azionisti traditi della Banca Popolare di Bari
azionisti traditi della Banca Popolare di Bari
Attualità

Banca Popolare di Bari, la rabbia per gli azionisti truffati: «Vogliamo i nostri soldi»

Anche dalla Bat al corteo di questa mattina a Bari, terminato con sit-in davanti alla Banca d'Italia. Il grido disperato di chi ha perso tutto

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Sono giunti a Bari anche dalla città della Bat, come Andria, Barletta o Trani i tanti azionisti truffati dalla Banca Popolare di Bari. «Ho solo la quinta elementare, non ho studiato come loro, mi sono fidata e mi hanno portato via tutto. Rivoglio i miei risparmi».

E' una delle tante grida di dolore e sgomento che sono levati dai tanti azionisti-risparmiatori traditi di Banca Popolare di Bari, riunitisi stamattina su corso Cavour a Bari per un corteo, terminato con un sit-in davanti alla Banca d'Italia. Pretendono di essere ascoltati, e che la loro voce non si affievolisca con il passare del tempo e con la minore attenzione sulle vicende della maggiore banca privata del Mezzogiorno, con i suoi oltre 60 mila soci.

Hanno sfilato composti anche se arrabbiati, gridando la loro disperazione. E non si fidano più nemmeno della stampa, rea di non dare loro abbastanza spazio, al punto che arrivano ad urlare di dover riprendere tutto con i propri telefonini per far sì che di questa manifestazione resti traccia. Nei loro volti si legge la disperazione, e la voglia di vedere riconosciuti i loro diritti. «Non conta quanto abbiamo perso, ma quel che abbiamo perso per ognuno di noi erano i risparmi di una vita».

Sono pronti a continuare la loro battaglia che sono sicuri porterà alla verità dei fatti, per le strade o nelle aule dei tribunali, costituendosi parte civile nei confronti di coloro che adesso dovranno rispondere davanti alla giustizia delle illegali condotte che hanno ingannato tante e tante persone, presentando bilanci societari non veritieri, così da celare il grave stato di salute dell'istituto di credito.
azionisti traditi della Banca Popolare di Bariazionisti traditi della Banca Popolare di Bariazionisti traditi della Banca Popolare di Bari
  • tribunale di trani
  • banca popolare di bari
Altri contenuti a tema
"Giustizia svenduta", PM e avvocati condannati. Tullio Bertolino: «Non un “sistema” diffuso nel Tribunale di Trani» "Giustizia svenduta", PM e avvocati condannati. Tullio Bertolino: «Non un “sistema” diffuso nel Tribunale di Trani» Le parole del Presidente dell'ordine degli Avvocati di Trani
Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione 4 anni invece per il suo collega Luigi Scimé. Condanne per gli avvocati Sfrecola e Ragno
Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Il collegio giudiziario ha quindi deciso per l'esclusione di 9 allegati degli 11 presenti nella perizia
Post emergenza sanitaria, al Tribunale di Trani via libera all’accesso alle cancellerie Post emergenza sanitaria, al Tribunale di Trani via libera all’accesso alle cancellerie Riaperte all’utenza dal lunedì al venerdì
Tribunale di Trani, tornano le udienze dopo l'emergenza coronavirus Tribunale di Trani, tornano le udienze dopo l'emergenza coronavirus I magistrati fissano le nuove date dei processi
Per la Banca Popolare di Bari arriva l'ok alla S.p.A.: a favore il 96% dei soci Per la Banca Popolare di Bari arriva l'ok alla S.p.A.: a favore il 96% dei soci L'assemblea ha votato anche a favore dell'aumento di capitale, previa copertura delle perdite maturate al 31 marzo 2020
Popolare di Bari, udienza il 16 luglio Popolare di Bari, udienza il 16 luglio L'associazione dei consumatori invita gli azionisti ad agire per ottenere un risarcimento danni
"Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok "Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok Per il giudice e il poliziotto l'ok ai domiciliari era arrivato lo scorso 19 giugno
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.