centro vaccinazioni di San Valentino ad Andria
centro vaccinazioni di San Valentino ad Andria

Chiusura del centro vaccinale, cronaca di una speranza delusa: «Era troppo bello per essere vero»

Causa mancanza dei vaccini, l'hub comunale riaprirà giovedì 20 maggio

La chiusura dell'hub vaccinale di San Valentino, causa la mancanza delle dosi vaccinali, ha creato non pochi problemi a chi era convinto e pronto a sottoporsi alla prima somministrazione. Pur garantendo la seconda dose e la somministrazione ai soggetti fragili, purtroppo non è stata la stessa cosa per chi era giunto per sottoporsi alla sua prima vaccinazione. Al momento, vista la carenza di scorte di vaccini l'hub di San Valentino dovrà riaprire molto probabilmente per la mattinata di giovedì 20 maggio. Ecco una delle tante "amare" lettere giunte alla nostra redazione su quanto accaduto. Naturalmente attendiamo i chiarimenti che vorranno giungere dalla Asl Bt.

«Lunedì scorso (10 maggio ndr), galvanizzati dalle dichiarazioni della Presidenza pugliese, mi sono recato in farmacia per prenotare la vaccinazione per mia moglie, classe 1963.
Mi aspettavo chissà quale data ed invece, con mia somma sorpresa, la farmacista mi propone di recarmi nell'hub vaccinale di San Valentino domenica 16 maggio.
Sogno o son desto?
In un attimo tutti gli stereotipi sull'Italica disorganizzazione sono stati stravolti da una inaspettata efficienza.
Incredulo, porto il foglio di prenotazione a mia moglie, che ovviamente incredula rilegge più volte la data.
Nonostante la inaspettata sorpresa, ho comunque suggerito alla mia consorte di fare attenzione ad eventuali telefonate da numeri sconosciuti, poiché mi aspettavo l'arrivo di un rinvio della prenotazione ad una data molto più lontana.
Infatti, ieri mattina (venerdì 14 maggio ndr) mi chiama mia moglie riferendomi che l'avevano contattata dalla Asl...
"Ecco..." ho pensato "il rinvio...".
Invece, con mia somma sorpresa, una voce gentile aveva comunicato alla mia consorte che doveva recarsi presso l'hub addirittura il giorno prima rispetto a quello concordato, ossia stamattina (sabato 15 maggio ndr).
Incredibile, una efficienza "svizzera"!
"A che ora devo venire?"
"Quando vuole, signora, siamo aperti dalle 9 alle 13..."
Che dire?
Stamattina (sabato 15 maggio ndr), fiducioso, ho accompagnato mia moglie a mezzogiorno a San Valentino.
Già da lontano, avvicinandomi all'hub, mi sono accorto che c'era qualcosa che non andava per il verso giusto: un'auto della Polizia, una dei Vigili e addirittura due auto dei Carabinieri!
Il segnale era chiaro, ma nonostante tutto ci siamo avvicinati al cancello.
"Solo le seconde dosi!" ha riferito ad alta voce un addetto della Misericordia.
"Ma noi siamo stati chiamati da voi ieri per anticipare ad oggi..."
"Mi dispiace, i vaccini sono finiti".
Questa frase determina il crollo della breve illusione di efficienza che per pochi giorni mi aveva pervaso e torno con i piedi per terra.
Ma come si fa?
Ad un certo punto si è avvicinato al cancello un signore, probabilmente un funzionario, che ha invitato gli astanti ad allontanarsi. E sapete quale è stato il colmo?
Alle giuste rimostranze dei presenti, questo signore, invece di chiedere scusa dell'accaduto, si è arrabbiato.
Il colmo: mi fai prenotare, mi chiami per anticipare l'appuntamento, mi mandi indietro, non mi chiedi nemmeno scusa e ti arrabbi pure con me che sono giustamente arrabbiato!

Morale della storia

Ora, dall'avere un appuntamento e dall'avere un anticipo di appuntamento siamo passati al non avere più nessun appuntamento.
E nessuno chiede scusa perché in Italia, in questi casi, la colpa è sempre di qualcun altro.

L'importante è stare in televisione per dire che da lunedì prossimo potranno prenotare i quarantenni!
Tanto, tra il prenotare e il vaccinarsi c'è di mezzo il mare...»
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.