Messaggi e foto degli studenti in memoria di Giuseppe Bozza
Messaggi e foto degli studenti in memoria di Giuseppe Bozza
Attualità

Il ringraziamento della famiglia Bozza per l'affetto e la vicinanza dopo la scomparsa del caro Giuseppe

La mamma Grazia Martino e la famiglia: «Grazie a quanti hanno voluto bene a una persona buona e piena di luce come il nostro Giuseppe»

La famiglia Bozza e la mamma Grazia Martino ringraziano quanti sono stati a loro vicini dopo la perdita del caro Giuseppe, storico collaboratore scolastico del Liceo "Carlo Troya" di Andria deceduto alcuni giorni fa a seguito di un tragico incidente. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nella comunità scolastica che lo ha visto prima studente e poi collaboratore per oltre vent'anni.

«Vorremmo ringraziare tutte le persone che nel momento doloroso della perdita di Giuseppe hanno operato per aiutarci, - scrive la famiglia Bozza - per realizzare le sue volontà e per farci sentire il loro affetto. Per desiderio di riservatezza e per rispettare i desideri di Giuseppe, non ci sono stati riti pubblici né comunicati ufficiali. Lui aveva deciso che sarebbe andato via in silenzio e che avrebbe donato tutti i suoi organi per permettere a quante più persone di sopravvivere o di avere una vita migliore, atto quest'ultimo che è stato realizzato pienamente, regalando a Lui un ultimo sorriso e a noi un po' di serenità.

Ma, sia pure in questo rispettoso silenzio, è anche giusto mettere in evidenza l'opera di chi ha aiutato Lui e noi. Perciò, ci preme far risaltare l'opera di tutto il personale del reparto di Terapia intensiva dell'ospedale "Bonomo" di Andria, i medici e le infermiere che si sono prodigati ben oltre il semplice dovere professionale, con una generosità rara e con una commossa partecipazione al nostro dolore, persone per le quali qualsiasi ringraziamento non sarà mai abbastanza. Parimenti, la nostra riconoscenza va al Cappellano dell'ospedale, che ha benedetto Giuseppe e dato a noi conforto, alla Direzione sanitaria, che ha agevolato, con umana sensibilità, i nostri atti in ore davvero difficili, e alla Polizia Urbana di Corato, che si è impegnata per aiutarci in ogni modo, con altrettanta comprensione al di là degli atti burocratici, in una situazione che ci colpisce pesantemente.

Purtroppo, a causa delle circostanze della sua morte, in un incidente stradale, siamo stati costretti a sospendere, per il momento, alcune delle sue disposizioni testamentarie, come quella della cremazione, e a procedere alla sepoltura nel cimitero di Andria. Poi, siamo stati travolti dal calore umano che tutti quelli che hanno conosciuto Giuseppe hanno manifestato a noi direttamente e con dichiarazioni pubbliche su mezzi di informazione e social, a cominciare dalle bellissime parole dei ragazzi del Liceo "Carlo Troya", in cui lui è stato alunno e poi collaboratore scolastico: tutta una vita. Perciò, riteniamo opportuno rendere partecipi tutti della possibilità di un ultimo saluto. Fino a data che non ci è ancora possibile sapere, che sarà decisa dall'autorità giudiziaria, Giuseppe resterà nel campo 2A del cimitero andriese. Chiunque vorrà, può andare a trovarlo. E' l'unico modo concreto che abbiamo per dire grazie a quanti hanno voluto bene a una persona buona e piena di luce come il nostro caro Giuseppe».

Il Dirigente Scolastico, prof. Michelangelo Filannino, e tutta la comunità del Liceo "Carlo Troya" ricordano Giuseppe Bozza come «volto sorridente che ricordano generazioni di alunni che hanno condiviso con lui, sempre attento e disponibile, chiacchiere, riflessioni, risate tra una lezione e l'altra, all'inizio o alla fine di lunghe giornate scolastiche. Il suo amore per la vita e il suo altruismo sono ciò per cui tutta la comunità del nostro Liceo lo ricorderà e sono il segno del suo ultimo straordinario gesto di generosità: la donazione dei suoi organi, grazie a cui molte altre vite potranno riaccendersi e sperare. Ciao, Giuseppe».

