Camion compattatore rifiuti
Camion compattatore rifiuti
Cronaca

La Città di Andria tra i contributi dei fondi "Ecotassa"

La Regione Puglia destina 10mila euro per interventi di innovazione della "differenziata". Nella BAT finanziamenti per Trani e San Ferdinando di Puglia

Andria con un finanziamento della Regione Puglia di 10mila euro ed un co-finanziamento pari al 40% della somma totale ed un punteggio di 75,62 è giunta terza nella graduatoria approvata lo scorso 1 marzo con delibera 30 del 2013 per l'utilizzazione fondi "ecotassa". La delibera fa riferimento alla legge regionale 38/2011 che di anno in anno finanzia interventi mirati in materia di ambiente, bonifica e rifiuti. Per quest'anno il Comune di Andria ha partecipato alla richiesta di finanziamento nell'azione 4 "Innovazione dei sistemi di raccolta differenziata nella specifica graduatoria di "integrare mezzi e attrezzature dei servizi di raccolta per massimizzare la qualità dei flussi dei rifiuti raccolti in modo differenziato". Per questa azione la Regione ha stanziato 150mila euro ed il Comune di Andria è tra i 15 comuni beneficiari di finanziamento.

Le risultanze istruttorie svolte dall'Ufficio Bonifica dicono che, a fronte di 16 istanze, solo 15 comuni sono stati ritenuti ammissibili a finanziamento contributivo regionale. Per l'intero finanziamento della materia "Utilizzazione dei fondi Ecotassa", la Determinazione Dirigenziale 171 del 20/12/2012 ha disposto l'impegno complessivo di euro 2.342.603,38 e nella BAT altri comuni hanno beneficiato di un finanziamento molto consistente su altre misure. Per l'Azione 1 "Risanamenti aree pubbliche attraverso operazioni di rimozione di rifiuti", per esempio, un finanziamento di 50mila euro è stato previsto per il Comune di Trani giunto terzo in graduatoria e per il Comune di San Ferdinando 32esimo ed ultimo comune che riceverà il finanziamento. Esclusi i comuni di Trinitapoli e Barletta più in basso in classifica.


© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.