mezzi Sangalli
mezzi Sangalli
Vita di città

L'ombra di un nuovo caso covid 19 tra i dipendenti della Sangalli: "Nessuna tutela per noi lavoratori"

Anche stamane capannelli di dipendenti davanti ai cancelli del cantiere di via Barletta. La protesta dell'USB

Un nuovo caso covid 19 ci sarebbe tra i dipendenti della società Sangalli. La notizia, che è circolata stamane tra i lavoratori dell'azienda monzese che si occupa della raccolta differenziata ad Andria, non ha ancora ricevuto conferme, ma è bastato questo per alzare ulteriormente il livello del clima di forte preoccupazione che serpeggia tra i dipendenti, che anche questa mattina si sono riuniti spontaneamente davanti al cantiere di via Vecchia Barletta, prima di prendere servizio, proprio per commentare le ultime vicende che li riguardano.

Alla luce di queste ultime notizie, è intervenuta la rappresentanza del sindacato USB igiene ambientale di Andria.

La USB chiede come mai la società Sangalli non stia provvedendo a fornire ai propri dipendenti i dpi previsti per evitare i contagi. Altro quesito come mai la situazione non è monitorata dall'azienda e dall'Asl Bt, così come previsto dai protocolli anti covid.

Nel sottolineare come questo servizio pubblico sia essenziale per ogni comunità, rivolge un appello alla Civica Amministrazione ed in particolare alla Sindaca Bruno ad intervenire sulla vicenda, insieme alle altre sigle sindacali, ed a chiedere all'azienda Sangalli che procedura viene adottata per la raccolta dei rifiuti appartenenti ai contagiati che si trovano in quarantena domiciliare.

Espressamente l'USB rivolge questa precisa domanda: «I delegati aziendali CGIL, CISL, Fiadel e il responsabile della sicurezza, come mai non si esprimono pubblicamente?»

Altra nota dolente riguarda il continuo verificarsi di infortuni occorsi negli ultimi tempi ai lavoratori. Anche in questo caso viene richiesto un deciso intervento dell'azienda e del responsabile della sicurezza, al fine di garantire la costante integrità fisica per i lavoratori.
  • Comune di Andria
  • Rifiuti
  • sangalli
Altri contenuti a tema
La testimonianza di una cittadina andriese sopravvissuta al terremoto dell' Irpinia La testimonianza di una cittadina andriese sopravvissuta al terremoto dell' Irpinia 40 anni fa la catastrofe provocò oltre 3.000 vittime e 300 mila sfollati
Covid, Andria piange un altro suo figlio: se ne va il Questore Losito Covid, Andria piange un altro suo figlio: se ne va il Questore Losito Alcuni dei ricordi di gioventù. Il saluto del nipote Francesco Giorgino
Festa dell'Albero, on. D'Ambrosio: "Sindaco Giorgino e sue amministrazioni, distrutto ulteriormente il patrimonio verde cittadino" Festa dell'Albero, on. D'Ambrosio: "Sindaco Giorgino e sue amministrazioni, distrutto ulteriormente il patrimonio verde cittadino" La proposta del parlamentare pentastellato: "piantiamo in città un nuovo albero per ogni neonato andriese!"
Anche l'Istituto "Ettore Carafa" aderisce alla Giornata nazionale dell'albero Anche l'Istituto "Ettore Carafa" aderisce alla Giornata nazionale dell'albero L'iniziativa voluta dal preside Amatulli si collega al progetto più ampio #alberiperilfuturo
Scarso il verde urbano ad Andria, appena lo 0,3%: "Con recovery fund creare foreste urbane" Scarso il verde urbano ad Andria, appena lo 0,3%: "Con recovery fund creare foreste urbane" La proposta di Coldiretti per ridurre la presenza di smog nelle città senza aree green
Primo consiglio comunale del 26 novembre: tutti i consiglieri sottoposti al test rapido covid 19 Primo consiglio comunale del 26 novembre: tutti i consiglieri sottoposti al test rapido covid 19 A presiederlo sarà il consigliere anziano avv. Vincenzo Coratella (M5S)
Emergenza Covid 19: Mercato settimanale, nuove disposizioni fino al 3 dicembre 2020 Emergenza Covid 19: Mercato settimanale, nuove disposizioni fino al 3 dicembre 2020 Per decongestionare il più possibile gli afflussi del pubblico e garantire il distanziamento tra i posteggi
Largo grotte: divieto accesso e stazionamento persone dal 21 novembre al 3 dicembre, dalle 18 alle 22 Largo grotte: divieto accesso e stazionamento persone dal 21 novembre al 3 dicembre, dalle 18 alle 22 Dopo la segnalazione giunta dal Presidio Libera "Renata Fonte" di Andria
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.