petardo
petardo
Cronaca

Esplode grosso petardo nei pressi del Museo diocesano San Riccardo: paura tra i residenti e distrutta cabina telefonica

Interrotto un evento culturale in corso presso la sala convegni. Non sarebbe il primo episodio del genere

Un grosso petardo, probabilmente una c.d. "bomba Maradona" è esploda ieri sera in via De Anellis, angolo piazza Toniolo, nei pressi del Museo diocesano San Riccardo, intorno alle ore 20. Nel momento del forte boato, era in corso un evento culturale alla presenza di un folto pubblico intervenuto, insieme a relatori giunti per l'occasione ad Andria.

La deflagrazione, che ha mandato completamente distrutta una centralina telefonica, isolando molti utenti residenziali, ha fatto interrompere i lavori della conferenza, tanto forte è stato il boato e la paura suscitata tra i presenti.

Non sarebbe purtroppo il primo episodio del genere. L'approssimarsi del periodo natalizio ha già portato i soliti imbecilli ad acquistare questo genere di petardi.
Il centro storico di Andria, continua purtroppo ad essere teatro di episodi di violenza e teppisti.
Proprio ieri sera, lo ricordiamo, si è registrata una violenta aggressione nei pressi di piazza Catuma, anche in questo caso nel centro storico. Ad avere la peggio un uomo di Corato, che sarebbe stato attaccato da un energumeno di Andria per futili motivi, probabilmente legati a un parcheggio. Sul posto sono intervenuti il personale del 118 ed una volante della Polizia di Stato, poliziotti che hanno condotto l'aggressore negli uffici della Questura. L'aggredito è purtroppo ricoverato presso l'ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria.
esplosione petardilocandina
  • Comune di Andria
  • centro storico andria
  • Controlli Polizia
  • Polizia di Stato Andria
Altri contenuti a tema
Quarta edizione del Premio della Pace, organizzato dal Rotary Club Andria Castelli Svevi Quarta edizione del Premio della Pace, organizzato dal Rotary Club Andria Castelli Svevi Questa mattina la cerimonia di consegna
Le associazioni cittadine contro la bretella sud della tangenziale, mentre si dimette il capogruppo del Pd Le associazioni cittadine contro la bretella sud della tangenziale, mentre si dimette il capogruppo del Pd Intanto ieri il Consiglio di Stato non si è pronunciato sulla sospensiva chiesta dal Comune di Andria. Si andrà a sentenza
All'interno di un locale in un oliveto 3 kg di marijuana All'interno di un locale in un oliveto 3 kg di marijuana In azione la Polizia di Stato
Approvato raddoppio ferroviario Andria-Barletta e la realizzazione di una Casa - Ospedale di Comunità Approvato raddoppio ferroviario Andria-Barletta e la realizzazione di una Casa - Ospedale di Comunità Nel corso della massima assise cittadina di ieri 28 febbraio
Restauro e riuso di Palazzo Ducale: pubblicato il bando per l'appalto integrato Restauro e riuso di Palazzo Ducale: pubblicato il bando per l'appalto integrato Un recupero completo degli spazi distribuiti nei quattro livelli dell’edificio, che trasformeranno lo storico palazzo in un polo culturale
Periti agrari esclusi dal bando servizio esternalizzato UMA: le critiche del Collegio provinciale Periti agrari esclusi dal bando servizio esternalizzato UMA: le critiche del Collegio provinciale La richiesta di spiegazioni rivolta all'Amministrazione comunale: "Un vero e proprio sgarbo istituzionale"
Centro di aggregazione Fornaci: la Giunta comunale da il via libera al progetto di fattibilità tecnico-economica Centro di aggregazione Fornaci: la Giunta comunale da il via libera al progetto di fattibilità tecnico-economica Intervento di manutenzione straordinaria
In giunta il ponte Bailey e messa in sicurezza del Canale Ciappetta-Camaggio In giunta il ponte Bailey e messa in sicurezza del Canale Ciappetta-Camaggio Approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.