raccolta olive
raccolta olive
Attualità

Lavorazioni nei fondi agricoli contro la xylella entro il 10 maggio: sanzioni per chi non ottempera

Emessa ordinanza del Sindaco Bruno che dispone una serie di obblighi per chi possiede fondi rustici

Entro il 10 maggio tutti i proprietari e/o conduttori di terreni dell'agro di Andria dovranno effettuare le lavorazioni di rito come arature, fresature , erpicature o trinciature necessarie a contrastare la diffusione della xylella fastidiosa. Il controllo sul territorio regionale sull'applicazione di queste misure è affidato, come ha stabilito la regione Puglia, a rilievi aerofotogrammetrici e all'ausilio dei Carabinieri Forestali con sanzioni da 1000 a 6000 euro.
L'agro di Andria è classificato come "agro indenne" dalla xylella, ma a qualche kilometro di distanza vi è quello di Canosa di Puglia che, è stata definito e delimitato, recentemente, come infetto insieme alle aree del Salento, di Monopoli e di Polignano. Dunque non sono consentite distrazioni di sorta e per questo il Sindaco, Giovanna Bruno, ha emesso oggi l'ordinanza n. 154 proprio con l'obiettivo di tenere i terreni al riparo da erbe infestanti che invece alimentano le forme giovanili dell'insetto vettore del batterio Xylella fastidiosa, responsabile del "disseccamento rapido dell'olivo".
L'ordinanza pone l'obbligo di queste buone pratiche non solo per i proprietari e/o i conduttori di terreni agricoli, ma anche per i proprietari/gestori (privati o pubblici, compresi i comuni) delle superfici agricole non coltivate, aree a verde pubblico, bordi delle strade, canali e superfici demaniali, posti sull'intero agro andriese.
Nel "PIANO D'AZIONE PER CONTRASTARE LA DIFFUSIONE DI XYLELLA FASTIDIOSA IN PUGLIA"adottato dalla Regione, è previsto, per le aree inaccessibili ai mezzi meccanici, il ricorso al "pirodiserbo" e, in alternativa, solo in caso di impossibilità, a trattamenti a base di diserbanti; lo sfalcio a raso del suolo o il diserbo con pirodiserbo, di tutte le superfici composte da strade, piazzali, parcheggi, aree di cantiere, ecc.
Le prescrizioni non valgono per i fondi con colture erbacee in atto quali cereali, proteaginose, colture orticole da pieno campo e industriali, colture foraggere e floricole.
Gli interventi a carico delle forme adulte del vettore, le quali iniziano a comparire a fine aprile inizio maggio, consistono in interventi fitosanitari "chimici" da effettuare in maniera obbligatoria esclusivamente nelle aree delimitate. Infine, è consigliata dal Piano di Azione, sull'intero territorio regionale, la pratica della potatura e spollonatura delle piante arboree ospiti al fine di ridurre la vegetazione potenzialmente disponibile per il vettore.
Inoltre – si legge ancora nell'ordinanza - atteso che il trasferimento degli insetti vettori da zone infette a zone indenni può avvenire anche in modo passivo attraverso indumenti, autoveicoli e altri mezzi di trasporto è raccomandabile, nel passaggio da zone infette o delimitate a zone indenni, assicurarsi di non avere insetti sugli indumenti e/o i mezzi di trasporto utilizzati nonché, prevedere la copertura con teloni degli automezzi che trasportano i prodotti agricoli.
Il controllo del territorio, finalizzato all'effettiva realizzazione delle attività obbligatorie di cui innanzi, sarà realizzato dalla Regione Puglia mediante rilievo aerofotogrammetrico e con l'ausilio dei Carabinieri Forestali e la mancata osservanza sarà oggetto di una sanzione amministrativa punita con il pagamento di una somma da €.1.000,000 ad €.6.000,00.
L'ordinanza , per decisione del Sindaco, sarà trasmessa nelle prossime ore alle organizzazioni agricole, ai sindacati di categoria, agli organismi di vigilanza rurale perchè collaborino all'osservanza di queste misure che sono decisive "per proteggere il nostro patrimonio olivicolo esteso quasi 20.000 ettari della pregiata varietà "coratina". Dobbiamo garantire alla filiera olivicola cittadina – conclude il Sindaco Bruno - la massima tutela possibile e porla al riparo da un ecatombe che sarebbe non solo economica, ma anche sociale".
  • Comune di Andria
  • xylella
Altri contenuti a tema
Riaperta al traffico la provinciale Andria Bisceglie Riaperta al traffico la provinciale Andria Bisceglie Dopo la rimozione dei quattro mezzi coinvolti nel drammatico incidente di questo pomeriggio
Parrocchia della “Beata Vergine Immacolata” di Andria in festa Parrocchia della “Beata Vergine Immacolata” di Andria in festa Tante le iniziative previste in onore della patrona della comunità guidata dai Salesiani
Piscina comunale: "Sarà realmente riaperta per gennaio 2022?" Piscina comunale: "Sarà realmente riaperta per gennaio 2022?" Lo chiedono all'Amministrazione comunale le Consigliere comunali M5S Andria Doriana Faraone e Nunzia Sgarra
L'insidia delle buche stradali sulle viabilità cittadina L'insidia delle buche stradali sulle viabilità cittadina Nella zona PIP non si contano più i fossi sulle carreggiate come per via Marco Nemesiano, ma anche in città come per via Seneca
Quartiere Europa: mancata pulizia dei marciapiedi ingombri di piccoli datteri Quartiere Europa: mancata pulizia dei marciapiedi ingombri di piccoli datteri In questo periodo cadono copiosi dagli alberi di palma presenti nella zona, specie davanti alla chiesa di Sant'Andrea
Comune di Andria: “Ricordare era essenziale per il prof. Violante” Comune di Andria: “Ricordare era essenziale per il prof. Violante” La cerimonia dello scorso 1° dicembre, vista da tre studentesse del liceo linguistico "Carlo Troya"
L'Istituto Colasanto partecipa al Festival della Legalità ed alla campagna Telethon L'Istituto Colasanto partecipa al Festival della Legalità ed alla campagna Telethon Utili iniziative per ricordare che fare scuola significa prima di tutto educare ai valori dell'umanità e alla cura delle relazioni
Lega per Salvini premier Andria: "Dimensionamento scolastico, scelte scellerate dell'Amministrazione Bruno" Lega per Salvini premier Andria: "Dimensionamento scolastico, scelte scellerate dell'Amministrazione Bruno" Nota del Coordinamento cittadino, Gruppo consiliare Lega per Salvini premier Andria
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.