Monsignor Giuseppe di Donna
Monsignor Giuseppe di Donna
Eventi e cultura

Andria e Rutigliano unite nel segno di Mons. Di Donna

Venerdì 4 gennaio e sabato 5 gennaio, le presentazioni del volume «Epistolario del Venerabile. Lettere personali andriesi». Il 2 gennaio la Santa Messa in onore del sessantunesimo anniversario della morte del Vescovo

Venerdì 4 gennaio ad Andria, presso il Museo Diocesano alle ore 19.00, sarà presentato il volume dedicato a Mons DI Donna, dal titolo Epistolario del Venerabile. Lettere personali andriesi. Il volume, edito da Ada editrice, rappresenta il quarto di un'opera più ampia, la quale raccoglie le memorie dello stesso vescovo.

Alla presentazione dell'opera a cura di D. Pasquale Pirulli, che celebra il sessantunesimo anniversario della morte di Mons. Di Dona, parteciperanno (postulatore della Causa di canonizzazione di Mons. Giuseppe Di Donna) Xavier Carnenero, Mons. Luigi Renna (rettore del Pontificio Seminario Regionale Pio IX), il Prof. Vincenzo Robles (docente di storia della Chiesa contemporanea presso l'Istituto Superiore Scienze Religiose San Nicola Pellegrino di Trani) e Don Felice De Palma (arciprete parroco Basilica Cattedrale di Conversano)

L'evento sarà ripetuto sabato 5 gennaio a Rutigliano (presso la Chiesa di San Domenico, alle ore 19.00). Ai due incontri prenderanno parte le Autorità civili e religiose delle rispettive città e Diocesi.

Mentre il 2 gennaio, alle ore 19.00 presso la Cattedrale di Andria, sarà celebrata da Mons. Raffaele Calabro (vescovo di Andria) una Santa messa in occasione del 61esimo anniversario della morte del Venerabile nato a Rutigliano e morto ad Andria.

La cerimonia inoltre sarà interamente ripresa da Telesveva che la manderà in onda, il giorno successivo, 3 gennaio, alle ore 18.00, sul canale 17.
    © 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.