Protezione civile
Protezione civile
Enti locali

Associazioni di Protezione ambientale: i requisiti per il riconoscimento regionale

Ieri la decisione della giunta regionale per poter essere iscritti nell'apposito Registro

La Giunta regionale ha approvato ieri, martedì 19 marzo c.a., lo schema di "Richiesta di iscrizione presso il registro regionale in qualità di associazione di protezione ambientale a carattere regionale".
L'Esecutivo ha quindi autorizzato lo schema di "Dichiarazione di mantenimento d'iscrizione presso il registro regionale in qualità di associazione di protezione ambientale a carattere regionale."
Per il "riconoscimento" delle associazioni di protezione ambientale, già effettivo presso il Governo nazionale, presso la Regione, sono stati indicati come sufficienti tre requisiti:

- aver svolto, per fini statutari, attività in materia di ambiente ovvero tutela delle risorse naturali, salute, paesaggio, flora fauna ed ecosistemi in senso lato per almeno 5 anni consecutivi nel territorio regionale;
- avere una sede operativa nel territoriale della Regione Puglia;
- avere almeno 50 soci iscritti residenti nella regione.

Le associazioni di protezione ambientale a carattere regionale, comprese quelle preesistenti alla data di pubblicazione del presente atto ,devono presentare istanza di registrazione.
Le associazioni di protezione ambientale sono riconosciute con Atto del Direttore del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio presso il quale è conservato il registro delle associazioni di protezione ambientale a ca­rattere regionale.
Il registro viene costantemente aggiornato includendo le nuove associazioni e cancellando solo quelle che non hanno mantenuto i requisiti che ne hanno determinato il riconoscimento o che hanno omesso di presentare, entro il 31 marzo di ogni anno, la dichiarazione di mantenimento delle condizioni.
  • regione puglia
Altri contenuti a tema
Patto per la salute, Marmo (FI): "Regione non eroga risorse per salario accessorio ad operatori sanitari" Patto per la salute, Marmo (FI): "Regione non eroga risorse per salario accessorio ad operatori sanitari" "Risorse rischiano di essere completamente sottratte dallo scopo per cui sono state stanziate"
La Regione destina 20 mln per attività extra-agricole nel Piano di sviluppo rurale La Regione destina 20 mln per attività extra-agricole nel Piano di sviluppo rurale Gli investimenti saranno destinata a 559 fra agriturismi e altre attività di erogazione servizi
Sicurezza nelle campagne: sale la preoccupazione degli agricoltori pugliesi Sicurezza nelle campagne: sale la preoccupazione degli agricoltori pugliesi Non solo episodi delinquenziali e le agromafie, adesso anche le difficoltà economiche del post covid 19
La Regione riconosce emolumenti economici al personale sanitario coinvolto nel covid 19 La Regione riconosce emolumenti economici al personale sanitario coinvolto nel covid 19 Accordo con i sindacati: il bonus sarà suddiviso in quattro fasce
Aiuti emergenza covid 19: la Regione assegna € 234.360 ad Andria Aiuti emergenza covid 19: la Regione assegna € 234.360 ad Andria Si tratta di fondi che serviranno ai Comuni per attivare interventi di protezione sociale
Fase 2 covid 19, dalla Regione fino a 5600 euro per le persone in condizione di gravissima non autosufficienza Fase 2 covid 19, dalla Regione fino a 5600 euro per le persone in condizione di gravissima non autosufficienza Il contributo sarà erogato per sette mensilità. Tutte le info
Fase 2, manca ancora la cassa integrazione, "Movimento Imprese" chiede interventi rapidi Fase 2, manca ancora la cassa integrazione, "Movimento Imprese" chiede interventi rapidi L'assessore Capone e il consigliere De Santis: «Sosteniamo gli operatori. Autorizzazioni inviate all'Inps da oltre 20 giorni
Lega Puglia: ancora scintille tra i parlamentari Caroppo e Casanova Lega Puglia: ancora scintille tra i parlamentari Caroppo e Casanova La disputa sulla candidatura nel centro destra pugliese di Nuccio Altieri sta infiammando il quadro politico
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.