Conferenza stampa dehors Andria
Conferenza stampa dehors Andria
Vita di città

Dehors, il legale dei gestori: "Allo stato il Comune non può eseguire l’ordine di rimozione"

Le parole dell'avv. Mastroviti nella nota di Confcommercio e Confesercenti

"Il giudice ha rilevato che vertendosi in ipotesi di contestazione sollevata ai sensi del codice della strada, la rimozione delle opere abusive (cioè dei dehors) dovrebbe costituire oggetto di una sanzione accessoria rispetto a quella amministrativa pecuniaria già irrogata. Sanzione che allo stato non è stata ancora comminata e che laddove fosse comminata dovrebbe essere adottata dall'autorità statale competente, e non certo dal Comune". Lo scrive l'avvocato Fulvio Mastroviti in una nota ad uno dei ricorrenti inviata insieme all'ordinanza del Tar sulla domanda cautelare proposta con il ricorso contro le diffide inoltrate ai proprietari degli esercizi commerciali di corso Cavour e piazza Imbriani. Dunque conclude Mastroviti nella lettera "allo stato il Comune non può eseguire l'ordine di rimozione ma deve chiedere al prefetto di emettere ordinanza in tal senso".

Con queste parole la Confcommercio e la Confesercenti vogliono chiarire, in attesa della sentenza contro l'intero regolamento che verrà emessa a stretto giro, ciò che sta accadendo in merito alla vicenda dei dehors ad Andria.

Inoltre Claudio Sinisi e Mario Landriscina, vista la delicatezza della questione invitano anche "rappresentanti di altre associazioni non più rappresentativi a evitare interventi fuorvianti e contrari agli interessi dei proprietari dei dehors di corso Cavour e piazza Imbriani che, ribadiamo, al momento non devono smantellare nulla. La sospensiva non è stata accolta perché il Comune ha inoltrato solo una diffida agli esercenti e non un provvedimento di rimozione. Indipendentemente dall'esito dei ricorsi, che possono essere accolti o rigettati, riteniamo comunque che in questa vicenda si sia cristallizzata una cosa: chi è dalla parte dei commercianti e chi invece non fa altro che remare contro Confcommercio, Confesercenti e gli interessi di molti operatori del settore della ristorazione che con il ricorso abbiamo tentato di tutelare".
  • confcommercio
Altri contenuti a tema
Il piacere di fare la spesa "sotto casa", le ragioni della Confcommercio Il piacere di fare la spesa "sotto casa", le ragioni della Confcommercio Sinisi: “I negozi sotto casa sono una risorsa. Tutto a portata di mano”. La campagna è aperta, gli interessati possono rivolgersi alla sede di Confcommercio
Vicenda dehors: la Gestione Commissariale presenta ricorso al Consiglio di Stato Vicenda dehors: la Gestione Commissariale presenta ricorso al Consiglio di Stato Il Comune chiede con questa richiesta al giudice amministrativo di appello, di cancellare la sospensiva del Tar
Dehors, in attesa del Tar i commercianti chiedono incontro al Comune Dehors, in attesa del Tar i commercianti chiedono incontro al Comune Confcommercio e Confesercenti: “Creare concertazione per ricercare soluzioni alla vertenza”
Scontrino elettronico dal 1° gennaio 2020, cosa cambia? Workshop alla Confcommercio di Andria Scontrino elettronico dal 1° gennaio 2020, cosa cambia? Workshop alla Confcommercio di Andria Incontro per illustrare le novità e sciogliere i tanti dubbi. Lunedì 25 novembre in via Nicola Pisano
Dehors, sospeso il regolamento. Il Tar accoglie ricorso Dehors, sospeso il regolamento. Il Tar accoglie ricorso Il 18 novembre dell'anno prossimo udienza nel merito
Commercio ambulante: scongiurato aumento tassa occupazione suolo pubblico Commercio ambulante: scongiurato aumento tassa occupazione suolo pubblico Arrivano rassicurazioni da parte della Fiva Confcommercio
“Andria Fidelis”, un’installazione alle porte della città “Andria Fidelis”, un’installazione alle porte della città Ideata e realizzata da un'azienda andriese. Confcommercio: “Orgogliosi del dinamismo dei nostri soci”
Marketing e comunicazione: workshop di Confcommercio Andria Marketing e comunicazione: workshop di Confcommercio Andria Al via dal 7 novembre, sei lezioni più una giornata finale per un corso di alta formazione rivolto agli associati
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.