abbandono rifiuti area parco
abbandono rifiuti area parco
Cronaca

Carabinieri forestali denunciano titolare di un'azienda turistica di Andria

L'uomo ed un suo dipendente sono stati scoperti ad abbandonare rifiuti speciali non pericolosi nell'area parco

I Carabinieri forestali delle Stazioni "Parco" di Ruvo di Puglia, nel corso di un servizio finalizzato alla sorveglianza e alla tutela del patrimonio del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, hanno denunciato il titolare di un'azienda turistica di Andria e il suo dipendente per un abbandono incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi, avvenuto in località "Piede Piccolo" agro del Comune di Corato, lungo la banchina della strada denominata "Mediana delle Murge".

Le indagini sono iniziate a seguito di un accertamento della presenza di rifiuti in parte sparsi sul suolo e il restante contenuti in 16 sacchi neri di grandi dimensioni, costituiti soprattutto da imballaggi in plastica, bottiglie di plastica, buste per cialde di caffè, che avevano provocato una situazione di degrado ambientale.
L'occhio attento dei carabinieri forestali ha permesso di individuare, di fatto, tra i rifiuti abbandonati la presenza anche di documentazione specifica che ha consentito agli stessi, a seguito di ulteriori indagini, di risalire non solo alla provenienza dei rifiuti ma anche all'autore dell'abbandono.

I rifiuti, oggetto di sequestro, provenivano effettivamente da un'attività agrituristica del Comune di Andria, che invece di essere smaltiti secondo la normativa vigente venivano abbandonati in maniera incontrollata sul suolo. Pertanto sia il trasportatore dei rifiuti sia il gestore dell'attività agrituristica è scattata la denuncia all'Autorità Giudiziaria per la violazione all'art. 192 del D.L.vo 152/06, sanzionato dall'art. 256 c. 2 stesso decreto, vale a dire per abbandono e deposito di rifiuti non pericolosi sul suolo, punibile con l'arresto e l'ammenda.
  • Rifiuti
  • Murgia
  • Parco nazionale alta murgia
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Anche le aree verdi murgiane di Andria ripulite dalle Associazioni dei cacciatori Anche le aree verdi murgiane di Andria ripulite dalle Associazioni dei cacciatori Operazione "Paladini del Territorio", un’iniziativa organizzata e sostenuta da Fondazione UNA – Uomo, Natura e Ambiente
Montepulciano: "Lotta agli inquinatori seriali. Grazie alla Polizia locale ed all'Assessore Colasuonno" Montepulciano: "Lotta agli inquinatori seriali. Grazie alla Polizia locale ed all'Assessore Colasuonno" "Dopo anni di lassismo in questo settore, finalmente si comincia a fare sul serio"
Tassa rifiuti troppo alta per le famiglie in Puglia, con punte di 422 euro ad Andria Tassa rifiuti troppo alta per le famiglie in Puglia, con punte di 422 euro ad Andria Lo dichiara Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia
Niente raccolta dei rifiuti il 25 aprile Niente raccolta dei rifiuti il 25 aprile Garantito il servizio solo per le udienze non domestiche e a Castel del Monte
Il Principe Alberto II di Monaco ricevuto a Castel del Monte dalla Sindaca Giovanna Bruno Il Principe Alberto II di Monaco ricevuto a Castel del Monte dalla Sindaca Giovanna Bruno Precedentemente Alberto II era stato a Canosa di Puglia e successivamente è stato in visita alla Rocca del Garagnone
Rifiuti, il 25 aprile raccolta solo utenze non domestiche e a Castel del Monte Rifiuti, il 25 aprile raccolta solo utenze non domestiche e a Castel del Monte Alla cittadinanza si chiede collaborazione per evitare disservizi
Raccolta rifiuti: sospensione per Pasqua, Pasquetta e 25 Aprile Raccolta rifiuti: sospensione per Pasqua, Pasquetta e 25 Aprile Verrà effettuata solo per le utenze non domestiche e nella zona residenziale di Castel del Monte
Sulle alture murgiane attorno a Castel del Monte, le esercitazioni della Brigata Pinerolo Sulle alture murgiane attorno a Castel del Monte, le esercitazioni della Brigata Pinerolo Nei giorni scorsi la visita del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.