Juventus
Juventus
Calcio

Andria - Juventus 0-2: finisce l'esperienza andriese nel «Città di Ostuni»

Beltrame e Ceria i marcatori bianconeri; l'Andria raccoglie 3 sconfitte nel torneo

Dopo gli insuccessi contro Taranto e Bari, la primavera andriese di mister Zinfollino chiude senza vittorie e con 3 sconfitte la 10^ edizione del torneo «Città di Ostuni». Nel match andato in scena ieri sera al Degli Ulivi, l'Andria ha cercato di resistere alla corazzata decisamente più quotata della Juventus di mister Carboni. Azzurri, in maglia rossa, che mettono in scena un 4-4-2 avente Lenti a far da trequartista dietro le punte Abrescia e Dumitru. Baroni invece si affida al classico 3-5-2 «contiano», con Beltrame a fare da cerniera fra centrocampo e attacco.

Sin dalle prime battute il divario tecnico è palese. Ma nonostante ciò, l'Andria di mister Zinfollino riesce a tamponare l'attacco bianconero, respingendo, seppur con difficoltà, qualsiasi scorribanda juventina. La prima occasione è però per i torinesi. Al 6' Ceria si invola sulla fascia sinistra, entra in area e lascia partire un diagonale potente che sfiora il secondo palo. La partita sembra aver già definito la propria inerzia, ma l'Andria non ci sta e vuol almeno far bella figura di fronte al suo pubblico. Al 20' Mineccia crea scompiglio dalla parte destra dell'area bianconera, costringendo Citti a mettere in angolo. I successivi 3' rappresentano il momento di maggior sforzo offensivo azzurro, che riesce a conquistarsi anche un calcio di punizione dal limite: la palla, calciata da Abrescia, va di poco alta. A questo punto Baroni comanda ai suoi di alzare il baricentro. Le prove generali di vantaggio si fanno al 31', con Cevallos che prova un tiro defilato dai 20 metri, costringendo Pizzolato a mettere in angolo. Il lasso di tempo che va dal 35' al 41' è quello decisivo. Punizione sulla trequarti sinistra andriese. Sul pallone ci va il talentuoso Beltrame, il quale lascia partire un tiro-cross in area pericoloso, che nessuno tocca e finisce indisturbato in porta , beffando Pizzolato. 1-0 bianconero è accolto dall'esultanza dal giovanissimo pubblico andriese presente al Degli Ulivi. Il doppio vantaggio, come preannunciato, non tarda ad arrivare. Gran palla di Beltrame in profondità per Ceria, Pizzolato sbaglia l'uscita e il numero 6 bianconero ne approfitta lasciando partire un forte diagonale sul palo destro. Il 2-0 chiude virtualmente la partita nel primo tempo.

Sì, perché la seconda frazione non regala praticamente nulla. Il valzer di cambi (5 per parte) inizia sin dal fischio d'inizio del secondo tempo, con Baroni che tira fuori Cevallos ed inserisce il numero 22 Schiavone. L'inerzia della partita è sempre la stessa: Juventus con il pallino del gioco in mano ed Andria che in tutti i modi cerca di rendere quanto meno pericolose le geometrie offensive bianconere. Al 15' però gli azzurri regalano un sussulto al Degli Ulivi. Palla in profondità per Dumitru, il quale ci crede, controlla il pallone in area, tenta di saltare Citti, lo fa, ma si lascia cadere in area. L'arbitro Carrer non cade nel tranello e ammonisce il numero 11 andriese per simulazione. Per segnalare la seconda azione pericolosa del secondo tempo, bisogna aspettare il 30' e assistere all'infinito valzer di cambi, che spezzano spesso i ritmi di gioco. Quindi, al 30', è ancora l'Andria a far rabbrividire Citti, il quale deve effettuare un grande colpo di reni per deviare un campanile pericolosissimo scaturito dal rimpallo in area venuto fuori da un contrasto fra Magnusson e Caruso. Dopo il secondo angolo azzurro, la partita fila lentamente verso il fischio finale, che arriva dopo 3' di recupero, sancendo la fine dell'esperienza azzurra nella 10^ edizione del torneo Città di Ostuni.

Questi i risultati dell'Andria nelle tre partite disputate:

TARANTO - ANDRIA: 3-2
ANDRIA - BARI: 1-2
ANDRIA - JUVENTUS: 0-2
ANDRIA - JUVENTUS 0-2

TABELLINO

ANDRIA 4-4-2: Pizzolato; Cafagna (13' s.t. Lorusso), Messineo, Cifaratti, Giampetruzzi (22' s.t. Attimonelli); Mineccia (29' s.t. Di Chio), Kamano, Forenza, Lenti (27' s.t. Caruso); Abrescia (19' s.t. Bianchino), Dumitru.
A disposizione: Di Rella, Salierno, Barile, Sciangalepore.
Allenatore: Zinfollino.

JUVENTUS 3-5-2: Citti; Penna (18' s.t. Unteresee), Curti (19' s.t. Magnusson); Tavanti, Cevallos (1' s.t. Schiavone), Emmanuello (8' s.t. Cavion), Di Benedetto, Ceria; Beltrame (8' s.t. Bonatini), Gerbaudo.
Allenatore: Baroni.

ARBITRO: Carrer di Barletta

NOTE
Reti: 35' p.t. Beltrame (J); 41' p.t. Ceria (J).
Ammoniti: 32' p.t. Cafagna (A); 41' p.t. Gerbaudo (J); 15' s.t. Dumitru (A); 16' s.t. Ceria (J); 29' s.t. Lorusso (A).
Espulsi:/
Angoli: (A) 2-7 (J)
Recupero: 0' p.t.; 3' s.t.
© 2001-2023 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.