Degrado in via Tintoretto JPG
Degrado in via Tintoretto JPG

Via Tintoretto nuovo teatro dell'inciviltà: birre, cartoni e rifiuti sparsi ovunque

L'indignazione di un nostro lettore: «Un degrado ambientale mai raggiunto prima»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
«Un degrado ambientale mai raggiunto prima, vedere la nostra strada in queste condizioni fa male». Lo scrive un nostro lettore che, non è difficile immaginare, ne ha piene le tasche di una situazione di incuria e degrado che da tempo si protrae in via Tintoretto, traversa di viale Gramsci che costeggia la ferrovia Bari Nord e confluisce nel piazzale dove è ubicato il liceo "Carlo Troya". Una cartolina di presentazione davvero pessima per una zona che, per chi giunge da Trani, è quasi alle porte della città e conduce al centro di Andria dopo aver superato il passaggio a livello. Come mostrano le immagini allegate all'articolo, a tanti concittadini non interessa mantenere la città in uno stato decoroso, tanto da gettare per strada rifiuti di ogni genere.

In via Tintoretto sono diversi i gruppi che in serata bivaccano facendo anche feste. Nulla in contrario, certo, ma è dovere e buona educazione lasciare puliti strade e marciapiedi gettando i propri rifiuti in punti appositi. Invece, in questa zona ci si imbatte frequentemente in bottiglie di birra in vetro lasciate sul ciglio stradale e cartoni di birra abbandonati sui marciapiedi. All'inciviltà si aggiunge anche una buona dose di irragionevole vandalismo: come si evince dalle foto, in via Tintoretto sono installate alcuni ponteggi (probabilmente per il rifacimento dei prospetti di alcuni fabbricati), le cui reti e nastri di protezione sono stati divelti in più punti. E' forse necessario arrivare a tanto, per chissà quale assurdo divertimento? Certamente no. E' l'ennesima dimostrazione di una cultura del rispetto per i luoghi comuni che nella nostra città emerge troppo spesso: nell'arco di quattro giorni abbiamo segnalato altre situazioni simili, in via Eritrea e nella villa comunale, e siamo certi che anche altre zone della nostra amata Andria versano in condizioni di degrado, tra la maleducazione imperante e l'assenza di controlli e interventi.

A pagare lo scotto di questi atti incivili sono sempre i residenti, come in via Tintoretto, che vedono la propria strada preda dei zozzoni. Quali soluzioni, dunque, per limitare il proliferare dell'inciviltà? Noi continuiamo ad appellarci al buonsenso dei cittadini. Anche maggiori controlli nelle zone più "a rischio" possono essere determinanti per scongiurare atti di vandalismo e sporcizia delle strade.
IMGIMGIMGIMGIMGIMGIMGIMG
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.