gilet arancioni agricoltori
gilet arancioni agricoltori
Attualità

Agricoltura e "Gilet arancioni": tutto pronto per la manifestazione di lunedì 7 gennaio

Ultime adesioni ed appelli a partecipare alla grande mobilitazione del mondo agricolo pugliese

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
La macchina organizzatrice della manifestazione di protesta degli agricoltori pugliesi, raccolti sotto le casacche dei "Gilet arancioni" in programma per lunedì 7 gennaio è ormai pronta. Alle ultime adesioni, quella di LegaCoop Puglia anche gli appelli video di alcuni dei rappresentanti dell'iniziativa a sostegno del comparto primario dell'economia regionale.

"Aderire alla manifestazione di lunedì 7 gennaio dei Gilet arancioni, è un atto di responsabilità nei confronti del nostro territorio. E' un atto di rispetto assoluto nei confronti di un settore produttivo, l'agricoltura, fondamentale per la Puglia e per il mezzogiorno tutto. Anche per questi motivi chiediamo a tutti i settori, a tutte le persone della nostra regione di partecipare, di segnare una svolta a favore di una economia reale che, al di là di slogan o frasi fatte, ha prodotto negli ultimi cinquanta anni una autonomia produttiva unica per il territorio. L'albero di ulivo, l'olio di oliva rappresentano per ogni pugliese una base essenziale della propria cultura, del proprio reddito e della capacità di crescita. Una economia reale, la nostra, che oggi soffre di un abbandono, pressoché, silenzioso. L'agricoltura, il settore olivicolo pugliese, se non fosse per l'attaccamento culturale e la dipendenza economica di migliaia di famiglie pugliesi, è stato lasciato irresponsabilmente dalle istituzioni alla mercé della distruzione, dell'abbandono senza via di scampo. Nessuna azione reale di intervento condiviso con la produzione, non un incarico concreto alla ricerca, nessun piano di intervento innovativo capace di dare risposte concrete, capace di sostenere le varie attività industriali che crescono intorno al settore, oggi sull'orlo della chiusura. Non sono stati capaci di alleviare i contraccolpi distruttivi di gelate e di eventi calamitosi in generale, che vivono i produttori e le loro famiglie. Ci siamo perduti dietro declaratorie più o meno possibili, dietro bilanci blindati a favore, evidentemente, di altro, di altri settori o altre aree del Paese.

Non c'è un Piano Olivicolo condiviso e Nazionale, ne una proposta che possa fare sperare. Il nulla che offende migliaia di persone, un territorio, le sue peculiarità e la sua cultura. Dopo la manifestazione proporrei un tour di qualche giorno, a quanti hanno responsabilità politiche e amministrative, nelle zone colpite dalla xylella fastidiosa, per un confronto, nel caso senza telecamere e senza palchi, con i produttori e le loro famiglie, per toccare con mano la reale situazione di distruzione, considerato che, ad oggi, non leggiamo ne sentiamo la consapevolezza necessaria per ridare vita al territorio e alle persone che lo vivono. Quindi, quella di lunedì prossimo, non è una manifestazione contro qualcuno, ma a favore del settore agricolo, della olivicoltura, del territorio e delle persone di Puglia. Una manifestazione che vuole definire e difendere il futuro che desideriamo, un futuro sostenuto da una economia etica, un futuro che rispetti la dignità dei lavoratori agricoli e delle loro famiglie. Saremo in piazza a sostegno delle cooperative agricole pugliesi, per cercare una risposta alle loro preoccupazioni, alla ormai estenuante attesa del PSR, alle paure dei loro soci produttori, per sostenere le nuove generazioni che, pur nelle difficoltà del momento, si sono avvicinate all'agricoltura. Chiediamo a tutte le cooperative, a tutti i cooperatori di esserci, di sostenere un settore che negli anni ci ha dato la possibilità di crescere, di studiare e sentirci protagonisti del cambiamento".

E' l'appello di Carmelo Rollo, Presidente di Legacoop Puglia, al mondo cooperativo affinché scenda in piazza a partecipi compatto al presidio organizzato per lunedì 7 gennaio dai "Gilet arancioni".
Altri video:
Protesta agricoltori
Agricoltura e "Gilet arancioni": gli appelli1 minuto
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.