pulman in piazza del Bersagliere
pulman in piazza del Bersagliere
Politica

Largo Appiani, Di Bari (M5S): "Nel parcheggio a pagamento di Ferrotramviaria, Marmo vuole la sosta di tutti gli autobus"

Si rinfocola la polemica sulla possibilità di questo spostamento, cruciale per decongestionare il traffico cittadino

Non accenna a placarsi la polemica circa la possibilità di veder spostato il parcheggio degli autobus da piazza Bersaglieri in altre più idonee location cittadine. Sulla vicenda è quindi ritornata la consigliera regionale pentastellata Grazia Di Bari, attraverso un post sulla sua pagina fb.

"Siamo felici sia diventato argomento d'attualità, addirittura degno di attenzione mediatica, perchè da tempo, fin dal 2016, noi del MoVimento 5 Stelle, per anni in completa solitudine, abbiamo chiesto lo spostamento della fermata degli autobus da piazza Bersaglieri, dove ormai l'aria è diventata irrespirabile, il traffico indecente ed i disagi per pendolari e abitanti ormai insostenibili, a Largo Appiani.

Per questo motivo le esigenze manifestate da alcuni settori della città, al Commissario Prefettizio di spostare la fermata degli autobus da Piazza Bersaglieri a Largo Appiani, la stessa che appunto, più volte abbiamo fatto con Michele Coratella e Giuseppe D'Ambrosio, non poteva che essere fortemente condivisa.

Al contrario, ci sembra assolutamente assurda l'alternativa proposta dal prossimo candidato sindaco Nino Marmo, poichè vuole attendere l'inaugurazione della nuova Stazione Andria Sud e spostare nel parcheggio a pagamento di Ferrotramviaria la sosta di tutti gli autobus.

Noi del M5S siamo contrari e vi spieghiamo i motivi.
Se si decidesse di percorrere questa strada, sarebbe necessario un bus navetta per fare la spola tra le stazioni di Andria centro ed Andria sud e la domanda nasce spontanea: con quali soldi dovremmo pagare questo servizio di trasporto pubblico, visto che Giorgino, lo stesso Marmo hanno lasciato il Comune di Andria con debiti infiniti?

Proprio oggi, pare che il commissario Prefettizio del Comune di Andria Tufariello abbia confermato il taglio dalle circolari a partire dal primo luglio, a causa dei debiti lasciati proprio da Marmo e Giorgino.

Senza contare che il parcheggio della stazione Andria Sud è di proprietà di Ferrotramviaria e quindi anche qui ci sarebbe da chiedere: il parcheggio sarebbe a pagamento?

Procedere con lo spostamento da piazza Bersaglieri a Largo Appiani, renderebbe tutto più semplice e veloce.

Allora perché non farlo?
Non è abbastanza evidente che vista l'ampiezza di Largo Appiani l'impatto ambientale sarebbe minimo, in quanto lo scambio sarebbe molto più veloce?
Per non parlare del fatto che con l'interscambio continuo di viaggiatori,si renderebbe necessaria la presenza di vigilanza che inevitabilmente darebbe più sicurezza all'intero quartiere.
Fermo restando che al completamento dell'interramento della Ferrovia, avendo la città a disposizione una metropolitana tra Andria Nord (Stadio Sant'angelo dei Ricchi), Andria centro ed Andria Sud, lo spostamento degli autobus potrà essere realizzato nel parcheggio di quest'ultima stazione.

Alla fine resta lo sconcerto per i politici che sulla questione prima ci hanno fatto attendere 4 anni, poi hanno cambiato idea ed ora si ripropongono alla guida della città per risolvere in futuro problemi che loro non hanno risolto nel passato.
Del resto, se Marmo con i suoi al Comune di Andria, negli ultimi 9 anni, si fossero impegnati a far realizzare l'interramento della ferrovia secondo i tempi preventivati (nel 2015!!!) e non avessero perso la prima tranche di finanziamenti europei, ora avremmo potuto procedere con altre soluzioni.
Questo, oltre gli altri numerosi danni, è solo un piccolo danno da 80 milioni di euro che hanno fatto alla città".
Altri milioni di euro persi!
  • Nicola Giorgino
  • nino marmo
  • grazia di bari
  • M5S Andria
  • traffico veicolare
  • gaetano tufariello
Altri contenuti a tema
Tangenziale ovest di Andria, Nino Marmo presenta esposto all'Anac Tangenziale ovest di Andria, Nino Marmo presenta esposto all'Anac “Continua la battaglia contro opera inutile e dannosa” sottolinea l'esponente di Forza Italia
Trasporto pubblico locale, Di Bari (M5S): "Paradossale che Marmo scarichi su altri le proprie responsabilità" Trasporto pubblico locale, Di Bari (M5S): "Paradossale che Marmo scarichi su altri le proprie responsabilità" Sciabolata al neo candidato di Forza Italia da parte della consigliera regionale Di Bari e del candidato sindaco M5S Coratella
Trasporto pubblico locale: Nino Marmo sollecita Tufariello a predisporre progetti per ottenere finanziamenti Trasporto pubblico locale: Nino Marmo sollecita Tufariello a predisporre progetti per ottenere finanziamenti Incontro stamane con l’assessore regionale Giannini ed il Presidente della Provincia Lodispoto
Il Giudice del Lavoro dà ragione al Comune nella vertenza contro la dirigente Fornelli Il Giudice del Lavoro dà ragione al Comune nella vertenza contro la dirigente Fornelli Il Tribunale di Trani ha rigettato le istanze mosse contro l’Amministrazione Giorgino condannando al pagamento delle spese processuali
Coronavirus, Marmo chiede audizione di Emiliano in commissione: "Bisogna dare sicurezza ai cittadini" Coronavirus, Marmo chiede audizione di Emiliano in commissione: "Bisogna dare sicurezza ai cittadini" Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo
Comunali ad Andria, la proposta di Forza Italia Puglia è Nino Marmo Comunali ad Andria, la proposta di Forza Italia Puglia è Nino Marmo Nota del commissario regionale di Forza Italia, l’on Mauro D’Attis, e del vice commissario, il sen Dario Damiani
Ad Andria l'europarlamentare Casanova: forse l'annuncio della candidatura di un Sindaco targato Lega Ad Andria l'europarlamentare Casanova: forse l'annuncio della candidatura di un Sindaco targato Lega Lunedì 24 febbraio ci saranno anche il coordinatore provinciale Riviello, il responsabile Enti locali Giorgino ed il coordinatore cittadino Miscioscia
Cooperative sociali: il Comune verserà il 70% debitoria 2019 entro il 28 febbraio 2020 Cooperative sociali: il Comune verserà il 70% debitoria 2019 entro il 28 febbraio 2020 I rappresentanti delle cooperative sociali intervenuti hanno garantito la prosecuzione dei servizi
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.