F.M.

La matematica non è un'opinione

Per il resto ci pensano gli M+A

Nell'anno in cui i Daft Punk fanno riscoprire agli italiani il Giorgio nazionale (non il presidente Napolitano ma Giorgio Moroder), il duo forlivese M+A riporta a casa quel ritmo disco che mancava da un po' di anni.

Dopo l'album d'esordio del 2011, Things.Yes, le aspettative erano alte e M(arco)+A(lessandro) non hanno affatto deluso! Il duo si è cimentato in un lavoro certosino, durante le registrazioni hanno suonato tutti gli strumenti presenti nelle varie tracce del disco, tranne la batteria suonata da Marco Frattini, strizzando l'occhio alle tendenze musicali più in voga: infatti l'album è intriso di ritmica tropicale, ghetto style e farcito con quel elettro pop europeo che da' quel quid in più all'album.

Il disco è pieno di pezzi fantastici: a partire dal singolo di lancio When, fino alla fantastica Down The West Side pulita e orecchiabile come pochi pezzi della produzione di genere. La seconda parte dell'album si apre con De-Light e Partical Friday che ricordano le produzioni musicali in pieno stile Toro Y Moi e Washed Out. In chiusura Slow, omaggio ad un certa sonorità funk in pieno stile Back.

Sicuramente un disco ben fatto che ricalca quel gusto nord europeo proprio della label che li produce, la Monotreme Records, però punto forte degli M+A e della loro produzione musicale sono le performace live, non a caso hanno dato vita ad un fantastico live-set per l'apertura di un retail H&M a Hammersmith (Londra).

Non vi resta che passare stasera ad ascoltare il loro live a Trani: http://soundcloud.com/maband/sets/m-a-these-days.
    © 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.