Mostra
Mostra " Quello che resta"
Attualità

Mostra “Quello che resta”: omaggio alla famiglia di Enrico Castellano, vittima del disastro ferroviario di Corato

L’artista Alberto Gandolfo ritrae i volti di chi resta in una mostra fotografica a Lecce

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Fino al 22 dicembre 2019 la galleria fotografica "Whitephotolab" di Lecce ospita "Quello che resta", la mostra fotografica di Alberto Gandolfo che ha come protagonisti proprio coloro che restano, come i sogni e le ambizioni di chi ormai non c'è più.

All'interno della mostra, curata da Benedetta Donato, saranno esposte 35 fotografie che raccontano diverse storie. Storie che appartengono al nostro paese e che ricordiamo con amarezza: come la strage di Piazza Fontana, i casi Englaro e Welby, i delitti di Cosa Nostra, le morti causate dall'impianto Italsider-Ilva di Taranto o quella della strage ferroviaria Andria-Corato del 2016 che ha visto coinvolte ben 23 persone. Storie che hanno causato morti, ma che hanno riempito l'animo di "chi resta" di un desiderio di verità e giustizia, che li muove ancora oggi nelle loro battaglie contro l'omertà e la violenza. Questo è anche il caso di Daniela Castellano, figlia di Enrico, uno delle vittime del disastro ferroviario, la quale decide di fondare nel 2016 l'ASTIP (Associazione Strage Treni in Puglia) con lo scopo di ricercare i responsabili, denunciando l'indifferenza dello Stato Italiano rispetto agli accadimenti e le mancanze in termini di adeguamento delle infrastrutture ferrotranviarie di quella tratta della Puglia. Pertanto, proprio per il suo operato in materia di giustizia e per le tante iniziative volte ad accertare le responsabilità della tragedia, l'artista siciliano ha deciso di omaggiare anche la famiglia Castellano.

Alberto Gandolfo (Palermo, 1983), dal 2017 inizia la ricerca che lo porterà a conoscere persone provenienti da diverse regioni italiane, ma legate perennemente tra loro da un dolore straziante: la perdita ingiusta di una persona a loro cara. Genitori, sorelle, figli, amici delle vittime si sono aperti ad Alberto Gandolfo, condividendo con lui la propria sofferenza, mostrandosi nella loro intimità davanti all'obiettivo della macchina fotografica.

La mostra è visitabile dal 1° al 22 dicembre, dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 13-00 e dalle 17.00 alle 20.00.
  • Incidente ferroviario
  • Alberto Gandolfo
  • Daniela Castellano
Altri contenuti a tema
Processo disastro Ferrotramviaria: nuova udienza riservata al controesame dei consulenti della Procura Processo disastro Ferrotramviaria: nuova udienza riservata al controesame dei consulenti della Procura Ad interrogarli i difensori di alcuni dei 18 imputati. Il processo è stato aggiornato al 9 settembre
Disastro ferroviario Andria-Corato, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Disastro ferroviario Andria-Corato, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Ieri, intanto, nell'aula del Senato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della strage
Disastro ferroviario Andria-Corato: i parenti delle vittime hanno disertato la cerimonia commemorativa Disastro ferroviario Andria-Corato: i parenti delle vittime hanno disertato la cerimonia commemorativa Si è presentata solo l'Associazione “Anna Aloysi”: “Siamo tutti rimasti un po’ male per la scarsa partecipazione”
Commemorazione a Bari delle vittime della strage dei treni Andria - Corato Commemorazione a Bari delle vittime della strage dei treni Andria - Corato Una corona di fiori è stata deposta dal presidente Emiliano e dal sindaco Decaro vicino alla lapide commemorativa in piazza Moro
Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Una breve riflessione del referente del Centro Igino Giordani di Andria, Gino Piccolo
Incidente ferroviario del 12 luglio: "Sta a noi fare in modo che non si ripeta più il disastro" Incidente ferroviario del 12 luglio: "Sta a noi fare in modo che non si ripeta più il disastro" Il ricordo del Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani
Disastro ferroviario Andria-Corato, associazione Anna Aloysi: “Una ferita che sanguina da 4 anni” Disastro ferroviario Andria-Corato, associazione Anna Aloysi: “Una ferita che sanguina da 4 anni” La Presidente del sodalizio ricorda con una lettera aperta il dolore per la perdita della sorella Maria
Santa Messa in suffragio delle 23 vittime della tragedia ferroviaria, presieduta dal Vescovo Mons. Mansi Santa Messa in suffragio delle 23 vittime della tragedia ferroviaria, presieduta dal Vescovo Mons. Mansi In programma sabato 11 luglio 2020 alle ore 19:30 presso il cortile dell’Oratorio Salesiano di Andria
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.