette positive. Si erano recate alla loro abitazione con una autovettura senza alcun tipo di insegna, anche per non destare preoccupazioni e timori vari, come purtroppo in questo periodo accade quando vediamo giungere ambulanze o auto di servizio con persone con machere e camici bianchi.

Il tempo di salire sull'abitazione ed effettuare, con le precauzioni del caso, i tamponi per poi sottoporli agli esami di routine presso il Dipartimento di Prevenzione. Ma scese dall'abitazione, situata in una strada semi periferica della città ecco l'amara sorpresa. Ignoti avevano spaccato un vetro dell'autovettura e si erano impossessati di oggetti personali e di materiale che sarebbe servito per altri interventi. Per fortuna gli altri campioni e provette varie non erano stati portati via.

Disappunto ed amarezza per le due giovani operatrici sanitarie a cui non è rimasto altro che denunciare il tristissimo episodio al locale Commissariato della Polizia di Stato.
autovettura depredata da ignoti malviventiautovettura depredata da ignoti malviventi
  • Comune di Andria
  • Polizia di Stato Andria
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

1651 contenuti
Altri contenuti a tema
Resta disastrosa la gestione delle strade provinciali e comunali Resta disastrosa la gestione delle strade provinciali e comunali La nota del coordinatore regionale di Fareambiente Benedetto Miscioscia
Servizio Civile: 12 posti nelle sedi Avis della Bat di cui quattro ad Andria Servizio Civile: 12 posti nelle sedi Avis della Bat di cui quattro ad Andria Il bando è rivolto ai giovani di età compresa fra i 18 i 28 anni
Giorno della Memoria 2021, il video-discorso del Sindaco Bruno: "Dobbiamo stanarlo il male" Giorno della Memoria 2021, il video-discorso del Sindaco Bruno: "Dobbiamo stanarlo il male" Stamane evento sul tema "Memoria, verità e giustizia" con il prof. Giuseppe Losappio, ordinario di Diritto Penale all'Università di Bari
Al via la manutenzione degli impianti fotovoltaici comunali ed il monitoraggio dell'aria in città Al via la manutenzione degli impianti fotovoltaici comunali ed il monitoraggio dell'aria in città Il gruppo consiliare M5S Andria invita il Comune ad adoperarsi anche per misurazioni del livello acustico e l'elettromagnetismo
Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza: la Regione detta le linee guida Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza: la Regione detta le linee guida Dodici punti fondamentali. La Giunta ha stabilito che l'avvio del Piano è dal 1° febbraio 2021
Covid, nella Bat 124 nuovi casi sui 1.233 totali in Puglia Covid, nella Bat 124 nuovi casi sui 1.233 totali in Puglia Nel bollettino odierno registrati anche 30 decessi
Il Covid sposta le nozze e getta il settore in crisi: "Serve distretto del wedding" Il Covid sposta le nozze e getta il settore in crisi: "Serve distretto del wedding" La proposta è della consigliera regionale del M5S Antonella Laricchia
Andria e l'Olocausto: "Intitolare il 3° gruppo al prof. Michele Palumbo ed eliminare la denominazione Vittorio Emanuele III" Andria e l'Olocausto: "Intitolare il 3° gruppo al prof. Michele Palumbo ed eliminare la denominazione Vittorio Emanuele III" Lo storico ambientalista andriese Nicola Montepulciano lancia questa proposta in occasione della Giornata della Memoria
© 2001-2021 AndriaViva � un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.