Molto toccante anche il messaggio che gli studenti hanno riservato a Giuseppe nel giorno della sua scomparsa: «Tristi, spiazzati, increduli. Ci siamo ritrovati così. All'arrivo di una notizia che abbiamo continuato a sperare non fosse vera. Hai fatto breccia nel cuore di ognuno di noi. Punto di riferimento fisso: chiacchierate infinite (anche sui temi più assurdi e disparati), consigli, suggerimenti, pacche sulla spalla. Non importava cosa fosse successo, tu eri lì. Sempre. Con quel sorriso stampato sul volto, riflesso di ironia e umanità; congiunzione perfetta tra follia e passione. Personalità "strampalata", ma pensante. Te lo confessiamo: spesso non abbiamo compreso cosa volessi dirci. Ma dialogare, con te, quello sì che era un piacere. Sei stato, anche tu, e a modo tuo, il nostro Liceo. Ci siamo ritrovati davanti alla tua cattedra, già da qualche tempo vacante. Uno sguardo a queste foto, il legame che ti legava a questa meravigliosa Comunità riflette. Una promessa te la facciamo: il tuo angolo continueremo a custodirlo noi, in eterno. Una lacrima cade sullo schermo. Non ci crediamo ancora. Grazie, per tutto. E buon viaggio, "Peppe". Ci mancherai…».
  • Liceo "Carlo Troya"
Altri contenuti a tema
Liceo "Carlo Troya", il bilancio dell'anno scolastico 2021/22: «Nuova linfa intellettuale ed emotiva» Liceo "Carlo Troya", il bilancio dell'anno scolastico 2021/22: «Nuova linfa intellettuale ed emotiva» Il ringraziamento della comunità scolastica al Preside prof. Filannino: «Con entusiasmo e fiducia nei giovani ha permesso alla scuola di rinascere»
51 anni dopo la maturità classica: si ritrovano gli studenti della 3^ A e 3^ B del Liceo Classico "Carlo Troya" di Andria 51 anni dopo la maturità classica: si ritrovano gli studenti della 3^ A e 3^ B del Liceo Classico "Carlo Troya" di Andria Stampata anche una maglietta celebrativa di questa piacevole reunion
Liceo Classico "Carlo Troya" Andria: Gilda degli insegnanti denuncia lo stato grave in cui vivono docenti e studenti Liceo Classico "Carlo Troya" Andria: Gilda degli insegnanti denuncia lo stato grave in cui vivono docenti e studenti Infiltrazioni dal tetto, impianto fognario fatiscente e infissi poco sicuri, alcune della problematiche rilevate all'immobile della Provincia Bat
Sindacati preoccupati situazione igienico sanitaria per il Liceo Classico "Carlo Troya" di Andria Sindacati preoccupati situazione igienico sanitaria per il Liceo Classico "Carlo Troya" di Andria Impianto fognario, palestra ed auditorium versano in condizioni critiche. Accuse alla Provincia Bat
Liceo classico "Carlo Troya": sopralluogo tecnico della provincia per sversamento fogna all'ingresso della scuola Liceo classico "Carlo Troya": sopralluogo tecnico della provincia per sversamento fogna all'ingresso della scuola Da fine marzo si attendeva un rilievo da parte dell'Ente provincia, proprietario del plesso scolastico
Uscita anticipata al Liceo classico "Carlo Troja" per sversamento fogna all'ingresso della scuola Uscita anticipata al Liceo classico "Carlo Troja" per sversamento fogna all'ingresso della scuola Un fenomeno che purtroppo si è verificato precedentemente e che sta creando problemi alla regolarità dell'orario scolastico
Ad Andria il 1° aprile la “Festa comunale di corsa campestre” Ad Andria il 1° aprile la “Festa comunale di corsa campestre” Presso la villa comunale “Giuseppe Marano”, zona antistante l’ITIS Jannuzzi
Mancati interventi strutturali da troppi anni, gli studenti del Liceo "Carlo Troya" manifestano in Largo Torneo Mancati interventi strutturali da troppi anni, gli studenti del Liceo "Carlo Troya" manifestano in Largo Torneo Nei giorni scorsi l'ennesimo incidente con la caduta di una finestra all'interno di un'aula
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.