lavori ferroviari
lavori ferroviari
Politica

Nino Marmo replica alle accuse mosse sul sottovia di collegamento tra Via Mozart e Via Bisceglie

Sulla spesa da affrontare sottolinea: «Restano circa 18-20 milioni di euro non ancora impegnati»

«Sta facendo discutere la proposta che ho fatto per realizzare un sottovia per auto e pedoni tra via Bisceglie e Via Mozart».

E' l'incipit con il quale il candidato sindaco Nino Marmo interviene per replicare alle polemiche che stamane erano contenute in un articolo del movimento civico "Andria Bene in Comune".
«Come sempre, e mi dispiace, invece di entrare nel merito si è preferito buttarla in caciara, insultando e lanciando accuse gratuite. Cerchiamo allora di stare ai fatti.
Per prima cosa: la proposta che ho avanzato non modificherebbe in alcun modo il progetto di interramento che è previsto dopo il ponte di via Bisceglie. Quella soletta in cemento armato, sotto i binari, fu realizzata di proposito per poi costruire il sottovia.
Inoltre, l'utilità del sottovia è spiegata dal fatto che in questo modo, con notevole decongestione del traffico, non ci sarebbe bisogno, una volta giunti alla stazione da via Bisceglie, di ripercorrerla per intero tornando nuovamente al rondò di via Bisceglie, oggi ancora ingolfato dal traffico.
Infine, riguardo ai non meglio precisati fondi con cui realizzare quest'opera, è bene sapere che dalla procedura del ribasso per il progetto di interramento restano circa 18-20 milioni di euro non ancora impegnati che mi sembrano sufficienti per altre opere connesse al grande progetto.
Prima di parlare a vanvera sarebbe cosa buona e giusta che gli altri candidati e le loro liste studiassero le carte, perché poi non ce la si può prendere quando tiriamo fuori il tema della competenza...»
  • Comune di Andria
  • interramento ferrovia bari nord andria
  • nino marmo
  • elezioni 2020
Altri contenuti a tema
Lavoreranno tutta la notte i Vigili del Fuoco, nell'inferno del capannone di via Barletta Lavoreranno tutta la notte i Vigili del Fuoco, nell'inferno del capannone di via Barletta Solo dopo alcune ore le sei squadre dei VV.F. provenienti da Barletta, Molfetta, Bari e Corato sono riuscite ad entrare all'interno del recinto dell'azienda
Elezioni in Puglia, Emiliano si riconferma governatore regionale. Il VIDEO Elezioni in Puglia, Emiliano si riconferma governatore regionale. Il VIDEO Dal comitato elettorale barese, il riconfermato presidente uscente ringrazia tutti i pugliesi
Andria alle urne, il virus non frena il voto Andria alle urne, il virus non frena il voto Seggi aperti oggi fino alle 15, per lo spoglio si parte dal Referendum
1 Malgrado il caldo estivo numerosi gli elettori che si stanno recando alle urne Malgrado il caldo estivo numerosi gli elettori che si stanno recando alle urne Nella mattinata i seggi hanno visto una discreta affluenza. Ed all'Oberdan un poliziotto porta...in braccio una elettrice
Precisazione: le matite nei seggi ordinari non vanno sanificate ad ogni voto Precisazione: le matite nei seggi ordinari non vanno sanificate ad ogni voto La Regione ricorda l'obbligo della disinfezione delle mani prima e dopo della votazione insieme all'obbligo di mascherina e di distanziamento sociale
Elezioni 2020, affluenza alle urne ad Andria: ha votato il 67% degli elettori Elezioni 2020, affluenza alle urne ad Andria: ha votato il 67% degli elettori Aggiornamento delle ore 15 di oggi: al voto il 69,22% degli aventi diritto al Referendum, il 66,27% alle Regionali e il 66,08 alle Comunali
Vigilia di elezioni amministrative in Puglia, ecco come si vota Vigilia di elezioni amministrative in Puglia, ecco come si vota Le indicazioni su come esprimere la propria scelta, la doppia preferenza di genere e il voto disgiunto
Grande festa per la Diocesi di Andria: lunedì 21 settembre ordinazione per tre nuovi preti Grande festa per la Diocesi di Andria: lunedì 21 settembre ordinazione per tre nuovi preti Sono don Domenico Evangelista, don Michele Leonetti e don Alessandro Tesse
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.