percorso di caccia
percorso di caccia
Territorio

Sulla fauna selvatica tavoli di lavoro tra agricoltori e cacciatori

Sono stati promossi da Cia e ARCI Caccia per la salvaguardia dell’agricoltura ma anche dei cittadini dei centri urbani

Attenzione condivisa tra Cia-Agricoltori Italiani e ARCI Caccia sul tema della gestione della fauna selvatica. Tavoli di lavoro per affrontare seriamente la questione e sollecitare il giusto intervento istituzionale, l'iniziativa concordata nel corso di un incontro tra i rispettivi presidenti nazionali Dino Scanavino e Piergiorgio Fassini.

La presentazione del progetto Cia "Il Paese che Vogliamo" che vede al centro anche la gestione attiva della fauna selvatica e la proposta di riforma della legge 157/92, è stata l'occasione di scambio tra Cia e ARCI Caccia.
D'accordo Scanavino e Fassini sulla necessità di individuare forme adeguate al contenimento e di tutela delle colture, come sull'importanza di aprire tavoli ad hoc tra parti coinvolte, istituzioni, enti e associazioni per ragionare sulle soluzioni e valutare tutte le azioni possibili da intraprendere sia a livello regionale, nazionale che europeo.

"Il confronto rinnovato con l'ARCI Caccia rientra pienamente tra gli intenti che Cia sta concretizzando attraverso 'Il Paese che Vogliamo' e il suo roadshow da Nord a Sud Italia -ha commentato il presidente di Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino. Solo così possiamo costruire un dossier valido da presentare al governo che ponga tra gli altri temi, quello della gestione della fauna selvatica nella giusta rilevanza a salvaguardia dell'agricoltura e degli agricoltori, come -ha concluso Scanavino- di tutti i cittadini dalle aree interne ai centri urbani".
"Nella consolidata storia di azione comune -ricorda il presidente di ARCI Caccia Piergiorgio Fassini- il dialogo con Cia può avere un significativo sviluppo, avendo a riferimento il valore della gestione sociale del patrimonio faunistico con i cacciatori tra i protagonisti nella governance del territorio che mai -conclude Fassini- deve entrare in contrasto con l'interesse dell'agricoltura".

  • agricoltura
  • Cia Puglia
  • caccia e pesca
Altri contenuti a tema
Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Per uva, meloni gialletti, cicorie cimate e melanzane il crollo è del 30%
Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Molti i cibi che contengono residui di pesticidi oltre i limiti consentiti dalla legge italiana
Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Coldiretti ha raccolto l'adesione e l'impegno del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Dalla Puglia oltre 50mila firme
In Puglia riprende l'attività venatoria: lo ha deciso l'esecutivo regionale In Puglia riprende l'attività venatoria: lo ha deciso l'esecutivo regionale L’impegno della giunta regionale è adesso quello di dotarsi di un nuovo Piano Faunistico-venatorio
Alla vigilia della campagna olivicola, bottiglie di olio venduto a meno di 2 euro Alla vigilia della campagna olivicola, bottiglie di olio venduto a meno di 2 euro Sconcerto nel mondo agricolo. Marmo (FI) chiede l'intervento del Ministro Bellanova
Le aziende agro-alimentari del territorio invitate al confronto con il Consorzio Terre di Castel del Monte Le aziende agro-alimentari del territorio invitate al confronto con il Consorzio Terre di Castel del Monte Un meeting operativo per sviluppare le attività nel territorio. Evento in programma giovedì 3 Ottobre 2019
Convegno su “L’utilizzo della risorsa idrica e dei reflui” presso il chiostro di San Francesco Convegno su “L’utilizzo della risorsa idrica e dei reflui” presso il chiostro di San Francesco L'evento è in programma venerdì 4 ottobre 2019 alle ore 17.00
Coldiretti Puglia: a Bologna buyer internazionali a caccia di prodotti agroalimentari 100% Made in Italy Coldiretti Puglia: a Bologna buyer internazionali a caccia di prodotti agroalimentari 100% Made in Italy Oltre alla Germania, la Puglia si ora imposta in Tunisia, Francia, Polonia, GB e Svizzera, oltre a Benelux, Scandinavia, Spagna, Albania e Grecia
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.