FB IMG
FB IMG
Politica

Debiti sul comparto rifiuti, Coratella M5S “ Ancora non sappiamo quanti debiti ha il Comune di Andria con l’ARO2BT”

“Chiedo al Commissario prefettizio di riportare pubblicamente la situazione debitoria, in modo da fornire un quadro completo ai cittadini”

In merito alla catastrofica situazione finanziaria del comune di Andria, che ha investito anche l'ARO2BT, ente costituto dai comuni di Andria, Canosa di Puglia, Minervino Murge e Spinazzola con il compito di gestire il servizio rifiuti, il pentastellato Michele Coratella, ex capogruppo del gruppo consiliare del Comune di Andria, così si esprime tramite i canali social.

"Nelle scorse settimane ho già manifestato la mia preoccupazione circa la situazione debitoria che il Comune di Andria ha con l'ARO2BT, per quanto riguarda il servizio di raccolta e lo smaltimento dei rifiuti della nostra città. Con delibera del 30 settembre ultimo scorso, la Giunta l'ARO2BT costituita dai sindaci di Minervino, Spinazzola, Canosa ed Andria, con il Commissario Prefettizio, ha addirittura dovuto rinviare, per richiesta di quest'ultimo, la definizione della posizione debitoria dell'ARO2BT nei confronti di una delle società dove conferiamo i rifiuti perché la situazione non è chiara. Questo avvenimento, insieme alle improvvise interruzioni della raccolta dei rifiuti da parte della Sangalli oltre a continui disservizi, non può che destare preoccupazione in tutti noi cittadini.

Chiedo al Commissario Prefettizio, persona terza rispetto agli schieramenti politici, di riportare pubblicamente la situazione debitoria, ereditata da Giorgino, Marmo e soci, dell'ARO2BT con i fornitori ed anche del Comune nei confronti dell'ARO2BT, in modo da fornire un quadro completo della situazione attuale a tutti i cittadini.

Non sappiamo esattamente quanti debiti ha il Comune con l'ARO2BT, possiamo solo immaginare, parliamo di milioni di euro che noi tutti dobbiamo pagare.Serve chiarezza, quella che non abbiamo avuto per oltre 9 anni"
, conclude l'avv. Michele Coratella.
  • Rifiuti
  • michele coratella
Altri contenuti a tema
Vecchi materassi abbandonati in pieno giorno su via Annunziata Vecchi materassi abbandonati in pieno giorno su via Annunziata La protesta giunge ormai ad indignazione: "Basta con questo caos, qui vige il far west"
Raccolta rifiuti: verso una soluzione condivisa tra Comune e Sangalli a tutela dei lavoratori Raccolta rifiuti: verso una soluzione condivisa tra Comune e Sangalli a tutela dei lavoratori Firmata pre intesa per pagamento e transazione della creditoria vantata dalla Sangalli
Raccolta rifiuti: i lavoratori della Sangalli reiterano richiesta di incontro con il dott. Tufariello Raccolta rifiuti: i lavoratori della Sangalli reiterano richiesta di incontro con il dott. Tufariello Sollecitato incontro anche con l'amministratore della società di Monza, dott. Alfredo Robledo
Nuovi avvistamenti di topi tra pendio S. Lorenzo, via Marco Polo e zona Camaggio Nuovi avvistamenti di topi tra pendio S. Lorenzo, via Marco Polo e zona Camaggio L'accorato appello al Comune ed alla Sangalli da parte dei residenti. "Intervenite presto!"
Quartiere Maraldo-La Specchia: ad Andria è già tempo di Natale al piazzale Colasanto Quartiere Maraldo-La Specchia: ad Andria è già tempo di Natale al piazzale Colasanto Una dozzina di cittadini hanno avviato gli interventi per l'allestimento del tradizionale presepe artistico
Raccolta rifiuti: lavoratori Sangalli chiedono incontro con il Commissario prefettizio Raccolta rifiuti: lavoratori Sangalli chiedono incontro con il Commissario prefettizio Nota congiunta della RSU, USB, FIADEL, CISL e CGIL
Raccolta rifiuti: saranno pagate le spettanze ai lavoratori della Sangalli Raccolta rifiuti: saranno pagate le spettanze ai lavoratori della Sangalli Lo assicura il Commissario prefettizio Tufariello: "Allarmi ingiustificati, no a strumentalizzazioni"
Mobilità sostenibile, un finanziamento di 502mila euro alla città di Andria Mobilità sostenibile, un finanziamento di 502mila euro alla città di Andria L'avv. Michele Coratella: «Questi stanziamenti devono essere utilizzati subito»
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.