Le Foibe
Le Foibe
Politica

Gioventù Nazionale, foibe ed esodo: "No a revisionismi nelle scuole!"

"Taglio riduzionista e giustificazionista della narrazione sul Giorno del Ricordo durante un convegno presso l’Ites-Les Carafa"

«Ogni anno, il 10 febbraio, proviamo, nel nostro piccolo e nei contesti, nei luoghi che viviamo con più frequenza, a promuovere il ricordo della tragedia delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata. Siamo contenti che lo si faccia sempre di più anche nelle scuole, per contribuire a sollevare il velo di silenzio che per troppi decenni ha coperto questa drammatica pagina di storia d'Italia», così in una nota Riccardo Alicino, Presidente Provinciale di Gioventù Nazionale, e Andrea Di Matteo, coordinatore cittadino di Gioventù Nazionale..

«Da valutare, però, è il taglio -spesso fortemente discutibile- che a quella Storia si giunge a dare. Abbiamo appreso da mezzi stampa, dell'organizzazione di un incontro sul tema presso l'Ites-Les Carafa di Andria davanti ad alcune decine di ragazzi, alla presenza della consigliera regionale Grazia Di Bari, dell'associazione Campo 65 e dell'ANPI Bat. L'impostazione riduzionista e giustificazionista della narrazione salta subito all'occhio osservando alcune immagini diffuse sui social dagli stessi intervenuti: proiezione di manifesti anti-slavi del regime fascista, grafiche che mettono all'erta sul non paragonare le Foibe alla Shoah e ad altri crimini del '900, promozione di volumi come quelli di tal Eric Gobetti. Gobetti, le cui simpatie per il Maresciallo comunista jugoslavo Tito e, dunque, per i carnefici dei nostri connazionali, non sono un mistero, è stato di recente invitato nella città di Altamura proprio da una delle associazioni presenti (Campo 65) per la presentazione del suo più discusso volume (al quale preferiamo non fare pubblicità), e un paio di anni fa ha effettuato un vero e proprio tour nelle scuole della BAT. Uno "storico", che ama farsi fotografare vestito da titino col pugno chiuso, o in posa davanti alla statua del dittatore, piuttosto che davanti a una bandiera jugoslava.

Troviamo assurdo e inverosimile, dunque, che il ricordo possa essere relegato a realtà, come l'ANPI, che -sia a livello nazionale che locale- annualmente e senza vergogna si espone con tesi riduzioniste e giustificazioniste, sino a rilasciare dichiarazioni ispirate a un negazionismo offensivo. Perché l'Istituto -di cui invece da sempre in quanto studenti apprezziamo la qualità dell'offerta formativa e il lavoro mirato della sua dirigenza- non si è affidato ad una delle Associazioni facenti parte della Federazione degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati, a comitati come il Comitato 10 Febbraio, o ancor più semplicemente alle semplici e dirette testimonianze degli esuli o dei parenti di esuli o infoibati?

Il 10 febbraio non è una data volta a contrapporsi o a controbilanciare la memoria di altri crimini del '900, vuole semplicemente evidenziare che tra i crimini c'è anche la strage degli italiani d'Istria, avvenuta per di più a guerra finita.

La storia si impara e si scopre quando la dipingono i fatti, le vicende, le gesta che toccano il cuore, non quando la descrivono trattati o personalità affette da ideologismo. Chissà se quelle storie siano state effettivamente raccontate o ci si è limitati a delineare il contesto storico antecedente all'occupazione jugoslava, per "giustificare" le atrocità commesse in seguito ai danni nei nostri connazionali. Per fortuna, da ormai vent'anni, riemergono le voci dal silenzio e sono testimonianze vive contro l'ignavia, la dimenticanza, l'indifferenza!».
Gioventù Nazionale, foibe ed esodoGioventù Nazionale, foibe ed esodoGioventù Nazionale, foibe ed esodo
  • ITES Carafa
  • giorno del ricordo
  • giornata del ricordo
  • gioventù nazionale andria
Altri contenuti a tema
I.I.S.S. "Ettore Carafa" di Andria: un impegno concreto per l'inclusione degli studenti con DSA I.I.S.S. "Ettore Carafa" di Andria: un impegno concreto per l'inclusione degli studenti con DSA Il dibattito ha fornito l'occasione per approfondire le tematiche legate alla gestione e alla didattica dell'inclusione in ambito scolastico
Il tema dell’emigrazione giovanile, al centro di un incontro di Gioventù Nazionale Andria Il tema dell’emigrazione giovanile, al centro di un incontro di Gioventù Nazionale Andria «Il domani appartiene certamente a noi, ma appartiene altresì al futuro delle nostre città»
All'Istituto "Ites Les Carafa", innovativa interpretazione della Divina Commedia All'Istituto "Ites Les Carafa", innovativa interpretazione della Divina Commedia L'iniziativa ha incluso la proiezione di un documentario che unisce elementi storici e magici per illustrare il legame tra il celebre poeta e la Puglia
Pasqua solidale per Gioventù Nazionale: donate uova di Pasqua ad diverse comunità andriesi Pasqua solidale per Gioventù Nazionale: donate uova di Pasqua ad diverse comunità andriesi Piccoli ma apprezzabili gesti fanno la differenza. Ciò che si dà non sempre torna, ma quel che doniamo è ciò che scegliamo
"Restare, lasciare, tornare": la partecipazione giovanile come argine all’emigrazione? "Restare, lasciare, tornare": la partecipazione giovanile come argine all’emigrazione? Iniziativa di Gioventù Nazionale Andria in programma sabato 30 marzo 2024, alle ore 16.30, in Viale Crispi - 40
Onorare la Memoria: Una Lotta per la Legalità. Premiati gli studenti del "Carafa" di Andria Onorare la Memoria: Una Lotta per la Legalità. Premiati gli studenti del "Carafa" di Andria La classe V AL con le professoresse Antonella Quacquarelli e Cinzia Chiarazzo
In Consiglio Regionale la premiazione della V AL del Liceo Economico Sociale “Ettore Carafa” di Andria In Consiglio Regionale la premiazione della V AL del Liceo Economico Sociale “Ettore Carafa” di Andria In occasione del 21 marzo, Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie
Tra Verità e Democrazia: Sandro Ruotolo al Carafa di Andria Tra Verità e Democrazia: Sandro Ruotolo al Carafa di Andria La giornata si è focalizzata sul ruolo essenziale del giornalismo nella società
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.