Conferenza stampa opposizioni Città di Andria
Conferenza stampa opposizioni Città di Andria
Enti locali

La Corte dei conti conferma i rilievi del MEF riferiti ai bilanci comunali 2014 e 2015

La decisione è stata trasmessa via PEC a tutti i consiglieri comunali con un provvedimento lungo ben 71 pagine

71 pagine fitte fitte di note e di rilievi tecnici che in sostanza confermano quanto già si sapeva, ovvero che i bilanci comunali del 2014 e 2015 erano stati approvati non solo in ritardo ma anche non rispettando alcuni paramenti economici, entro i quali il Comune non sarebbe dovuto andare.
Ieri, attraverso apposita PEC, la Segreteria del Comune di Andria ha provveduto ad inviare a tutti i consiglieri comunali la decisione dell'adunanza pubblica del 28 settembre del 2018, nella quale la Corte dei conti, sezione regionale di Bari snocciola una serie di gravi anomalie riferite all'assetto contabile delle casse comunali riferite ai predetti bilanci. E come accade in queste situazioni, tali osservazioni dovrebbero riverbarsi anche sui bilanci successivi, così come compiutamente fatto emergere dai noti rilievi degli ispettori del Ministero dell'Economia e Finanze, giunti ad Andria lo scorso anno.

In buona sostanza, quanto più volte fatto emergere dalle opposizioni consiliari -sia quelle della passata consigliatura che di quelle attuali- ovvero i presuntivi introiti dall' Italgas -circa 6 mln di euro- iscritti in bilancio, le anticipazioni di tesoreria e l'uso improprio di fondi vincolati, il ritardo nei pagamenti ai fornitori e creditori vari, i fondi non congrui per la produttività dei dipendenti comunali, dei dirigenti e la situazione dei mutui, le perplessità sull'applicazione delle sanzioni per la violazione del patto di stabilità avvenuta nel 2012 con la riduzione del 30% degli emolumenti per l'amministrazione i rilievi elencati nella lunga relazione. E, nota forse non secondaria ma sicuramente tra quelle più rilevanti e corpose l'inefficace riscossione delle tasse locali -e la conseguente evasione fiscale locale- con un particolare riferimento a quelle legate ai permessi a costruire.

All'esame del giudice contabile non è comunque mancato di evidenziare l'adesione del Comune di Andria alla discussa procedura di pre dissesto, manovra che ricordiamo dovrebbe finalmente portare dei soldi freschi dallo Stato attraverso il Fondo rotativo, all'incirca 15 mln cash, che tutti sperano faccia ripartire la macchina comunale ancora oggi ferma ed in attesa di una attesa ripartenza.
  • Comune di Andria
  • corte dei conti
  • Bilancio Comune di Andria
Altri contenuti a tema
Il Comune di Andria cerca due dirigenti per gli Uffici tecnici Il Comune di Andria cerca due dirigenti per gli Uffici tecnici Domande entro il termine perentorio del 29 luglio c.a., ore 12
Dehors di viale Crispi a rischio smantellamento Dehors di viale Crispi a rischio smantellamento "Ulteriori esercenti danneggiati dal nuovo regolamento", la critica dell'ex assessore Pierpaolo Matera
Uffici Comunali: prosegue orario settimanale con due rientri pomeridiani Uffici Comunali: prosegue orario settimanale con due rientri pomeridiani Richieste erano giunte dalla OO.SS. per effettuare un solo rientro nei mesi di luglio ed agosto
Comune, Vurchio (Pd): "Iniziamo a fare chiarezza sui conti pubblici" Comune, Vurchio (Pd): "Iniziamo a fare chiarezza sui conti pubblici" "La nostra città è indebitata per 80 milioni di euro!!!", evidenzia il segretario cittadino del Pd, al quotidiano "Repubblica" 
Approvato lo schema di bilancio di previsione 2019-2021 dal Commissario prefettizio Tufariello Approvato lo schema di bilancio di previsione 2019-2021 dal Commissario prefettizio Tufariello Tra una settimana ci sarà la delibera commissariale e poi il parere delle Consulte comunali
Mercato ortofrutticolo affidato in gestione, la lettera del Comune spiazza i grossisti Mercato ortofrutticolo affidato in gestione, la lettera del Comune spiazza i grossisti Nel pomeriggio riunione operativa presso la sede di Confcommercio Andria
Unimpresa teme per il luna park e le bancarelle delle festa patronale Unimpresa teme per il luna park e le bancarelle delle festa patronale La mancata approvazione del bilancio di previsione, getta foschi presagi per gli appuntamenti settembrini
Mercato generale ortofrutticolo: il Comune intende affidarne la gestione a terzi Mercato generale ortofrutticolo: il Comune intende affidarne la gestione a terzi La struttura commerciale di via Barletta è attualmente inglobata all'interno del centro abitato
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.