Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Omicidi scorsa estate, preparavano vendetta: 4 persone arrestate dai Carabinieri

Avrebbero detenuto armi anche da guerra che sarebbero servite per un progetto futuro di vendetta

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
È scattata nella notte ad Andria e Taranto, l'esecuzione di 4 ordinanze di custodia cautelare (di cui 2 in carcere e 2 agli arresti domiciliari) emesse dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari a seguito delle risultanze investigative sviluppate dai Carabinieri della Compagnia di Andria e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bari nel corso delle indagini relative agli efferati omicidi della scorsa estate di Vito Griner e Vito Capogna.

I destinatari delle misure, C. C. classe 89, S. G. cl.79, D. V. D. cl.89 e S. N. cl.93, sono tutti ritenuti colpevoli, in concorso tra loro, di aver detenuto armi anche da guerra, che avrebbero dovuto essere utilizzate in un futuro progetto armato di vendetta.
L'operazione segue il filo dei precedenti arresti operati a carico di C. P. e C. V. il 16.02.2020 che, dopo l'uccisione del padre Vito, si stavano organizzando per una nuova azione di fuoco. In particolare le attività tecniche dei militari hanno evidenziato l'escalation di progetti prodromici alla vendetta che l'intero nucleo familiare stava elaborando e che neanche l'arresto dei due aveva bloccato.
Le evidenze emerse pongono infatti in risalto la figura di C.C. che assume le redini della situazione familiare, forte anche della sua apparente estraneità a tutti i fatti occorsi a P. e V. proponendosi di "sistemare" personalmente la faccenda con un'azione di fuoco contro i cosiddetti anziani dai capelli bianchi, che nulla avevano fatto per bilanciare l'uccisione di Vito Capogna, suggerendo addirittura le modalità di attuazione.

E' in questa sfera che si inseriscono le altre tre figure. Il primo reclutato direttamente da C. P. in qualità di killer ma mai intervenuto grazie a numerose azioni interdittive dei militari, il secondo ed il terzo pedine di supporto al progetto criminoso che fornivano copertura armata alla "famiglia" in città.
Un altro duro colpo assestato dai Carabinieri alla criminalità organizzata andriese in un momento di calma apparente che piega uno dei Clan familiari più forti ancora ben attivo sotto tutti i profili criminali.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Commissario Tufariello: “Aghilar, plauso ai Carabinieri della Compagnia di Andria per il supporto dato alla sua cattura” Commissario Tufariello: “Aghilar, plauso ai Carabinieri della Compagnia di Andria per il supporto dato alla sua cattura” "I militari dell’Arma hanno dimostrato la perseveranza e la professionalità investigativa che li hanno sempre caratterizzati"
Biciclette elettriche: sequestri dei Carabinieri nelle città di Andria, Barletta e Bisceglie Biciclette elettriche: sequestri dei Carabinieri nelle città di Andria, Barletta e Bisceglie Con l'attività di repressione anche una campagna di informazione nei confronti dei minorenni
Catturato a Minervino il latitante evaso dal carcere di Foggia Catturato a Minervino il latitante evaso dal carcere di Foggia Cristoforo Aghilar è stato scovato dai Carabinieri in un casolare dell'agro. Prezioso il supporto dei militari della Compagnia di Andria
Non si avevano più sue notizie, 44enne romeno ritrovato dai Carabinieri Non si avevano più sue notizie, 44enne romeno ritrovato dai Carabinieri Le ricerche diramate dalla Compagnia di Andria. L'uomo residente a Spinazzola è affetto da disturbi di natura psicofisica
Celebrato anche in Puglia il 206° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri Celebrato anche in Puglia il 206° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri Sobria cerimonia con la deposizione di una corona di alloro in ricordo dei Caduti
Ladro andriese arrestato per furto di autovettura ad agricoltore biscegliese Ladro andriese arrestato per furto di autovettura ad agricoltore biscegliese In azione i Carabinieri della Tenenza della Città del Dolmen, che hanno evitato "il cavallo di ritorno"
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
Il plauso del consigliere regionale Zinni per l'arresto del latitante andriese Il plauso del consigliere regionale Zinni per l'arresto del latitante andriese "Lo stato di diritto, malgrado il momento eccezionale, non è sospeso, e chi delinque, per fortuna, continua a finire in galera"
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.