Assunzione di Maria
Assunzione di Maria
Religioni

Maria Assunta speciale protettrice di Chiara Lubich

Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria

A Dio non è bastata l'anima di Maria in Cielo. Certamente l'anima di Maria era la parte sua più interessante, se la sua bellezza era tutta interiore, ma Dio l'ha voluta lassù, alla fine della sua vita terrena, anche col corpo.

Così se Dio chiama i religiosi a rappresentare nella Chiesa più l'anima di Maria, che era tutta piena di spirito, tutta traboccante di carismi, tutta un incendio di fuoco, Dio chiama i laici a rappresentare nella Chiesa piuttosto il corpo di Maria. Esso è simbolo di tutte le espressioni umane del mondo, di quell'incarnazione nel sociale, nell'economia, nell'arte, nell'educazione, nella salute, ecc., nella quale i laici vedono tracciata luminosa la loro strada per arrivare a Dio e portare con loro la società trasfigurata.

In una creatura umana l'anima senza il corpo sarebbe un controsenso. Così la Chiesa di Maria, coi religiosi, senza i laici, non sarebbe né di Maria, né della Chiesa. E allora, cosa dedurre? Anzitutto un ringraziamento a Dio, attraverso Maria, per aver chiamato tanti laici ad una vocazione così totalitaria, così libera, così essenziale. Poi una promessa a Maria, di esserle fedeli sempre, sempre più, finché la porta della morte ci aprirà la vista sulla bellezza di Gesù e di Lei.

Infine un dono: portiamoci a casa Maria Assunta, come speciale protettrice dei laici, affidando a Lei ogni giorno la propria santificazione, quella della propria famiglia e del mondo che ci circonda, per quale essere Lei, soltanto Lei, nient'altro che Lei.
  • centro igino giordani
Altri contenuti a tema
Le parole di Maria Le parole di Maria Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
“Gli ultimi confini della Terra“, niente meno “Gli ultimi confini della Terra“, niente meno Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, condivide uno scritto di Chiara Lubich
Giornata Mondiale della Gioventù, un appuntamento con Gesù Giornata Mondiale della Gioventù, un appuntamento con Gesù Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, condivide una riflessione di Chiara Lubich
Per Annamaria Di Leo Per Annamaria Di Leo Il ricordo di Gino e Lucia Piccolo
La Città: luogo di fraternità La Città: luogo di fraternità Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La tenerezza di Maria e la porzione di Chiesa stretta intorno al Vescovo Giovanni La tenerezza di Maria e la porzione di Chiesa stretta intorno al Vescovo Giovanni Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Tra la luce del Cielo e i colori della Terra Tra la luce del Cielo e i colori della Terra Riflessione di Gennaro (Gino) Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La Desolata, L’Addolorata La Desolata, L’Addolorata Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.