Maltempo, Coldiretti:
Maltempo, Coldiretti: "Strage di ulivi per il freddo"
Territorio

Al via i monitoraggi per la xylella nelle province Bat e Foggia

Coldiretti Puglia: "Scatta l'obbligo sigilli su materiale vegetale campionato"

Al via l'attività di monitoraggio della fascia di territorio pugliese che va dalla BAT a Foggia. A darne notizia è Coldiretti Puglia che segnala la ripresa dei lavori a partire da Andria con una tardiva novità. "I monitoraggi continueranno fino alla fine del mese per 15 giorni circa, ma fa specie che solo a luglio 2019, con qualche anno di ritardo, è stato imposto agli ispettori fitosanitari convenzionati con ARIF – rileva Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia - di sigillare e firmare le buste di eventuali campioni di materiale vegetale, prassi logica e obbligata che non si perché non sia stata adottata prima. Avrebbe evitato indagini e ambiguità insorti per lo 'strano caso' dell'ulivo di Monopoli, un albero dichiarato infetto per 5 mesi, con gli immaginabili effetti negativi sull'agricoltura e sull'intera Puglia, con un danno in termini di immagine, di misure fitosanitarie obbligatorie da applicare, di tensione sociale, di preoccupazione per l'agricoltore e per tutti gli olivicoltori della provincia di Bari. Eppure dopo 5 mesi, per non meglio precisate 'anomalie nella catalogazione', è stato ribaltato il verdetto con nuovi campionamenti e relative analisi. Se il sistema di campionamento fosse stato blindato sin da subito, non sarebbe accaduto nulla, garantendo serenità nell'operato sia agli ispettori che ai laboratori di analisi", aggiunge il presidente Muraglia.

Il contagio della Xyella ha già provocato con 21 milioni di piante infette una strage di ulivi – continua Coldiretti Puglia - lasciando un panorama spettrale e il danno del settore olivicolo è stato stimato per difetto in 1,2 miliardi di euro di perdita di patrimonio olivicolo.

"Il sistema dei monitoraggi e campionamenti va potenziato – insiste Muraglia - perché ancora oggi si basa principalmente su analisi visiva di ulivi troppo spesso asintomatici e blindato con procedure inattaccabili, per tutelare sia gli agenti dell'Arif che i laboratori di analisi. Monitoraggi e campionamenti, considerato che non esiste ancora una cura per la batteriosi restano l'unica soluzione per ridurre la velocità di avanzamento della infezione. L'efficacia e sistematicità sono garanzia per le aree indenni della Puglia e delle regioni limitrofe e non vanno messe in alcun modo in discussione", denuncia il presidente Muraglia.
Non solo verso Nord, la Xylella vira a Ovest a pochi chilometri da Matera con i nuovi casi di contagio in provincia di Taranto – ricorda Coldiretti Puglia - dove ben 6 ulivi sono stati infettati a Montemesola e 1 a Crispiano, con le prime eradicazioni.

"La vastità del problema, la rilevanza economica della coltura per l'intero territorio regionale e l'obbligatorietà che impone la normativa fitosanitaria comunitaria e nazionale in caso di ritrovamento di patogeni da quarantena – conclude il presidente Muraglia - impongono scelte e provvedimenti urgenti, anche in considerazione della diffusione della malattia che, dopo aver causato il disseccamento degli ulivi leccesi ha intaccato il patrimonio olivicolo di Brindisi e Taranto, con effetti disastrosi sull'ambiente, sull'economia e sull'occupazione".
  • coldiretti
  • xylella
Altri contenuti a tema
Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Per uva, meloni gialletti, cicorie cimate e melanzane il crollo è del 30%
Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Molti i cibi che contengono residui di pesticidi oltre i limiti consentiti dalla legge italiana
Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Coldiretti ha raccolto l'adesione e l'impegno del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Dalla Puglia oltre 50mila firme
Amaro il conto dell'infestazione della xylella: persi 5 mila posti di lavoro e danni per 1,6 miliardi di euro Amaro il conto dell'infestazione della xylella: persi 5 mila posti di lavoro e danni per 1,6 miliardi di euro Necessario arrestare al più presto il contagio
Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Sono i dati riferiti al primo semestre del 2019, ma già si guarda ad una ripartenza degli scambi con l'estero per il nostro olio
La Regione replica a Coldiretti sui rimborsi agli agricoltori per la xylella: "domande corrette ammesse a finanziamento" La Regione replica a Coldiretti sui rimborsi agli agricoltori per la xylella: "domande corrette ammesse a finanziamento" Personale dedicato esaminerà altre domande pervenute per le quali vi sono altri finanziamenti
Xylella, Coldiretti Puglia: con Psr via libera ai pagamenti solo per 80 agricoltori su 1004 in area infetta Xylella, Coldiretti Puglia: con Psr via libera ai pagamenti solo per 80 agricoltori su 1004 in area infetta "Il Salento sta morendo da 6 anni di Xylella e soprattutto di burocrazia", denuncia Muraglia
Xylella: 300 mln a disposizione di agricoltori e frantoiani entro il 1° gennaio 2020 Xylella: 300 mln a disposizione di agricoltori e frantoiani entro il 1° gennaio 2020 "Subito ripartizione", promette il ministro Bellanova a Coldiretti
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.