Aldo Roselli Fidelis Andria
Aldo Roselli Fidelis Andria
Calcio

Fidelis Andria: si dimette anche il direttore generale Aldo Roselli

Il Dg: «Sono venuti meno i presupposti e l'entusiasmo»

Altro fulmine a ciel sereno in casa Fidelis Andria. Dopo la decisione del tecnico Luca D'Angelo di non rinnovare il proprio contratto con il club federiciano, stamane ha rassegnato le dimissioni dalla carica di direttore generale Aldo Roselli, che attraverso una propria nota ufficiale, spiega i motivi di tale scelta.

«Non è facile per me oggi comunicarvi che ho deciso di dimettermi dal ruolo di Direttore Generale della Fidelis Andria - scrive Aldo Roselli. Purtroppo sono venuti meno quei presupposti e quell'entusiasmo che mi avevano spinto a iniziare questa avventura in questa meravigliosa città di Andria. Ho avuto modo di conoscere e di interloquire con tante persone serie, oneste e soprattutto animate da vera passione per la squadra di calcio della città. Un sincero ringraziamento alla squadra, allo staff, ai dirigenti, ai dipendenti, agli encomiabili collaboratori, al settore giovanile, alle istituzioni, alle forze di Polizia, agli sponsor, alla tifoseria tutta e ai giornalisti che non hanno mai fatto mancare il loro supporto affinchè attraverso l'informazione la squadra fosse sempre vicina ai propri tifosi. Resto ancora in società quale socio di capitale in attesa di definire le modalità con le quali si completerà il mio totale disimpegno dalla Fidelis Andria. Auguro con tutto il cuore i migliori successi alla società e alla tifoseria andriese con la quale non è mai venuto meno quel magico feeling che difficilmente potrò dimenticare. Oggi e sempre forza Fidelis Andria!».
  • Fidelis Andria
Altri contenuti a tema
La Fidelis Andria si scioglie nel finale: il Gladiator sbanca il "Degli Ulivi" 0-2 La Fidelis Andria si scioglie nel finale: il Gladiator sbanca il "Degli Ulivi" 0-2 Rekik e Di Paola regalano ai campani tre punti pesanti in chiave salvezza
Per la Fidelis Andria un nuovo scontro salvezza al "Degli Ulivi". Favarin: «Settimana difficile» Per la Fidelis Andria un nuovo scontro salvezza al "Degli Ulivi". Favarin: «Settimana difficile» Buone notizie per il tecnico: tutti a disposizione per la sfida contro il Gladiator domani pomeriggio
Atto intimidatorio contro la Fidelis Andria: esplode bomba carta sull'auto di Fabio Moscelli Atto intimidatorio contro la Fidelis Andria: esplode bomba carta sull'auto di Fabio Moscelli Forze dell'Ordine al lavoro per risalire all'autore del vile gesto
E' scomparso Vincenzo Attimonelli, imprenditore del settore tessile manifatturiero E' scomparso Vincenzo Attimonelli, imprenditore del settore tessile manifatturiero Uomo dalle innate capacità manageriali, lascia la moglie ed i suoi tre figli
Diluvio di gol al "Monterisi": Fidelis Andria battuta 6-3 dal Cerignola Diluvio di gol al "Monterisi": Fidelis Andria battuta 6-3 dal Cerignola Spettacolo nel derby, i biancazzurri tentano la rimonta dopo tre reti di svantaggio ma sbagliano molto in difesa
Fidelis, parla l'esterno Ruben Nives: «Contento di essere tornato, Andria piazza importante» Fidelis, parla l'esterno Ruben Nives: «Contento di essere tornato, Andria piazza importante» Il promettente classe 2000 ha esordito da titolare domenica scorsa contro la Gelbison
Cuore Fidelis Andria in dieci uomini: Gelbison battuta 2-1 al 90' Cuore Fidelis Andria in dieci uomini: Gelbison battuta 2-1 al 90' Finale di gara rocambolesco: vantaggio di D'Orsi, pareggia Uliano all'83', ancora D'Orsi fa esplodere lo stadio al fotofinish
Riparte il campionato, la Fidelis riceve la Gelbison. Favarin: «Niente più scuse, diamo una svolta» Riparte il campionato, la Fidelis riceve la Gelbison. Favarin: «Niente più scuse, diamo una svolta» Biancazzurri a 16 punti, campani a 19: al "Degli Ulivi" uno scontro importante in chiave salvezza
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.